Filippo Maria Guidi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Filippo Maria Guidi, O.P.
Cardinale
Stemma Filippo Maria Guidi.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Gaetano Giuseppe
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

Filippo Maria Guidi.jpg

{{{didascalia}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 63 anni
Nascita San Biagio d'Argenta
18 luglio 1815
Morte Roma
27 febbraio 1879
Sepoltura Roma, Cimitero di Campo Verano
Conversione
Appartenenza Ordine dei Predicatori
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa Perugia, 1834
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale nessuna informazione
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo 21 dicembre 1863 da Pio IX
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Basilica di San Pietro (Roma), 17 gennaio 1864 dal papa Pio IX
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creato
Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.
(vedi)
Creato
Cardinale
16 marzo 1863 da Pio IX (vedi)
Deposto dal cardinalato
Cardinale per
Cardinale per 15 anni, 11 mesi e 11 giorni
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Confermato cardinale {{{Confermato cardinale}}}
Nomina a pseudocardinale annullata da {{{Annullato da}}}
Riammesso da
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi ricoperti
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Successione apostolica

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Filippo Maria Guidi, al secolo Gaetano Giuseppe (San Biagio d'Argenta, 18 luglio 1815; † Roma, 27 febbraio 1879) è stato un arcivescovo e cardinale italiano.

Biografia

Nacque a San Biagio d'Argenta, Ferrara; fu battezzato coi nomi di Gaetano Giuseppe. Con la famiglia si trasferì a Bologna quando era ancora ragazzo.

Formazione e ministero sacerdotale

Entrato nel seminario di Acquapendente, proseguì gli studi nell'Ordine dei Predicatori (Domenicani), presso il convento di Santa Maria della Quercia, Viterbo; emise i voti religiosi nel 1834 al convento di Perugia, mentre al convento di Santa Maria sopra Minerva a Roma ottenne il "magister" in teologia. Non vi sono notizie circa la sua ordinazione presbiterale. Esercitò il ministero come professore di filosofia e teologia a Viterbo. A Roma fu professore di Teologia al Collegio di San Tommaso e al Collegio della Minerva. Primo cattedratico al Collegio Casanatense dal 1851 al 1857 e professore di teologia all'Università di Vienna dal 1857 al 1863.

Cardinalato

Pio IX lo creò cardinale presbitero nel Concistoro del 16 marzo 1863; ricevette la berretta rossa e il titolo di San Sisto il 19 marzo seguente.

Ministero episcopale

Venne nominato arcivescovo metropolita di Bologna 21 dicembre 1863. Fu consacrato il 17 gennaio 1864 nella basilica patriarcale vaticana da Papa Pio IX, assistito da Gustave Adolf von Hohenlohe[1], arcivescovo titolare di Edessa in Osroene e da Francesco Marinelli[2], O.S.A., vescovo titolare di Porfireone, sacrestano pontificio. Non ricevette mai la regio exequatur e governò l'arcidiocesi tramite i vicari generali. Partecipò al Concilio Vaticano I svoltosi dal 1869 al 1870. Si dimise dal governo pastorale dell'arcidiocesi di Bologna senza averla mai visitata il 12 novembre 1871. Optò per l'ordine dei cardinali vescovi e la sede di Frascati , conservando in commendam il titolo di San Sisto il 29 luglio 1872. Prefetto della Congregazione dell'Immunità Ecclesiastica e Controversie Giurisdizionali dal 6 settembre 1872 fino alla morte. Si dimise il 20 giugno 1877 dal titolo in commendam. Partecipò al conclave del 1878 che elesse papa Leone XIII.

Morte

Morì il 27 febbraio 1879 all'età di 63 anni a Roma. Esposto nella chiesa di Santa Maria sopra Minerva dove si tenne il rito funebre celebrato da Vincenzo Leone Sallua[3], O.P., arcivescovo titolare di Calcedonia, mentre l'assoluzione finale fu impartita dal cardinale Camillo Di Pietro, vescovo di Ostia e Velletri, decano del Sacro Collegio cardinalizio. Venne sepolto nella cappella dei Frati Domenicani nel Cimitero del Verano a Roma.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Cardinale presbitero di San Sisto Successore: Kardinalcoa.png
Gaspare Bernardo Pianetti 19 marzo 1863 - 20 giugno 1877
(Titolo presbiterale in commendam dal 29 luglio 1872)
Lucido Maria Parocchi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gaspare Bernardo Pianetti {{{data}}} Lucido Maria Parocchi
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Bologna Successore: Arcbishop.png
Michele Viale Prelà 21 dicembre 1863 - 12 novembre 1871 Carlo Luigi Morichini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Michele Viale Prelà {{{data}}} Carlo Luigi Morichini
Predecessore: Cardinale vescovo di Frascati Successore: Kardinalcoa.png
Niccola Clarelli Parracciani 29 luglio 1872 - 27 febbraio 1879 Jean-Baptiste-François Pitra, O.S.B. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Niccola Clarelli Parracciani {{{data}}} Jean-Baptiste-François Pitra, O.S.B.
Predecessore: Prefetto della Congregazione dell'Immunità Ecclesiastica Successore: Emblem Holy See.svg
Fabio Maria Asquini 6 settembre 1872 - 27 febbraio 1879 Prospero Caterini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Fabio Maria Asquini {{{data}}} Prospero Caterini
Note
  1. cfr. Gustav Adolf Cardinal von Hohenlohe-Schillingsfürst su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 31-01-2023
  2. cfr. Bishop Francesco Marinelli, O.E.S.A. su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 31-01-2023
  3. cfr. Archbishop Vincenzo Leone Sallua, O.P.  su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 31-01-2023
Bibliografia
  • Cardinali defunti - La Gerarchia Cattolica e la Famiglia Pontificia per l'anno 1903, Tipografia poliglotta vaticana, Città del Vaticano, 1903, p. 173
  • Luciano Meluzzi, I vescovi e gli arcivescovi di Bologna, Grafica Emiliana, Bologna, 1975, (Collana storico-ecclesiastica; 3), pp. 515-517
  • (LA) Remigium Ritzler, Pirminum Sefrin, Hierarchia Catholica Medii et Recentioris Aevi, vol. VIII (1846-1903), Typis et Sumptibus Domus Editorialis "Il Messaggero di S. Antonio" presso Basilica Sant'Antonio, Padova, 1979, pp. 16, 17, 45, 53, 153
  • (DE) Christoph Weber, Kardinäle und Prälaten in den letzten Jahrzehnten des Kirchenstaates - Elite-Rekrutierung, Karriere-Muster u. soziale Zusammensetzung d. kurialen Führungsschicht zur Zeit Pius' IX. (1846-1878), Hiersemann, Stuttgart, 1978, (Päpste und Papsttum; volume 13, I-II), II, 473, 655, 679, 684, 727, 742, 748, 750
Voci correlate
Collegamenti esterni