José Clemente Maurer

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
José Clemente Maurer, C.SS.R.
Coat of arms of José Clemente Maurer.svg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Kardinal Maurer am 31.05.1981 in Kärlich.jpg

Dominus aedificatio mea
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 90 anni
Nascita Püttlingen
13 marzo 1900
Morte Sucre
27 giugno 1990
Sepoltura Cattedrale metropolitana di Sucre
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 19 settembre 1925
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 1º marzo 1950 da papa Pio XII
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 16 aprile 1950 dal cardinale Adeodato Piazza
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo 27 ottobre 1951 da papa Pio XII
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
26 giugno 1967 da Paolo VI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Vescovi
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

José Clemente Maurer (Püttlingen, 13 marzo 1900; † Sucre, 27 giugno 1990) è stato un cardinale e arcivescovo tedesco.

Cenni biografici

Nato a Püttlingen, nella Diocesi di Trier, in Germania.

Formazione e ministero sacerdotale

Entrato nella Congregazione del Santissimo Redentore, ha preso i voti il 10 settembre 1921. Si è formato nel Noviziato di Trois-Epis, in Svizzera e nella Facoltà Teologica di Echternach, in Lussemburgo.

Ordinato sacerdote il 19 settembre 1925, ha operato come Missionario con gli Indiani Boliviani; superiore della Casa Redentorista di La Paz, 1926-1947 e Vice-provinciale della sua Congregazione per il Sud America, 1947-1950.

Ministero Episcopale

Eletto Vescovo titolare di Cea e nominato Vescovo ausiliare di La Paz il 1º marzo 1950, è stato consacrato il 16 aprile 1950, nella Chiesa del SS. Redentore e S. Alfonso in Via Merulana di Roma, dal Cardinale Adeodato Giovanni Piazza, O.C.D., vescovo di Sabina e Poggio Mirteto e segretario della Sacra Congregazione Concistoriale, assistito da Francesco Beretti, Arcivescovo titolare di Leontopoli di Pamfilia e da Augusto Sieffert, C.SS.R., Vescovo titolare di Poliboto, già vescovo di La Paz. Il suo motto episcopale era:Dominus aedificatio mea.

Promosso nella sede metropolitana di Sucre, il 27 ottobre 1951, ha partecipato al Concilio Vaticano II, 1962-1965.

Cardinalato

Creato da Paolo VI Cardinale presbitero nel Concistoro del 26 giugno 1967, ha ricevuto la Berretta rossa e il titolo del Santissimo Redentore e Sant'Alfonso in via Merulana il 29 giugno successivo.

Presidente della Conferenza Episcopale della Bolivia, ha partecipato alla Prima Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, in Vaticano, dal 29 settembre al 29 ottobre 1967, alla Prima Assemblea Straordinaria del Sinodo dei Vescovi, dall'11 al 28 ottobre 1969, alla Seconda Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi dal 30 settembre al 6 novembre 1971.

Ha preso parte al conclave del 25 e 26 agosto 1978, che ha eletto Papa Giovanni Paolo I e a quello dal 14 al 16 ottobre 1978, che ha eletto Papa Giovanni Paolo II. Ha partecipato alla Terza Conferenza Generale dell'Episcopato Latino-Americano, a Puebla in Messico, dal 27 gennaio al 13 febbraio 1979, alla Prima Assemblea Plenaria del Sacro Collegio dei Cardinali, in Vaticano, dal 5 al 9 novembre 1979.

Ha perduto il diritto di partecipare al conclave al raggiungimento degli ottant'anni di età, il 13 marzo 1980 e ha rassegnato le dimissioni dal governo pastorale dell'arcidiocesi il 30 novembre 1983. È stato il primo cardinale della Bolivia.

Morte

Morto il 27 giugno 1990 a Sucre, è stato seppellito nella cattedrale metropolitana di Sucre.

Onorificenze

Gran croce al merito con placca dell'Ordine al merito di Germania - nastrino per uniforme ordinaria Gran croce al merito con placca dell'Ordine al merito di Germania
— 1955
Gran croce al merito con placca e cordone dell'Ordine al merito di Germania - nastrino per uniforme ordinaria Gran croce al merito con placca e cordone dell'Ordine al merito di Germania
Ufficiale dell'Ordine al merito dello Stato federale della Saarland - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine al merito dello Stato federale della Saarland
— 20 luglio 1978

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Ceo Successore: BishopCoA PioM.svg
James Thomas O'Dowd 1º marzo 1950-27 ottobre 1951 Wesceslau Nazareno Ponte de Spoleto, O.F.M. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
James Thomas O'Dowd {{{data}}} Wesceslau Nazareno Ponte de Spoleto, O.F.M.
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Sucre Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Daniel Rivero Rivero 27 ottobre 1951-30 novembre 1983 René Fernández Apaza I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Daniel Rivero Rivero {{{data}}} René Fernández Apaza
Predecessore: Cardinale presbitero del Santissimo Redentore e Sant'Alfonso in via Merulana Successore: CardinalCoA PioM.svg
Joseph Elmer Ritter 29 giugno 1967-27 giugno 1990 Anthony Joseph Bevilacqua I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Joseph Elmer Ritter {{{data}}} Anthony Joseph Bevilacqua
Predecessore: Presidente della Conferenza Episcopale della Bolivia Successore: Mitra heráldica.svg
Abel Isidoro Antezana y Rojas, C.M.F. 1968 - 1979 José Armando Gutiérrez Granier I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Abel Isidoro Antezana y Rojas, C.M.F. {{{data}}} José Armando Gutiérrez Granier
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.