Antonio Sanseverino

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Antonio Sanseverino
Antonio Sanseverino.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

[[File:|250px]]

{{{didascalia}}}
'
Titolo cardinalizio
{{{titolo}}}
Età alla morte 66 anni
Nascita Napoli
1477
Morte Roma
17 agosto 1543
Sepoltura Chiesa della Trinità dei Monti
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 31 agosto 1528
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 21 dicembre 1531 da Clemente VII
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
21 dicembre 1527 da Clemente VII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Vescovi
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Antonio Sanseverino (Napoli, 1477; † Roma, 17 agosto 1543) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Cenni biografici

Nacque a Napoli nel 1477, secondogenito maschio di Giovanni Antonio Sanseverino, patrizio napoletano, e della moglie Enrichetta nata Carafa. Suoi fratelli furono il primogenito Alfonso, che fu poi duca di Somma, e Giovanni.

Nulla è noto della sua formazione né della sua giovinezza, se non che appartenne all'Ordine dell'ospedale di S. Giovanni. Sembra fosse stato creato cardinale in pectore da papa Leone X, ma la nomina se effettivamente vi fu non venne resa pubblica né da questo pontefice né dal successore Adriano VI.

Fu durante il drammatico sacco di Roma del 1527 che Sanseverino fu invece effettivamente creato cardinale presbitero di santa Susanna da papa Clemente VII. La nomina si inquadra in un momento di estrema difficoltà per il papa che, prigioniero delle truppe imperiali, attraverso la vendita di cappelli cardinalizi mirava a raccogliere una grossa somma di denaro per pagare il suo riscatto.

Nella 1528 il cardinale fu tra i sostenitori dell'aggressione francese contro Napoli, guidata dal visconte di Lautrec Odet de Foix. Anche il fratello maggiore, Alfonso, si schierò con gli invasori, prendendo parte attiva agli scontri prima di recarsi in esilio in Francia. Dopo la fine delle ostilità Sanseverino fu nominato arcivescovo di Taranto, carica che tenne sino alla morte, retta precedentemente dal potente cardinale Francesco Armellini Medici. Secondo la prassi corrente non visse in diocesi che fu affidata a un vicario. Dal 1528 al 1534 fu pure amministratore apostolico della diocesi di Conversano.

Nel 1530 mutò titolo assumendo quello di cardinale presbitero di Sant'Apollinare e fra il 1530 e il 1531 Sanseverino fu camerlengo del Collegio cardinalizio. Non perse la benevolenza papale con l'avvicendamento tra Clemente VII e Paolo III, alla cui elezione partecipò nel conclave del 1534.

Sotto papa Farnese mutò per ben quattro volte titolo cardinalizio: fu infatti nel 1534 cardinale presbitero di santa Maria in Trastevere, e in seguito ascese a cardinale vescovo delle sedi suburbicarie di Palestrina nel 1537, sante Sabina nel 1539 e pochi mesi prima del decesso di Porto e santa Rufina (1543), che avevano fatto parte anche del cursus honorum del nuovo pontefice.

Fu fermo sostenitore della sopravvivenza del compromesso Ordine dei frati minori cappuccini, che sotto Paolo III rischiò di essere accorpato agli osservanti o soppresso. Assieme a Giovanni Piccolomini e a Paolo Cesi fece parte dapprima di una commissione, voluta da Paolo III pochi giorni dopo la sua elezione, che doveva proporre una riforma generale dei costumi; poi di una seconda istituita nell'agosto del 1535, con l'obiettivo di riformare la Curia romana; e infine di una terza commissione, indetta nell'aprile del 1539, per la preparazione del futuro concilio.

Morì a Roma il 17 agosto 1543 e fu sepolto nella chiesa della santissima Trinità sul Pincio.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Susanna Successore: CardinalCoA PioM.svg
Raffaello Petrucci 27 aprile 1528 - 16 maggio 1530 García de Loaysa y Mendoza, O.P. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Raffaello Petrucci {{{data}}} García de Loaysa y Mendoza, O.P.
Predecessore: Arcivescovo di Taranto Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Girolamo d'Ippolito (Ch), O.P. 31 agosto 1528 - 17 agosto 1543 Francesco Colonna (Ch) I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Girolamo d'Ippolito (Ch), O.P. {{{data}}} Francesco Colonna (Ch)
Predecessore: Amministratore apostolico di Conversano Successore: BishopCoA PioM.svg
Donato Acquaviva d'Aragona (Ch) 28 luglio 1529 - 11 febbraio 1534 Giacomo Antonio Carrozza (Ch) I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Donato Acquaviva d'Aragona (Ch) {{{data}}} Giacomo Antonio Carrozza (Ch)
Predecessore: Camerlengo del Sacro Collegio Successore: CardinalCoA PioM.svg
? 1530 - 1531 ? I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
? {{{data}}} ?
Predecessore: Cardinale presbitero di Sant'Apollinare Successore: CardinalCoA PioM.svg
Giovanni Domenico De Cupis 16 maggio 1530 - 5 settembre 1534 Agostino Spinola I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Domenico De Cupis {{{data}}} Agostino Spinola
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria in Trastevere Successore: CardinalCoA PioM.svg
Lorenzo Campeggi 5 settembre 1534 - 28 novembre 1537 Gianvincenzo Carafa I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lorenzo Campeggi {{{data}}} Gianvincenzo Carafa
Predecessore: Cardinale vescovo di Palestrina Successore: Cardinalbishop.svg
Lorenzo Campeggi 28 novembre 1537 - 4 agosto 1539 Gianvincenzo Carafa I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lorenzo Campeggi {{{data}}} Gianvincenzo Carafa
Predecessore: Cardinale vescovo di Sabina Successore: Cardinalbishop.svg
Lorenzo Campeggi 4 agsoto 1539 - 8 gennaio 1543 Antonio Pucci I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lorenzo Campeggi {{{data}}} Antonio Pucci
Predecessore: Cardinale vescovo di Porto e Santa Rufina Successore: Cardinalbishop.svg
Bonifacio Ferrero 8 gennaio - 17 agosto 1543 Marino Grimani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bonifacio Ferrero {{{data}}} Marino Grimani
Bibliografia
  • Alessio Russo, Dizionario Biografico degli Italiani, Vol. 90, 2017, online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.