Gaetano Luigi Carlo Malchiodi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Gaetano Luigi Carlo Malchiodi
Arcbishop.png
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

[[File:|250px]]

'
Titolo
Età alla morte 87 anni
Nascita Piacenza
2 gennaio 1878
Morte Piacenza
21 gennaio 1965
Sepoltura Chiesa di San Giovanni in Canale
Appartenenza Diocesi di Piacenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale Piacenza, 22 luglio 1900
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 25 gennaio 1935 da Pio XI
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Roma, 10 febbraio 1935 dal Mons. Francesco Borgongini Duca
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo 26 gennaio 1960
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org

Gaetano Luigi Carlo Malchiodi (Piacenza, 2 gennaio 1878; † Piacenza, 21 gennaio 1965) è stato un arcivescovo italiano.

Cenni biografici

La formazione e il ministero sacerdotale

Nacque a Piacenza il 2 gennaio 1878, uno degli otto figli di Carlo Malchiodi e di Sofia Antozzi.[1] Suo fratello fu l'arcivescovo Umberto Malchiodi.[2]

Compì gli studi elementari e secondari nella sua città natale. Attratto dalla vocazione religiosa percorse il sentiero della formazione ecclesiastica nel Collegio Alberoni. Fu ordinato presbitero il 22 luglio 1900.

Dopo aver prestato servizio presso la parrocchia di san Savino a Piacenza, nel 1905 si recò a Roma per completare gli studi laureandosi in teologia, archeologia e diritto canonico. Fu poi segretario di due vescovi piacentini: mons. Giovanni Battista Vinati[3] allora vescovo di Bosa, e poi a Gubbio, presso mons. Giovanni Battista Nasalli Rocca di Corneliano[4] poi divenuto cardinale. Al seguito di questi tornò a Roma nel 1916.

Il ministero episcopale

Il 25 gennaio 1935 papa Pio XI lo nominò vescovo titolare di Cana e vicario apostolico della prelatura territoriale di Loreto. Ricevette l'ordinazione episcopale il 10 febbraio successivo dall'allora arcivescovo titolare di Eraclea di Europa, poi divenuto cardinale, Francesco Borgongini Duca,[5] coadiuvato dal vescovo di Piacenza Ersilio Menzani[6] e dall'arcivescovo titolare di Tessalonica Giuseppe Rossino.[7]

Fu officiale della Sacra Congregazione dei Seminari e viaggiò a lungo nelle nazioni del Vicino Oriente: Bulgaria, Turchia, Iran, Grecia, Libano, dove ebbe modo di stabilire salde amicizie nelle altre gerarchie ecclesiastiche, tra cui l'apprezzamento del delegato apostolico in Bulgaria Angelo Giuseppe Roncalli, poi papa Giovanni XXIII.

Il 26 gennaio 1960 papa Giovanni XXIII accolse le sue dimissioni a vicario di Loreto e lo nominò arcivescovo titolare di Amasea.[8]

Nel 1961 si ritirò a Piacenza preso il fratello Umberto, arcivescovo a titolo personale della diocesi di Piacenza-Bobbio.

Il 22 gennaio 1965 morì a Piacenza e fu sepolto nella Chiesa di San Giovanni in Canale.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Cana Successore: BishopCoA PioM.svg
- 25 gennaio 1935 - 26 gennaio 1960 Felicissimo Stefano Tinivella, O.F.M. Ch I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Felicissimo Stefano Tinivella, O.F.M. Ch
Predecessore: Vicario dell'Amministrazione pontificia di Loreto Successore: BishopCoA PioM.svg
- 25 gennaio 1935 - 26 gennaio 1960 Angelo Prinetto Ch I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Angelo Prinetto Ch
Predecessore: Arcivescovo titolare di Amasea Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Gustavo Testa Ch 26 gennaio 1960 - 22 gennaio 1965 James Patrick Carroll Ch I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gustavo Testa Ch {{{data}}} James Patrick Carroll Ch
Note
  1. Archivio parrocchiale di San Giovanni in Canale, Piacenza.
  2. Catholic hierarchy online
  3. Catholic hierarchy online
  4. Catholic hierarchy online
  5. Catholic hierarchy online
  6. Catholic hierarchy online
  7. Catholic hierarchy online
  8. Monografia a cura di don F. Molinari, In memoria di S.E.R. Mons. Gaetano Malchiodi, Arcivescovo di Amasea: Piacenza, 22 febbraio 1965, trigesimo della morte, Piacenza 1965, p. 48.

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.