San Sisto (titolo cardinalizio)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
San Sisto
StemmaPapaFrancesco 18-03-2013.jpg        Stemma cardinale.png
Titolo presbiterale
San Sisto
Roma, Basilica di San Sisto Vecchio a Via Appia
Titolare Antoine Kambanda
vacante
Istituzione fine del IV secolo da papa Anastasio I
Istituzione {{{istituita}}} da papa Anastasio I
Data soppressione
Data soppressione {{{soppressa}}}
Dedicazione Papa Sisto II
Sede Basilica di San Sisto Vecchio
{{{note}}}
Collegamenti esterni
Dati dall'annuario pontificio
Scheda su gcatholic.org
Scheda su Salvador Miranda

San Sisto è un titolo cardinalizio che insiste sulla Basilica di San Sisto Vecchio a Via Appia, a Roma. Attualmente ne è titolare il cardinale ruandese Antoine Kambanda.

Storia

Il titolo ha una genesi piuttosto controversa. Secondo Johann Peter Kirsch ed il Duchesse, infatti, discende dal titolo Titulus Crescentinae, elecato nel Concilio romano del 1º marzo 499, probabilmente corrispondente alla Basilica Crescenziana citata nel Liber Pontificalis e fondata da papa Anastasio I (399 - 401). È opinione, invece, del Cristofori che il titolo di San Sisto sia stato istituito nel 590 da papa Gregorio I (590 - 604) per sostituire quello di Tigridae, istituito intorno al 112 da papa Evaristo. Mentre il catalogo di Pietro Mallio, stilato sotto il pontificato di Alessandro III (1159 - 1181), lega questo titolo alla Basilica di San Paolo fuori le Mura e i suoi presbiteri vi officiavano a turno.

Tra i cardinali titolari, quattro sono stati eletti papi: Paolo IV (1555-1559), Gregorio XIII (1572-1585), Clemente IX (1667-1669) e Benedetto XIII (1724-1730).

Titolari

Sede vacante (1419-1432)
Sede vacante (1629-1634)
Sede vacante (1761-1769)
Sede vacante (1780-1829)
Sede vacante (1923-1930)
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.