Giuseppe Cognata

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Giuseppe Cognata, S.D.B.
Stemma mons.Cognata.gif
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

Mons.Giuseppe Cognata.jpg

Monsignor Giuseppe Cognata
Charitas Christi urget nos
Titolo
Età alla morte 86 anni
Nascita Agrigento
14 ottobre 1885
Morte Pellaro
22 luglio 1972
Sepoltura casa generalizia delle Suore Oblate a Tivoli.
Appartenenza Società Salesiana di San Giovanni Bosco
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale Acireale, 29 agosto 1909 dal vescovo Giovanni Battista Arista
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 16 marzo 1933 da Pio XI
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Roma, 23 aprile 1933 dal Cardinale Arcivescovo Augusto Hlond
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org

Giuseppe Cognata (Agrigento, 14 ottobre 1885; † Pellaro, 22 luglio 1972) è stato un Vescovo italiano della diocesi di Bova, in Calabria, salesiano e fondatore delle Suore Salesiane Oblate del sacro Cuore.

Biografia

Formazione iniziale

Nato da importante famiglia agrigentina sullo scorcio dell'800, dimostrò fin da bambino una grande ricchezza di doti e di talenti umani: di nobiltà di sentimenti, acutezza d’ingegno, volontà ferma e decisa, bontà diffusiva. Tali capacità vennero mirabilmente potenziate da una saggia educazione cristiana ricevuta in massima parte dalla mamma, donna pia e intelligente, forte mite e dinamica. Quando Peppino Cognata entrò dodicenne nel collegio "San Basilio" di Randazzo, prima opera di don Bosco in Sicilia, il suo cuore era pronto ad accogliere la chiamata alla vita sacerdotale e apostolica tra i Salesiani; una vocazione fortemente contrastata dal padre e dal nonno, con le sue prove e le sue lotte lunghe e sofferte, ma coronata da gioioso successo.

Vocazione salesiana e sacerdotale

Il 5 maggio 1908 il chierico Giuseppe Cognata emetteva la professione perpetua a San Gregorio di Catania, nelle mani del Rettore Maggiore don Michele Rua e l'anno dopo, il 29 agosto 1909, riceveva ad Acireale l'Ordinazione sacerdotale.

Aveva già conseguito brillantemente la doppia laurea in lettere e filosofia ed ora andava ai giovani non solo come professore e assistente, ma come il sacerdote pieno di zelo, fedele discepolo di San Francesco di Sales, autentico figlio di don Bosco. Dalla Sicilia, fu chiamato in altre case salesiane nel Veneto e nelle Marche.

Primi impegni

La prima guerra mondiale vide don Cognata soldato a Palermo, Trapani, Padova e proprio a Trapani in veste militare, egli gettò le prime basi dell'opera salesiana che fu chiamato a dirigere alcuni anni dopo, terminata la guerra.

Il nuovo direttore si distinse nelle varie attività apostoliche, facendosi "tutto a tutti", sempre instancabile, pronto ad ogni istanza, sempre mite e sorridente. Fece sorgere quasi dal nulla una chiesa dedicata a Maria Ausiliatrice, si dedicò con impegno e con zelo alla scuola, all'oratorio... Fu direttore di opere, ma più ancora direttore di anime.

Da Trapani fu chiamato a dirigere il collegio di Randazzo, poi quello di Gualdo Tadino in Umbria, e finalmente fu direttore al "Sacro Cuore" di Roma.

Vescovo e Fondatore

Papa Pio XI, il 16 marzo 1933, nominò don Giuseppe Cognata vescovo di Bova, una Diocesi di Calabria particolarmente povera e disagiata: una vera "missione" in terra italiana, sul piano umano, civile, culturale, religioso spirituale. Piccoli centri, sperduti tra i monti, privi di strade, di acqua, di pane, di scuola, di sacerdote. Ora la diocesi è unita in perpetuo a quella di Reggio Calabria.

Fu ordinato a Roma nella basilica del Sacro Cuore di via Marsala, dal servo di Dio cardinal Augusto Hlond S.D.B., Arcivescovo di Gniezno e Poznań, il 23 aprile del 1933. Con-consacranti monsignor Luigi Olivares, vescovo di Sutri e Nepi e monsignor Gerolamo Genuardi, vescovo titolare di Farsalo ed ausiliare di Palermo.

Attraverso sentieri scoscesi e mulattiere monsignor Cognata, che aveva scelto come motto episcopale l’espressione paolina «Caritas Christi, urget nos», volle in perfetto stile missionario, visitare e confortare non solo tutti i paesetti della diocesi, ma anche i gruppi di povere famiglie sparse qua e là nei luoghi più remoti e più inaccessibili, sui monti di Bova o nelle valli dell’Amendolea.

S'impegnò sul campo puramente umano e sociale , ma soprattutto lavorò sul piano spirituale con coraggio, con ardore di carità, con fiducia nell'immancabile aiuto della Provvidenza.

Uomo di fede e di preghiera, aperto al soffio dello Spirito di Dio, diede vita ad una pia società di giovani generose, disposte a lavorare con coraggio e con gioia, nei centri più piccoli, più sperduti, più abbandonati. Nacque così la Congregazione delle Suore Salesiane Oblate del sacro Cuore a Bova Marina l'8 dicembre 1933.

Il nuovo Istituto, suscitato dalla Provvidenza nel solco dello spirito salesiano, con fine specificamente pastorale e missionario in aiuto alla Chiesa locale, crebbe e si sviluppò in pochi anni con una ricca fioritura di vocazioni, diffondendosi non solo nelle due diocesi di Bova e di Reggio Calabria, ma anche in altre zone della Calabria, in Sicilia e nel Lazio.

La lunga prova dell’esilio

Nel 1940 mons. Cognata venne destituito dalla sua dignità episcopale. Dovette rassegnare le dimissioni da vescovo di Bova. Andò lontano, vivendo per lunghi anni nel silenzio e nella solitudine, separato dalle sue figlie spirituali. Visse in varie comunità salesiane, specialmente nel Nord Italia svolgendo il servizio di confessore e guida spirituale.

L'Istituto delle Oblate, pur nella sua grande povertà, continuò a crescere e a espandersi.

La riabilitazione

Monsignor Giuseppe Cognata nella Pasqua 1962 venne reintegrato nell'episcopato da Giovanni XXIII. Partecipò così al Concilio Vaticano II (seconda, terza e quarta sessione) per volontà di Paolo VI.

Prima nominato vescovo titolare di Fàrsalo (6 agosto 1963), poi vescovo emerito di Bova fino alla morte.

Il 29 gennaio 1972 ebbe la gioia di sapere il suo Istituto decorato del decreto di lode da parte della Santa Sede, con cui diveniva Istituto di diritto pontificio.

Chiuse serenamente la sua lunga giornata terrena il 22 luglio dello stesso anno, proprio da Pellaro di Reggio Calabria, sede iniziale dell'attività missionaria delle Oblate. Le sue spoglie riposano nella casa generalizia delle Suore Oblate a Tivoli.

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Bova Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Andrea Taccone 16 marzo 1933 - 5 gennaio 1940 Enrico Montalbetti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Andrea Taccone {{{data}}} Enrico Montalbetti

Genealogia episcopale e successione apostolica

  • Vescovo Giuseppe Cognata, S.D.B. † (1933)
  • Cardinal August Hlond, S.D.B. † (1926)
  • Cardinal Aleksander Kakowski † (1913)
  • Vescovo Stanisław Kazimierz Zdzitowiecki † (1902)
  • Arcivescovo Jerzy Józef Elizeusz Szembek † (1901)
  • Arcivescovo Boleslaw Hieronim Klopotowski † (1897)
  • Vescovo Mieczyslaw Leonard Pallulon † (1883)
  • Vescovo Szymon Marcin Kozlowski † (1883)
  • Vescovo Aleksander Kazimierz Beresniewicz † (1859)
  • Arcivescovo Wacław Żyliński † (1848)
  • Arcivescovo Kazimierz Roch Dmochowski † (1841)
  • Arcivescovo Ignacy Ludwik Pawlowski † (1829)
  • Vescovo Michal Piwnicki † (1827)
  • Vescovo Franciszek Borgiasz Mackiewicz † (1817)
  • Arcivescovo Kasper Kazimierz Cieciszowski † (1775)
  • Vescovo Andrzej Mikolaj Stanislaw Kostka Mlodziejowski † (1767)
  • Arcivescovop Władysław Aleksander Łubieński † (1759)
  • Arcivescovo Adam Ignacy Komorowski † (1749)
  • Vescovo Andrzej Stanisław Załuski † (1724)
  • Vescovo Felicjan Konstanty Szaniawski † (1707)
  • Arcivescovo Stanislaw Szembek † (1690)
  • Vescovo Jan (Kazimierz) Małachowski † (1676)
  • Vescovo Bonawentura Madalinski † (1672)
  • Vescovo Jan Gembicki † (1653)
  • Vescovo Piotr Gembicki † (1637)
  • Archbishop Jan Wężyk † (1620)
  • Archbishop Wawrzyniec Gembicki † (1601)
  • Vescovo Claudio Rangoni † (1593)
  • Cardinale Girolamo Bernerio, O.P. † (1586)
  • Cardinale Giulio Antonio Santorio † (1566)
  • Cardinale Scipione Rebiba
Bibliografia
  • L. Càstano, Monsignor Giuseppe Cognata, vescovo e fondatore delle Suore salesiane Oblate del Sacro Cuore, Editrice Elle Di Ci, Leumann (TO), 2005.
  • L. Càstano, Il calvario di un vescovo. Profilo spirituale di Mons. Giuseppe Cognata, fondatore delle Suore Salesiane Oblate del sacro Cuore, Edizioni San Paolo, Cinisello B. (MI) 2009
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.