Diocesi di Jesi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Diocesi di Jesi
Dioecesis Aesina
Chiesa latina

Jesi-SanSettimio.jpg
vescovo Gerardo Rocconi
Sede Jesi

sede vacante
Jesi

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea dell'arcidiocesi di Ancona-Osimo
Regione ecclesiastica Marche
Diocesi di Jesi.svg
Mappa della diocesi
Provincia italiana di Ancona
Collocazione geografica della diocesi
Nazione bandiera Italia
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario Giuseppe Quagliani
provicario
generale
ausiliari

Vescovi emeriti:

Parrocchie 41
Sacerdoti

54 di cui 35 secolari e 19 regolari
1.421 battezzati per sacerdote

38 religiosi 31 religiose 8 diaconi
80.190 abitanti in 315 km²
76.765 battezzati (95,7% del totale)
Eretta VI secolo
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Piazza Federico II 6, 60035 Jesi (Ancona), Italia
tel. +390731202528 fax. 0731 710053 @

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2007 Scheda
Chiesa cattolica in Italia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

La diocesi di Jesi (in latino Dioecesis Aesina) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Ancona-Osimo appartenente alla regione ecclesiastica Marche. Nel 2010 contava 76.765 battezzati su 80.190 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Gerardo Rocconi.

Territorio

La diocesi comprende 13 comuni della provincia di Ancona: Castelbellino, Castelplanio, Cupramontana, Jesi, Maiolati Spontini, Monsano, Monte Roberto, Montecarotto, Poggio San Marcello, Rosora, San Marcello, San Paolo di Jesi, Santa Maria Nuova. Confina a nord con le diocesi di Senigallia, a sudest con quella di Ancona e sudovest con quella di Camerino.

Sede vescovile è la città di Jesi, dove si trova la basilica cattedrale di San Settimio.

Il territorio è suddiviso in 41 parrocchie.

Storia

La tradizione attribuisce la fondazione della Chiesa di Jesi a san Settimio, che sarebbe stato consacrato vescovo da papa Marcello I e sarebbe stato inviato a predicare il Vangelo in questa città, dove avrebbe subito il martirio il 5 settembre 307. Il primo vescovo documentato è Marciano, che intervenne ad alcuni sinodi celebrati a Roma sotto il pontificato di papa Simmaco.

L'attuale cattedrale venne eretta nel periodo svevo, epoca di particolare fioritura per l'economia jesina, e venne consacrata nel 1208 dai vescovi di Ancona, Osimo, Numana e Fano. L'edificio venne completato a opera di Giorgio da Como nel 1238.

Rimase immediatamente soggetta alla Santa Sede fino al 15 agosto 1972, quando la sede arcivescovile di Ancona venne elevata alla dignità metropolitica e quella di Jesi venne resa sua suffraganea.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

La diocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 80.190 persone contava 76.765 battezzati, corrispondenti al 95,7% del totale.

Fonti
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.