Giambattista Leni

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Giambattista Leni
Scanner EM044.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

1608 IOANNES BAPTISTA LENIUS - LENI GIOVANNI BATTISTA.jpg

'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 54 anni
Nascita Roma
1573
Morte Roma
3 novembre 1627
Sepoltura Basilica di San Giovanni in Laterano
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 4 luglio 1608
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 20 luglio 1608 da Ottavio Paravicini
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
24 novembre 1608 da Paolo V (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Vescovi
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Giambattista Leni o Lenius (Roma, 1573; † Roma, 3 novembre 1627) è stato un cardinale e vescovo italiano.

Cenni biografici

Nacque a Roma nel 1573, secondogenito dei cinque figli del patrizio romano Girolamo Leni e della moglie Licinia Caffarelli. Gli altri figli erano Camillo, Tarquinia, Lucrezia e Antonia, entrambe monache domenicane del convento dei Santi Domenico e Sisto. Era cugino da parte di madre del cardinal Scipione Caffarelli-Borghese.

Fu avviato come cadetto alla carriera curiale e divenne referendario del tribunale della Segnatura Apostolica nel 1606.

Con l'elezione a pontefice nel 1605 di Paolo V, suo parente, questi il 4 luglio del 1608 lo nominò vescovo di Mileto. Fu consacrato il 20 luglio seguente nella chiesa romana di santa Caterina a Magnanapoli dal cardinale Ottaviano Paravicini, coadiuvato da mons. Marco Cornaro, vescovo di Padova e da mons. Diego Álvarez (Ch), O.P., arcivescovo di Trani. Nel concistoro del 24 novembre 1608 fu creato cardinale presbitero del titolo di San Sisto.

Fu vescovo di Mileto dal 4 luglio 1608. Papa Paolo V lo creò cardinale presbitero del titolo di San Sisto nel concistoro del 24 novembre 1608.

Il 3 agosto 1611 fu trasferito alla sede di Ferrara dove tenne un sinodo diocesano. Nella nuova sede ebbe forti contrasti, in particolare con il capitolo della cattedrale, per motivi legati ai benefici e alle decime che secolari avevano ottenuto dai vescovi suoi predecessori. La disputa si protrasse per lungo tempo e fu portata a Roma dove i giudici sconfessarono il vescovo. Nel 1616 il vescovo favorì l'insediamento in diocesi dei Teatini e dei Terziari francescani e nel 1621 quello degli Agostiniani scalzi.[1]

Nel 1618 optò per il titolo di Santa Cecilia. Prese parte al conclave del 1621 che vide l'elezione a pontefice di Gregorio XV e al successivo conclave del 1623 con l'elezione di papa Urbano VIII. In quello stesso anno, alla morte del cugino cardinal Scipione Caffarelli-Borghese, fu nominato cardinale arciprete della basilica di San Giovanni in Laterano. Fu camerlengo del Collegio dei Cardinali nell'anno 1626-1627.

Morì a Roma il 3 novembre 1627 e fu sepolto nella cappella di San Giovanni Battista della basilica di San Giovanni in Laterano.

Genealogia episcopale

Successione degli incrichi

Predecessore: Vescovo di Mileto Successore: BishopCoA PioM.svg
Marco Antonio del Tufo 4 luglio 1608 - 3 agosto 1611 Felice Centini, O.F.M. Conv. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Marco Antonio del Tufo {{{data}}} Felice Centini, O.F.M. Conv.
Predecessore: Cardinale presbitero di San Sisto Successore: CardinalCoA PioM.svg
Alfonso Visconti, C.O. 10 dicembre 1608 - 5 marzo 1618 Francisco Gómez de Sandoval y Rojas I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alfonso Visconti, C.O. {{{data}}} Francisco Gómez de Sandoval y Rojas
Predecessore: Vescovo di Ferrara Successore: BishopCoA PioM.svg
Giovanni Fontana 3 agosto 1611 - 3 novembre 1627 Lorenzo Magalotti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Fontana {{{data}}} Lorenzo Magalotti
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Cecilia Successore: CardinalCoA PioM.svg
Paolo Emilio Sfondrati 5 marzo 1618 - 3 novembre 1627 Federico Baldissera Bartolomeo Cornaro I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Paolo Emilio Sfondrati {{{data}}} Federico Baldissera Bartolomeo Cornaro
Predecessore: Arciprete della Basilica di San Giovanni in Laterano Successore: Roma Basilica S Giovanni.jpg
Scipione Caffarelli-Borghese 1620 - 3 novembre 1627 Francesco Barberini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Scipione Caffarelli-Borghese {{{data}}} Francesco Barberini
Predecessore: Camerlengo del Sacro Collegio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Marcello Lante della Rovere 7 gennaio 1626 - 27 gennaio 1627 Gaspar Borja y Velasco I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Marcello Lante della Rovere {{{data}}} Gaspar Borja y Velasco
Note
  1. Giuseppe Cappelletti, Le Chiese d'Italia dalla loro origine sino ai nostri giorni, Venezia (1846), p. 161 online.
Bibliografia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.