Pontificio Consiglio per la Famiglia

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Pontificio Consiglio per la Famiglia
Pontificium consilium pro familia
Promuove la cura pastorale delle famiglie, favorisce i loro diritti e la loro dignità nella Chiesa e nella società civile, affinché esse possano sempre meglio assolvere le loro proprie funzioni (Pastor Bonus, 139)
Eretto: 9 maggio 1981
Soppresso: 1º settembre 2016
Nuovo nome: Dicastero per i laici, la famiglia e la vita,
Nuovo nome: ,
Successori

dati

Santa Sede · Chiesa cattolica
elenco dicasteri della Curia Romana

Il Pontificio Consiglio per la Famiglia fu istituto da Papa Giovanni Paolo II con il motu proprio Familia a Deo Instituta[1] il 9 maggio 1981, sostituendo il precedente Comitato per la famiglia che era stato creato da Papa Paolo VI sotto la competenza del Pontificio Consiglio per i Laici nel 1973[2]. Con il motu proprio Sedula Mater[3] del 15 agosto 2016 papa Francesco ne ha disposto la soppressione a partire dal 1° settembre 2016, attribuendo le sue funzioni al nuovo Dicastero per i laici, la famiglia e la vita.

Elenco dei Presidenti

Note
  1. Testo del Motu proprio sul sito della Santa Sede online
  2. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale, Anno 1973, pag 60-61 online
  3. Testo del Motu proprio sul sito della Santa Sede online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.