Silvestro Belli

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Silvestro Belli
Silvestro Belli.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Cardinal Silvestro Belli.jpg

{{{didascalia}}}
'
Titolo cardinalizio
{{{titolo}}}
Età alla morte 62 anni
Nascita Anagni
29 dicembre 1781
Morte Jesi
9 settembre 1844
Sepoltura Cattedrale di San Settimio
Appartenenza diocesi di Anagni
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 24 gennaio 1842 da Papa Gregorio XVI
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 24 febbraio 1842 dal Cardinal Carlo Maria Pedicini
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
12 luglio 1841 da Gregorio XVI (14 dicembre 1840 in pectore) (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Silvestro Belli (Anagni, 29 dicembre 1781; † Jesi, 9 settembre 1844) è stato un vescovo e cardinale italiano.

Cenni biografici

Curia romana

Dopo studi in giurisprudenza a Roma, entrò al servizio del Papa come cameriere segreto soprannumero. Il 4 aprile 1829 fu nominato guardarobiere di Pio VIII e, dal 2 luglio 1830, prelato domestico e luogotenente civile del tribunale del Vicariato di Roma. Il 15 luglio seguente divenne referendario del Tribunale della Segnatura Apostolica e dal 4 settembre fu relatore della congregazione dell'immunità ecclesiastica. Prima del 25 giugno 1831 fu inviato delegato apostolico a Benevento, a Orvieto, prima del 5 ottobre 1831 e a Fermo, prima del 27 giugno 1832.

Rientrò a Roma e il 29 giugno 1834 e fu nominato canonico della basilica vaticana. Nell'agosto dello stesso anno divenne sostituto agli affari interni presso la Segreteria di Stato. Nel 1836 assunse il ruolo di segretario della congregazione concistoriale e del Collegio cardinalizio. Nel 1838 fu nominato assessore al Sant'Uffizio e l'anno seguente divenne esaminatore in diritto canonico dei vescovi.

Cardinalato

Fu creato cardinale e riservato in pectore nel concistoro del 14 dicembre 1840 e pubblicato nel concistoro del 12 luglio 1841, tre giorni dopo ricevette il cappello rosso con il titolo presbiterale di santa Balbina.

Episcopato

Nel 1842 fu nominato da papa Gregorio XVI vescovo di Iesi. Fu consacrato il 24 febbraio nella basilica di San Lorenzo in Damaso dal cardinale Carlo Pedicini, assistito da mons. Fabio Maria Asquini, arcivescovo titolare di Tarso e da mons. Stefano Scerra, vescovo di Oropo.

A Jesi favorì l'istituzione della locale Cassa di Risparmio. Chiamò in diocesi le suore Giuseppine con l'incarico di istituire scuole per l'istruzione dei poveri. Emanò un editto contro le usure e altri contratti illeciti.[1]

Morì nella sua sede vescovile il 9 settembre 1844. I funerali si tennero nella cattedrale di Jesi dove è sepolto.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Balbina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Ercole Dandini 15 luglio 1841 - 9 settembre 1844 Giacomo Piccolomini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ercole Dandini {{{data}}} Giacomo Piccolomini
Predecessore: Vescovo di Jesi Successore: BishopCoA PioM.svg
Pietro Ostini 24 gennaio 1842 - 9 settembre 1844 Cosimo Corsi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pietro Ostini {{{data}}} Cosimo Corsi
Note
  1. Paolo Cocola Giuseppe Luconi, Belli Silvestro, in piccolabibliotecajesina.it

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.