Vincenzo Ranuzzi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vincenzo Ranuzzi
RANUZZI VINCENZO 27 10 1800.jpeg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"

1785 VINCENTIUS RANUZZI - RANUZZI VINCENZO.jpeg

'
Titolo cardinalizio
Età alla morte 74 anni
Nascita Bologna
1º ottobre 1726
Morte Ancona
27 ottobre 1800
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[]]
Professione religiosa [[]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 2 aprile 1760
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 11 settembre 1775
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Roma, 17 settembre 1775 dal card. Carlo Vittorio Amedeo delle Lanze
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
14 febbraio 1785 da Pio VI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Vincenzo Ranuzzi (Bologna, 1º ottobre 1726; † Ancona, 27 ottobre 1800) è stato un cardinale, arcivescovo e nunzio apostolico italiano.

Cenni biografici

Nacque a Bologna il 1º ottobre 1726, secondogenito dei cinque figli del conte Marcantonio Ranuzzi e di Maria Bergonzi Parmigiana. Vincenzo era pronipote del cardinale Angelo Ranuzzi.

Dopo gli studi superiori a Roma presso la Pontificia Accademia Ecclesiastica intrapresi dal 1746, studiò presso l'Università La Sapienza dove si addottorò in utroque jure il 5 aprile 1753.

Intrapresa la carriera ecclesiastica fu ordinato sacerdote il 5 aprile 1760. Fu referendario del Tribunale della Segnatura Apostolica di giustizia e di grazia, relatore della congregazione del Buon Governo, della Consulta e canonico del capitolo della patriarcale basilica Lateranense.

Papa Pio VI lo volle nunzio apostolico presso la Repubblica di Venezia, a tale scopo lo nominò il 11 settembre 1775 arcivescovo In partibus infidelium di Tiro. Fu consacrato il 17 settembre nella chiesa romana di sant'Agnese fuori le mura, dal cardinale Carlo Vittorio Amedeo delle Lanze, assistito da mons. Nicolas-Xavier Santamarie (Ch), vescovo titolare di Cirene, e da mons. Giuseppe Aluffi (Ch), vescovo di Bagnoregio. Il 22 settembre fu nominato dal pontefice assistente al Trono Pontificio. Fu quindi nunzio presso la Serenissima per sette anni. Nel 1782 fu inviato come nunzio presso la corte portoghese.

Fu creato cardinale e trasferito alla diocesi di Ancona e Numana con titolo personale di arcivescovo nel concistoro del 14 febbraio 1785. La berretta rossa gli fu inviata in Portogallo con breve apostolico del 25 febbraio e gli fu posta sul capo dal re del Portogallo Pietro III. Rientrato in patria l'anno seguente ricevette il titolo di cardinale presbitero di santa Maria sopra Minerva. Prese quindi possesso della sua diocesi e in essa vi rimase sino alla morte.

Per motivi di salute non prese parte al conclave veneziano del 1800 che vide la nomina a pontefice di papa Pio VII. Ranuzzi ebbe modo di ospitarlo in diocesi durante il viaggio di rientro a Roma il 21 giugno di quell'anno.

Morì ad Ancona il 27 ottobre 1800.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo titolare di Tiro Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Innocenzo Conti 11 settembre 1775 - 14 febbraio 1785 Annibale Francesco Clemente Melchiore Girolamo Nicola della Genga I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Innocenzo Conti {{{data}}} Annibale Francesco Clemente Melchiore Girolamo Nicola della Genga
Predecessore: Nunzio apostolico per la Repubblica di Venezia Successore: Flag of the Vatican City.svg
Bernardino Honorati 25 settembre 1775 - maggio 1782 Giuseppe Firrao I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bernardino Honorati {{{data}}} Giuseppe Firrao
Predecessore: Nunzio apostolico per il Portogallo Successore: Flag of the Vatican City.svg
Bernardino Muti 4 aprile 1782 - 2 settembre 1786 Carlo Bellisomi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bernardino Muti {{{data}}} Carlo Bellisomi
Predecessore: Vescovo di Ancona e Numana
(titolo personale di arcivescovo)
Successore: BishopCoA PioM.svg
Giovanni Ottavio Bufalini 14 febbraio 1785 - 27 ottobre 1800 Nicola Riganti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Ottavio Bufalini {{{data}}} Nicola Riganti
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria sopra Minerva Successore: CardinalCoA PioM.svg
Tommaso Maria Ghilini 28 settembre 1787 - 27 ottobre 1800 Giulio Maria della Somaglia I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Tommaso Maria Ghilini {{{data}}} Giulio Maria della Somaglia
Bibliografia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.