Pietro Gasparri

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Pietro Gasparri
CC-01 GASPARRI sr0001.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

P.Gasparri.jpg

{{{didascalia}}}
'
Titolo cardinalizio
{{{titolo}}}
Età alla morte 82 anni
Nascita Capovallazza di Ussita
5 maggio 1852
Morte Roma
18 novembre 1934
Sepoltura cimitero di Ussita (Mc)
Appartenenza Diocesi di Roma
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale San Giovanni in Laterano, 31 marzo 1877 da Cardinale Vescovo Raffaele Monaco La Valletta
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 12 febbraio 1898 da Leone XIII
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Parigi, 6 marzo 1898 dal Cardinale Arcivescovo François Richaud
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
16 dicembre 1907 da Pio X (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Vescovi
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Pietro Gasparri (Capovallazza di Ussita, 5 maggio 1852; † Roma, 18 novembre 1934) è stato un cardinale e arcivescovo italiano, Cardinale Segretario di Stato siglò per la Santa Sede i Patti Lateranensi del 1929.

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

Nacque a Capovallazza, frazione di Ussita, diocesi di Norcia, Stato Pontificio, il 5 maggio 1852 da Bernardino Gasparri e Giovanna Sili, pastori e proprietari di pecore. Ricevette il sacramento della confermazione il 5 luglio 1855. Compiuti gli studi ginnasiali nel Seminario minore di Nepi fino al 1870, proseguì gli studi a Roma nel Pontificio Seminario Romano ed in seguito, presso il Pontificio Ateneo Romano di Sant'Apollinare, dove conseguì i dottorati in teologia, filosofia e Diritto sia canonico che civile.

Fu ordinato sacerdote il 31 marzo 1877 a Roma. Divenuto Segretario del Cardinale Teodolfo Mertel, fu professore di storia e teologia ecclesiastica presso il Pontificio Seminario Romano e di diritto canonico nel Pontifico Ateneo Urbano De Propaganda Fide prima, ed in seguito del Sant'Apollinare fino al 1879. Fu membro di facoltà dell'Istituto cattolico a Parigi dal 1870 al 1898. Il 3 maggio 1889 fu nominato Ciambellano Privato soprannumerario. Divenuto collaboratore della curia arcivescovile di Parigi si occupò del servizio pastorale a favore degli immigrati italiani della diocesi. Il 13 aprile 1894 fu nominato Prelato Domestico di Sua Santità e nel 1896 divenne membro della commissione papale per studiare la validità delle ordinazioni anglicane.

Il ministero episcopale

Il 2 gennaio 1898 Leone XIII lo nominò arcivescovo titolare di Cesarea di Palestina. Fu consacrato il 6 marzo 1898 nella chiesa di Saint-Joseph des Carmes, a Parigi, dal cardinale François Richaud, arcivescovo di Parigi, assistito da Louis François Sueur, arcivescovo di Avignone, e da Charles Turinaz, vescovo di Nancy. Il 26 marzo dello stesso anno fu nominato Delegato apostolico e inviato straordinario in Perù, Ecuador e Bolivia. Il 23 aprile 1901 rientrò a Roma in veste di Segretario della Sacra Congregazione degli Affari Ecclesiastici Straordinari. Dal 4 aprile 1904 fu Segretario della Pontificia Commissione per la codificazione del diritto canonico, del collegio dei consultori e suo relatore dal dicembre 1907 al 1917.

Il cardinalato

Fu creato cardinale presbitero da Pio X nel Concistoro del 16 dicembre 1907 del titolo di San Bernardo alle Terme Diocleziane. Camerlengo del Sacro Collegio dei Cardinali dal 24 maggio 1914 fino al 22 gennaio 1915, partecipò al conclave del 1914 che elesse Benedetto XV. Il 13 ottobre 1914 il Papa lo volle suo Segretario di Stato; carica che mantenne, con Pio XI prima e Pio XII poi, fino al 7 febbraio 1930. In tale veste negoziò con il governo italiano il trattato e il Patto lateranense che furono sottoscritti l'11 febbraio 1929. Il 13 ottobre 1914 fu nominato Presidente della Pontificia Commissione per l'Amministrazione dei Beni della Santa Sede, ed il 22 gennaio 1915 gli fu assegnato il titolo presbiterale di San Lorenzo in Lucina, che conservò in commendam al suo precedente titolo fino al 9 dicembre 1915. Il 16 ottobre 1917 divenne Presidente della Pontificia Commissione per l'autentica interpretazione del Codice di Diritto Canonico, in seguito alla sua promulgazione, che resterà in vigore fino al 1983. Partecipò al conclave del 1922, che elesse Papa Pio XI. Il nuovo Papa lo riconfermò in tutte le sue cariche, alle quali aggiunse, nel 1925, quella di Prefetto della Congregazione per gli affari ecclesiastici straordinari. Dal dicembre 1929 divenne anche Presidente della Commissione Cardinalizia per lo studio preparatorio della Codificazione dei Canoni Orientali. Rassegnò le dimissioni da segretario di Stato il 7 febbraio 1930.

La morte

Morì a Roma il 18 novembre 1934 a causa di una polmonite. Poco prima aveva donato tutti i suoi averi alla Sacra Congregazione di Propaganda Fide. I funerali si svolsero il 22 novembre 1934 nella chiesa di Sant'Ignazio a Roma, furono celebrati dal cardinale Gennaro Granito Pignatelli di Belmonte, vescovo di Ostia e Albano, Decano del Sacro Collegio cardinalizio. Fu sepolto il giorno seguente nel cimitero di Ussita, nella cappella di famiglia, durante una cerimonia presieduta dal nipote, il cardinale Enrico Gasparri.

Genealogia episcopale

Onorificenze

Onorificenze italiane

Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata
— 1930
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 1930
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia
— 1930

Onorificenze straniere

Croce della Libertà per il servizio civile di I Classe (Estonia) - nastrino per uniforme ordinaria Croce della Libertà per il servizio civile di I Classe (Estonia)
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca (Polonia)
Gran Croce dell'Ordine della Torre e della Spada (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine della Torre e della Spada (Portogallo)

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo titolare di Cesarea di Palestina Successore: Stemma vescovo.png
Antonio Agliardi 12 febbraio 1898 - 16 dicembre 1907 Vincent Sardi di Rivisondoli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Agliardi {{{data}}} Vincent Sardi di Rivisondoli
Predecessore: Delegato apostolico in Perù Successore: Flag of the Vatican City.svg
Giuseppe Macchi 26 marzo 1898 - 23 aprile 1901 Alessandro Bavona I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Macchi {{{data}}} Alessandro Bavona
Predecessore: Delegato apostolico in Ecuador Successore: Flag of the Vatican City.svg
Giuseppe Macchi 26 marzo 1898 - 23 aprile 1901 Alessandro Bavona I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Macchi {{{data}}} Alessandro Bavona
Predecessore: Delegato apostolico in Bolivia Successore: Flag of the Vatican City.svg
Giuseppe Macchi 26 marzo 1898 - 23 aprile 1901 Alessandro Bavona I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Macchi {{{data}}} Alessandro Bavona
Predecessore: Segretario della Congregazione per gli Affari Ecclesiastici Straordinari Successore: Coat of arms of the Holy See.svg
Felice Cavagnis 23 aprile 1901 - 4 aprile 1904 Eugenio Pacelli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Felice Cavagnis {{{data}}} Eugenio Pacelli
Predecessore: Presidente della Pontificia Commissione per la revisione del Codice di Diritto Canonico Successore: Coat of arms of the Holy See.svg
- 4 aprile 1904 - 15 settembre 1917 Giulio Serafini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Giulio Serafini
Predecessore: Cardinale presbitero di San Bernardo alle Terme Diocleziane Successore: Stemma cardinale.png
Emidio Taliani 19 dicembre 1907 - 9 novembre 1915
Titolo presbiterale in commendam dal 22 gennaio 1915
Giovanni Cagliero I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Emidio Taliani {{{data}}} Giovanni Cagliero
Predecessore: Presidente della Commissione per l'Amministrazione dei Beni della Santa Sede Successore: Coat of arms of the Holy See.svg
Rafael Merry del Val y Zulueta 13 ottobre 1914 - 7 febbraio 1930 Eugenio Pacelli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Rafael Merry del Val y Zulueta {{{data}}} Eugenio Pacelli
Predecessore: Segretario di Stato di Sua Santità Successore: Coat of arms of the Holy See.svg
Rafael Merry del Val y Zulueta 13 ottobre 1914 - 7 febbraio 1930 Eugenio Pacelli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Rafael Merry del Val y Zulueta {{{data}}} Eugenio Pacelli
Predecessore: Cardinale presbitero di San Lorenzo in Lucina Successore: Stemma cardinale.png
Angelo Di Pietro 22 gennaio 1915 - 18 novembre 1934 Carlo Cremonesi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Angelo Di Pietro {{{data}}} Carlo Cremonesi
Predecessore: Presidente della Pontificia Commissione per l'Interpretazione Autentica del Codice di Diritto Canonico Successore: Coat of arms of the Holy See.svg
- 15 settembre 1917 - 18 novembre 1934 Luigi Sincero I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Luigi Sincero
Bibliografia
  • Carlo Fantappiè, Romeo Astorri, Dizionario Biografico degli Italiani, Vol. 52, 1999, GASPARRI, Pietro

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.