Louis-Ernest Dubois

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Louis-Ernest Dubois
Cardinale
Stemma Card. Dubois.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
Regnavit a ligno Deus

Cardinale Dubois.jpg

Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 73 anni
Nascita Saint-Calais
1º settembre 1856
Morte Parigi
23 settembre 1929
Sepoltura Cattedrale di Notre-Dame (Parigi)
Conversione
Appartenenza Diocesi di Le Mans
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale Cappella del Seminario Maggiore di Le Mans, 20 settembre 1879 dal vescovo Hector-Albert Chaulet d'Outremont
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo 18 aprile 1901 da papa Leone XIII
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Cattedrale di Le Mans, 2 luglio 1901 dal vescovo Marie-Prosper-Adolphe de Bonfils
Elevazione ad Arcivescovo 30 novembre 1909 da papa Pio X
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creato
Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.
(vedi)
Creato
Cardinale
4 dicembre 1916 da Benedetto XV (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 12 anni, 9 mesi e 19 giorni
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Confermato cardinale {{{Confermato cardinale}}}
Nomina a pseudocardinale annullata da {{{Annullato da}}}
Riammesso da
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi ricoperti
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Successione apostolica

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Louis-Ernest Dubois (Saint-Calais, 1º settembre 1856; † Parigi, 23 settembre 1929) è stato un cardinale e arcivescovo francese.

Cenni biografici

Nato a Saint-Calais, diocesi di Le Mans, era il secondo dei sei figli di Louis Dubois, un fabbricante di chiodi, e sua moglie, Henriette-Félicité Derouineau. Ha ricevuto il sacramento della confermazione il 9 agosto 1866.

Formazione e ministero sacerdotale

Ha studiato al Collège Ecclésiastique de Notre Dame di Saint Calais (lì, era chiamato Ernest per evitare confusione con suo padre); presso il Seminario Minore di Précigne; poi, è entrato nel Seminario Maggiore di Le Mans, (situato nell'abbazia di Saint-Vincent), nell'ottobre 1874. È stato testimone dell'invasione della sua città natale da parte dell'esercito prussiano durante la guerra franco-prussiana, 1870-1871.

Ordinato il 20 settembre 1879 nella cappella del Seminario Maggiore di Le Mans, da Hector-Albert Chaulet d'Outremont (ch), vescovo di Le Mans. Ministero pastorale nella diocesi di Le Mans, 1879-1898; vicario in due parrocchie: Brulon, 1879-1895 e Coture, 1885-1895; redattore di Semaine du fidèle, bollettino della diocesi di Le Mans, 1888. Fondatore, con P. Ledru e Bruneau, della rivista Union historique du Maine (in seguito denominata La Province du Maine), Le Mans, 1893.

Parroco della parrocchia di Saint-Benoit, luglio 1895, è stato l'ideatore dei bollettini parrocchiali, fondando l'Indicateur Parossial nella sua parrocchia. Canonico onorario di Le Mans, 1895. Vicario generale della diocesi di Le Mans, 1898-1901.

Ministero episcopale

Nominato vescovo di Verdun il 5 aprile 1901, con decreto del presidente Émile François Loubet; al momento, era il più giovane vescovo di Francia. Ha pubblicato diverse opere di storia dell'arte e archeologia.

Eletto vescovo di Verdun, con dispensa di grado, il 18 aprile 1901, è stato consacrato il 2 luglio 1901 nella cattedrale di Le Mans, da Marie-Prosper-Adolphe de Bonfils (ch), vescovo di Le Mans, assistito da Étienne-Marie Potron (ch), O.F.M., vescovo titolare di Gerico, e da Charles Joseph Gilbert (ch), vescovo titolare di Arsinoe di Arcadia, già vescovo di Le Mans. Il suo motto episcopale era Regnavit a ligno Deus.

Promosso alla sede metropolitana di Bourges, il 30 novembre 1909. Ha partecipato attivamente nell'aiutare i soldati e le loro famiglie durante la prima guerra mondiale; ha fondato l'Union Sacrée, che organizzava preghiere speciali dei bambini i cui genitori erano andati in battaglia. Trasferito alla sede metropolitana di Rouen, il 13 marzo 1916; la sede porta il titolo di primate di Normandia.

Cardinalato

Creato cardinale presbitero nel concistoro del 4 dicembre 1916, ha ricevuto il cappello rosso e il titolo di Santa Maria in Aquiro, diaconia elevata pro illa vice a titolo, il 7 dicembre 1916.

Ha diretto una missione religiosa del governo francese in Palestina, Egitto, Siria, Libano, Smirne, Arhens, Costantinopoli e nei paesi balcanici dal 14 dicembre 1919 al 24 marzo 1920, per assicurare a quelle aree l'imparzialità religiosa della Francia dopo la vittoria nella prima guerra mondiale. Trasferito alla sede metropolitana di Parigi, il 13 dicembre 1920. Ha partecipato al conclave del 1922, che ha eletto Papa Pio XI. Si è recato in Polonia nel giugno 1924, negli Stati Uniti d'America e in Canada nel giugno 1927, in Austria nell'ottobre 1928 e in Cecoslovacchia nel settembre 1929. Legato pontificio al Congresso Mariano Nazionale a Chartres, 18 maggio 1926.

Per tre anni, dal settembre 1926 fino alla sua morte, si è opposto attivamente ai modi ribelli di Action Française. Ha svolto un ruolo di primo piano nel dirimere alcune controversie successive alla separazione tra Chiesa e Stato in Francia. È stato comandante della Legion d'honneur.

Morte

Morto lunedì 23 settembre 1929, nella clinica dei Frères de Saint-Jean de Dieu, Parigi, subito dopo l'arrivo del nunzio Bonaventura Cerretti. Esposto nella cattedrale metropolitana di Notre-Dame, per cinque giorni. Il cardinale Alexis-Armand Charost, arcivescovo di Rennes, ha celebrato i funerali alla presenza di rappresentanti delle autorità nazionali e locali, settantacinque arcivescovi, vescovi, patriarchi, archimandriti e abati mitrati provenienti dalla Francia e dall'estero, e del clero e dei fedeli di Parigi.

Sepolto nella cripta di quella cattedrale. La sua figura commemorativa si trova nell'angolo sud-est del deambulatorio a sinistra della lapide commemorativa del cardinale Jean Verdier, P.S.S..

Onorificenze

Commendatore dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Legion d'Onore
— 27 maggio 1926

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Verdun Successore: BishopCoA PioM.svg
Jean-Pierre Pagis 18 aprile 1901 - 30 novembre 1909 Jean-Arthur Chollet I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Jean-Pierre Pagis {{{data}}} Jean-Arthur Chollet
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Bourges Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Pierre-Paul Servonnet 30 novembre 1909 - 13 maggio 1916 Martin-Jérôme Izart I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pierre-Paul Servonnet {{{data}}} Martin-Jérôme Izart
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Rouen Successore: Quadrato trasparente.png
Edmond-Frédéric Fuzet 13 maggio 1916 - 13 settembre 1920 Pierre-Florent-André du Bois de la Villerabel I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Edmond-Frédéric Fuzet {{{data}}} Pierre-Florent-André du Bois de la Villerabel
Predecessore: Primate di Normandia Successore: Quadrato trasparente.png
Edmond-Frédéric Fuzet 13 maggio 1916 - 13 settembre 1920 Pierre-Florent-André du Bois de la Villerabel I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Edmond-Frédéric Fuzet {{{data}}} Pierre-Florent-André du Bois de la Villerabel
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria in Aquiro
(titolo presbiterale pro hac vice)
Successore: CardinalCoA PioM.svg
Francesco Salesio Della Volpe 7 dicembre 1916 - 23 settembre 1929 Federico Cattani Amadori I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Salesio Della Volpe {{{data}}} Federico Cattani Amadori
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Parigi Successore: Quadrato trasparente.png
Léon-Adolphe Amette 13 settembre 1920 - 23 settembre 1929 Jean Verdier, P.S.S. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Léon-Adolphe Amette {{{data}}} Jean Verdier, P.S.S.
Predecessore: Primate di Francia Successore: Quadrato trasparente.png
Léon-Adolphe Amette 13 settembre 1920 - 23 settembre 1929 Jean Verdier, P.S.S. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Léon-Adolphe Amette {{{data}}} Jean Verdier, P.S.S.
Voci correlate