Stanisław Dziwisz

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Stanisław Dziwisz
Dziwisz.gif
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Dziw.png

Sursum corda
Titolo cardinalizio
Cardinale presbitero di Santa Maria del Popolo
Arcivescovo di Cracovia
Età attuale 80 anni
Nascita Raba Wyżna
27 aprile 1939
Morte
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 23 giugno 1963 da mons. Karol Wojtyła
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 7 febbraio 1998 da Giovanni Paolo II
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 19 marzo 1998 dal papa Giovanni Paolo II
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo 29 settembre 2003
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
24 marzo 2006 da Benedetto XVI (vedi)
Cardinale elettore NO (fino al 27 aprile 2019)
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Stanisław Dziwisz (Raba Wyżna, 27 aprile 1939) è un arcivescovo e cardinale polacco.

Biografia

Quinto di sette figli di Stanisław e Zofia Bielarczyk, conseguì il diploma di maturità nel Liceo Classico di Nowy Targ e nel 1957 entrò nel Seminario Maggiore di Cracovia. Dopo sei anni di studi filosofico-teologici fu ordinato sacerdote il 23 giugno 1963 nella Cattedrale di Cracovia dall'allora Arcivescovo Karol Wojtyła. Dal 1963 al 1965 lavorò come viceparroco nella parrocchia di Maków Podhalański. Studiò poi liturgia nella Facoltà di Teologia di Cracovia, dove conseguì nel 1967 la licenza in Teologia. Nel 1981 discusse la tesi per il dottorato di ricerca dal titolo "Il culto di Santo Stanislao Vescovo di Cracovia fino al Concilio di Trento" ottenendo il titolo di dottore in Teologia presso la Pontificia Facoltà di Teologia a Cracovia.

Dall'ottobre 1966 all'ottobre 1978 fu cappellano e segretario particolare dell'Arcivescovo di Cracovia Karol Wojtyła. Nello stesso tempo fu insegnante di Liturgia presso l'Istituto Superiore Catechetico a Cracovia, redattore del periodico ufficiale della Curia Vescovile "Notificationes" e "Curia Metropolitana Cracoviensi", membro e segretario della Commissione Liturgica Arcidiocesana e membro del Consiglio Presbiterale. Partecipò ai lavori del Comitato dell'Anno Santo (1974-1975) e prese parte attiva, lavorando nella Commissione generale e in quelle per il culto divino e per la santificazione del tempo, al Sinodo Arcidiocesano di Cracovia celebrato dal 1972 al 1979. Fu coredattore del Cerimoniale Diocesano e del Manuale Parrocchiale.

Dall'elezione di Papa Giovanni Paolo II nell'ottobre del 1978 - e fino alla Sua morte il 2 aprile 2005 - svolse la funzione di Segretario particolare del Pontefice, divenendo il più stretto collaboratore del Papa.

Nel 1985, il Papa gli conferì il titolo di Prelato di Sua Santità e nel 1996 l'incarico di Protonotario Apostolico di numero. Dal 1987 fu anche vicepresidente della Fondazione Giovanni Paolo II. Nel 1995 fu nominato Canonico del Capitolo Metropolitano di Leopoli (Ucraina) e nel 1997 Canonico del Capitolo Metropolitano di Cracovia.

Il 7 febbraio 1998 il Santo Padre lo nominò Vescovo titolare di San Leone e Prefetto aggiunto della Casa Pontificia. Venne ordinato Vescovo dallo stesso Giovanni Paolo II il 19 marzo successivo. Il 29 settembre 2003 venne elevato alla dignità di Arcivescovo.

Il 3 giugno 2005 Benedetto XVI lo nominò Metropolita di Cracovia e nella solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo gli impose il pallio. Iniziò solennemente il ministero a Cracovia il 27 agosto 2005, con l'ingresso nella cattedrale di Wawel.

Il 4 novembre 2005 avviò a Cracovia il processo rogatorio riguardante l'eroicità delle virtù del Servo di Dio Giovanni Paolo II. Una delle importanti decisioni del nuovo Arcivescovo fu l'istituzione a Cracovia del Centro Giovanni Paolo II "Non abbiate paura" presso il santuario della Divina Misericordia a Łagiewniki.

Da Benedetto XVI fu creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 24 marzo 2006, del Titolo di Santa Maria del Popolo.

È membro della Congregazione per l'Educazione Cattolica, del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, del Pontificio Consiglio per i Laici, del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari.

Genealogia episcopale e successione apostolica

Onorificenze

Onorificenze polacche

Gran Croce dell'Ordine della Polonia Restituta - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine della Polonia Restituta
— 2003

Onorificenze straniere

Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 6 marzo 2000[1]
Gran Croce dell'Ordine al Merito (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine al Merito (Portogallo)
— 2008
Cavaliere di Gran Croce di Onore e di Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce di Onore e di Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM)
— 2007
Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna)
— 1999
Laurea honoris causa in Dinamiche interculturali e mediazione linguistica[2] - nastrino per uniforme ordinaria Laurea honoris causa in Dinamiche interculturali e mediazione linguistica[2]
— Università del Salento, 16 novembre 2011.

Successione degli incarichi

Predecessore: Segretario particolare del Sommo Pontefice Successore: John paul 2 coa.svg
Diego Lorenzi 16 ottobre 1978 - 2 aprile 2005 Georg Gänswein I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Diego Lorenzi {{{data}}} Georg Gänswein
Predecessore: Vescovo titolare di San Leone Successore: BishopCoA PioM.svg
Jacques Maurice Faivre 7 febbraio 1998 - 3 giugno 2005 Víctor Manuel Ochoa Cadavid I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Jacques Maurice Faivre {{{data}}} Víctor Manuel Ochoa Cadavid
Predecessore: Prefetto aggiunto della Casa Pontificia Successore: Emblem Holy See.svg
- 7 febbraio 1998 - 3 giugno 2005 - I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} -
Predecessore: Arcivescovo di Cracovia Successore: Stemma arcivescovo.png
Franciszek Macharski dal 3 giugno 2005 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Franciszek Macharski {{{data}}} in carica
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria del Popolo Successore: Stemma cardinale.png
Hyacinthe Thiandoum dal 24 marzo 2006 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Hyacinthe Thiandoum {{{data}}} in carica
Note
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.