Diocesi di Jesi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Diocesi di Jesi
Dioecesis Aesina
Chiesa latina

Jesi-SanSettimio.jpg
vescovo Gerardo Rocconi
Sede Jesi

sede vacante
Jesi

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea dell'arcidiocesi di Ancona-Osimo
Regione ecclesiastica Marche
Diocesi di Jesi.svg
Mappa della diocesi
Provincia italiana di Ancona
Collocazione geografica della diocesi
Nazione bandiera Italia
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario Giuseppe Quagliani
provicario
generale
ausiliari

Vescovi emeriti:

Parrocchie 41
Sacerdoti

54 di cui 35 secolari e 19 regolari
1.421 battezzati per sacerdote

38 religiosi 31 religiose 8 diaconi
80.190 abitanti in 315 km²
76.765 battezzati (95,7% del totale)
Eretta VI secolo
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Indirizzo
Piazza Federico II 6, 60035 Jesi (Ancona), Italia
tel. +390731202528 fax. 0731 710053 @
Collegamenti esterni

Sito ufficiale
Scheda su gcatholic.org riferiti al 2016

Dati dall'annuario pontificio 2017 riferiti al 2016 Scheda
Dati dal sito web della CEI
Chiesa cattolica in Italia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

La diocesi di Jesi (in latino Dioecesis Aesina) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Ancona-Osimo appartenente alla regione ecclesiastica Marche. Nel 2016 contava 75.300 battezzati su 80.930 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Gerardo Rocconi.

Territorio

La diocesi comprende 13 comuni della provincia di Ancona: Castelbellino, Castelplanio, Cupramontana, Jesi, Maiolati Spontini, Monsano, Monte Roberto, Montecarotto, Poggio San Marcello, Rosora, San Marcello, San Paolo di Jesi, Santa Maria Nuova. Confina a nord con le diocesi di Senigallia, a sudest con quella di Ancona e sudovest con quella di Camerino.

Sede vescovile è la città di Jesi, dove si trova la basilica cattedrale di San Settimio.

Il territorio è suddiviso in 41 parrocchie.

Storia

La tradizione attribuisce la fondazione della Chiesa di Jesi a san Settimio, che sarebbe stato consacrato vescovo da papa Marcello I e sarebbe stato inviato a predicare il Vangelo in questa città, dove avrebbe subito il martirio il 5 settembre 307. Il primo vescovo documentato è Marciano, che intervenne ad alcuni sinodi celebrati a Roma sotto il pontificato di papa Simmaco.

L'attuale cattedrale venne eretta nel periodo svevo, epoca di particolare fioritura per l'economia jesina, e venne consacrata nel 1208 dai vescovi di Ancona, Osimo, Numana e Fano. L'edificio venne completato a opera di Giorgio da Como nel 1238.

Rimase immediatamente soggetta alla Santa Sede fino al 15 agosto 1972, quando la sede arcivescovile di Ancona venne elevata alla dignità metropolitica e quella di Jesi venne resa sua suffraganea.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

La diocesi al termine dell'anno 2016 su una popolazione di 80.930 persone contava 75.300 battezzati, corrispondenti al 93,0% del totale.

Fonti


Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.