Prospero Caterini

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Prospero Caterini
Cardinale
Stemma Caterini Prospero.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

Ritratto CATERINI .jpg

{{{didascalia}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 86 anni
Nascita Onano
15 ottobre 1795
Morte Roma
28 ottobre 1881
Sepoltura Roma, Cimitero del Verano
Conversione
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale mai ordinato
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creato
Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.
(vedi)
Creato
Cardinale
7 marzo 1853 da Pio IX (vedi)
Deposto dal cardinalato
Cardinale per
Cardinale per 28 anni, 7 mesi e 21 giorni
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Confermato cardinale {{{Confermato cardinale}}}
Nomina a pseudocardinale annullata da {{{Annullato da}}}
Riammesso da
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi ricoperti
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Prospero Caterini (Onano, 15 ottobre 1795; † Roma, 28 ottobre 1881) è stato un cardinale italiano.

Cenni biografici

Prospero nacque a Onano (diocesi di Acquapendente, Lazio) il 15 ottobre 1791 da Francesco e Maria Domenica Pacelli.

Formazione e carriera ecclesiastica

Giovanissimo, si trasferì a Roma per intraprendere gli studi e abbracciare la carriera ecclesiastica. Si distinse quale buon giureconsulto e canonista, tanto che nel 1841 Gregorio XVI lo nominò segretario della Congregazione degli studi, eretta nel 1824 da Leone XII con la bolla Quod divina sapientia. Alla Congregazione era affidata la direzione e la vigilanza nel campo dell'istruzione ed erano a essa sottoposte tutte le scuole pubbliche e private, laiche ed ecclesiastiche dello Stato pontificio. Si deve al Caterini la pubblicazione della raccolta delle leggi e dei regolamenti riguardanti l'istruzione emanati nello Stato pontificio dal 1824. L'opera è corredata da una prefazione dello stesso segretario della congregazione (Collectio legum et ordinationum de recta studiorum ratione, I-II, Roma 1841-42; il terzo volume, a cura di mons. Capalti, apparve nel 1852).

Gregorio XVI conferì al Caterini altre importanti cariche: nel 1841 lo nominò suo uditore, poi canonico della basilica vaticana, quindi nel 1843 protonotario apostolico partecipante e nel 1845 assessore del Sant'Uffizio e l'anno successivo divenne consultore della Congregazione dei Riti. L'attività del Caterini in seno alle congregazioni romane fu particolarmente intensa con il pontificato di Pio IX. Alla fuga del pontefice a Gaeta riparò in Toscana, a Grotte di Castro, imbarcandosi poi per la Corsica. Di lì, chiamato dallo stesso Pio IX, lo raggiunse a Gaeta e fece rientro a Roma al suo seguito nell'aprile 1850.

Cardinalato

La fedeltà dimostrata fu coronata dalla nomina cardinalizia nel concistoro del 7 marzo 1853. Come da consuetudine tre giorni dopo ricevette la berretta rossa con il titolo diaconale di santa Maria della Scala e la nomina di visitatore apostolico della Pia Casa degli orfani e del monastero dei Santi Quattro Incoronati. Ascritto alle Congregazioni più importanti, nel settembre 1860 divenne prefetto della Sacra Congregazione del concilio e della Congregazione Speciale per la Revisione dei concili provinciali e di quelli dell'immunità.

Fondamentale fu il ruolo del Caterini tra il 1852 e il 1864 nella raccolta delle proposizioni di condanna di quelli considerati come principali errori del tempo, che ebbero poi nel Sillabo il documento definitivo. Fu elaborato un Syllabus praepositionum che, sottoposto a consultori e vescovi, fu promulgato nella stesura definitiva l'8 dicembre 1864.

Ruolo ugualmente importante ebbe il Caterini nel Concilio Vaticano I: dal marzo 1865 fu membro della commissione cardinalizia preposta all'organizzazione del Concilio. Intransigente nei confronti del liberalismo e deciso oppositore dello Stato unitario italiano, il cardinale si segnalò per essere uno dei maggiori esponenti del gruppo dei cosiddetti cardinali "neri".

Alla caduta del potere temporale del Papa, divenne segretario del Sant'Uffizio nel 1876. Prese parte al conclave del 1878 che elesse papa Leone XIII, del quale era amico personale: fu lui, come Cardinale protodiacono, ad annunciare dalla loggia della basilica di San Pietro la sua elezione a pontefice. Al 1878 risale la sua nomina a prefetto della Congregazione dell'immunità ecclesiastica, congregazione che l'anno seguente fu riunita a quella del Concilio.

Morte

Morì a Roma il 28 ottobre 1881 e le sue spoglie riposano al Cimitero del Verano nella cappella dell'Arciconfraternita del Preziosissimo Sangue.

Successione degli incarichi

Predecessore: Segretario della Congregazione degli Studi Successore: Emblem Holy See.svg
Lodovico Altieri 1839 - novembre 1845 Annibale Capalti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lodovico Altieri {{{data}}} Annibale Capalti
Predecessore: Assessore della Congregazione della Romana e Universale Inquisizione Successore: Emblem Holy See.svg
Lorenzo Simonetti 28 novembre 1845-7 marzo 1853 Alessandro Macioti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lorenzo Simonetti {{{data}}} Alessandro Macioti
Predecessore: Cardinale diacono di Santa Maria della Scala Successore: CardinalCoA PioM.svg
Paolo Orsi Mangelli 10 marzo 1853-28 ottobre 1881
Diaconia in commendam dal 18 dicembre 1876
Pietro Lasagni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Paolo Orsi Mangelli {{{data}}} Pietro Lasagni
Predecessore: Prefetto dell'Economia della Congregazione di Propaganda Fide Successore: Emblem Holy See.svg
Pietro Marini 5 marzo 1858-26 settembre 1860 Teodolfo Mertel I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pietro Marini {{{data}}} Teodolfo Mertel
Predecessore: Prefetto della Congregazione del Concilio Successore: Emblem Holy See.svg
Antonio Maria Cagiano de Azevedo 26 settembre 1860-28 ottobre 1881 Lorenzo Nina I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Maria Cagiano de Azevedo {{{data}}} Lorenzo Nina
Predecessore: Cardinale protodiacono Successore: CardinalCoA PioM.svg
Giacomo Antonelli 6 novembre 1876-28 ottobre 1881 Teodolfo Mertel I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo Antonelli {{{data}}} Teodolfo Mertel
Predecessore: Cardinale diacono di Santa Maria in Via Lata Successore: CardinalCoA PioM.svg
Giacomo Antonelli 18 dicembre 1876-28 ottobre 1881 Teodolfo Mertel I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo Antonelli {{{data}}} Teodolfo Mertel
Predecessore: Segretario della Congregazione della Romana e Universale Inquisizione Successore: Emblem Holy See.svg
Costantino Patrizi Naro 21 dicembre 1876-28 ottobre 1881 Antonio Maria Panebianco, O.F.M. Conv. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Costantino Patrizi Naro {{{data}}} Antonio Maria Panebianco, O.F.M. Conv.
Predecessore: Prefetto della Congregazione dell'Immunità Ecclesiastica Successore: Emblem Holy See.svg
Filippo Maria Guidi 27 febbraio 1879-28 ottobre 1881 Lorenzo Nina I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Filippo Maria Guidi {{{data}}} Lorenzo Nina
Bibliografia
  • Francesco Malgeri, CATERINI, Prospero su Dizionario Biografico degli Italiani Treccani. URL consultato il 08-03-2020
Voci correlate