Diocesi di Senigallia

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Diocesi di Senigallia
Dioecesis Senogalliensis
Chiesa latina

563SenigalliaDuomo.JPG
vescovo Francesco Manenti
Sede Senigallia

sede vacante
Senigallia

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea dell'arcidiocesi di Ancona-Osimo
Regione ecclesiastica Marche
225px-Diocesi di Senigallia.svg.png
Mappa della diocesi
Provincia italiana Marche
Collocazione geografica della diocesi
Nazione bandiera Italia
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario Luciano Guerri
provicario
generale
ausiliari

Vescovi emeriti:

Giuseppe Orlandoni
Parrocchie 57 (4 vicariati )
Sacerdoti

85 di cui 72 secolari e 13 regolari
1.414 battezzati per sacerdote

13 religiosi 80 religiose 15 diaconi
130.714 abitanti in 580 km²
120.205 battezzati (92,0% del totale)
Eretta VI secolo
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Piazza Garibaldi 3, 60019 - Senigallia (Ancona), Italia
tel. +3907165758 fax. 071 60094 @

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2011 riferiti al 2010 Scheda
Chiesa cattolica in Italia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

La diocesi di Senigallia (in latino Dioecesis Senogalliensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Ancona-Osimo appartenente alla regione ecclesiastica Marche. Nel 2014 contava 120.205 battezzati su 130.714 abitanti. È retta dal vescovo Francesco Manenti.

Sono patroni della diocesi san Paolino di Nola (commemorato il 4 maggio) e la Madonna della Speranza (2 febbraio).

Territorio

La diocesi si estende sul territorio di 18 comuni delle Marche, 16 in provincia di Ancona (Arcevia], Barbara, Belvedere Ostrense, Castel Colonna, Castelleone di Suasa, Chiaravalle, Corinaldo, Montemarciano, Monterado, Monte San Vito, Morro d'Alba, Ostra, Ostra Vetere, Ripe, Senigallia, Serra de' Conti) e 2 in provincia di Pesaro e Urbino (Mondolfo, Monte Porzio).

Sede vescovile è la città di Senigallia, dove si trova la Cattedrale di San Pietro Apostolo.

Il territorio è suddiviso in 57 parrocchie, raggruppate in 6 vicariati foranei: zona est (Senigallia), zona sud (Chiaravalle), zona ovest (Arcevia), zona nord-est (Mondolfo), zona nord-ovest (Corinaldo), zona centro (Ostra).

Storia

Il primo riscontro documentale della diocesi[1] si ha nel VI secolo quando il vescovo Venanzio (primo vescovo attestato) partecipa al Sinodo Palmare di Roma nel 502 sotto papa Simmaco. Insieme al vescovo di Senigallia è presente anche Martiniano, vescovo della confinante diocesi di Ostra. Quindi inizialmente la diocesi comprendeva il territorio della città romana di Sena Gallica e l'ager circostante. La media valle del Misa inizialmente costituiva la diocesi di Ostra e fu inglobata nelle diocesi di Senigallia solo successivamente, probabilmente in corrispondenza dell'abbandono della città romana di Ostra antica, circa alla metà del VI secolo.

Nel 2000 è stata staccata dalla provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Urbino-Urbania-Sant'Angelo in Vado ed è stata resa suffraganea della sede metropolitana di Ancona-Osimo.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

La diocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 128.580 persone contava 122.151 battezzati, corrispondenti al 95,0% del totale.

Voci correlate
Note
  1. Vedi la storia nel sito della Diocesi
Fonti
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.