Ascanio Maria Sforza Visconti

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Ascanio Maria Sforza)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Ascanio Maria Sforza Visconti
Cardinale
SFORZA ASCANIO MARIA bo.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

Scuola lombarda, 1490 ca., ritratto del cardinale ascanio maria sforza (forse), 1490 ca..JPG

Ambito lombardo, Ritratto del cardinale Ascanio Sforza (1490 ca.), olio su tela; Milano, Museo Poldi Pezzoli
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 50 anni
Nascita Cremona
3 marzo 1455
Morte Roma
28 maggio 1505
Sepoltura Basilica di Santa Maria del Popolo, coro
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale non si hanno informazioni
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico 17 settembre 1479 da papa Sisto IV
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile non si hanno informazioni
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
17 marzo 1484 da Sisto IV (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 21 anni, 2 mesi e 11 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Ascanio Maria Sforza Visconti (Cremona, 3 marzo 1455; † Roma, 28 maggio 1505) è stato un cardinale italiano.

Cenni biografici

Nacque a Cremona il 3 marzo 1455, quinto di otto figli di Francesco Sforza, duca di Milano e della seconda moglie Bianca Maria Visconti, fratello minore di due duchi di Milano, Galeazzo Maria Sforza e Ludovico il Moro.

Ancora adolescente Ascanio fu predestinato al posto di cardinale da Guillaume d'Estouteville, che voleva ottenere in questo modo l'appoggio di Galeazzo Maria Sforza per la sua candidatura al soglio papale nel 1471. Fu invece eletto papa Francesco della Rovere con il nome di Sisto IV e l'investitura cardinalizia venne posticipata. Sisto IV lo propose al cardinalato nel concistoro del 1477, ma il Collegio dei Cardinali non ne accettò la candidatura.

Il 17 settembre 1479 fu nominato amministratore apostolico della diocesi di Pavia.

Cardinalato

Fu nominato cardinale nel concistoro del 17 marzo 1484 ricevendo la diaconia di Santi Vito, Modesto e Crescenzia.

Composti alcuni dissensi con il fratello duca, Ludovico il Moro, ne divenne fedele strumento e rappresentante nella curia romana. Fu riferimento della fazione sforzesca nel conclave del 1492 e favorì l'elezione pontificia di Alessandro VI il 27 agosto di quell'anno. In seguito fu nominato Vice-cancelliere di Santa Romana Chiesa.

Fu in aperto contrasto con il pontefice più volte. Nel 1492 dimissionò dal cardinalato e in occasione della calata in Italia di Carlo VIII fu a fianco del sovrano quando entrò in Roma nel 1494. In seguito, mutata la situazione politica di Milano, si riconciliò col papa e gli rimase vicino negli anni seguenti sostenendone la politica antifrancese. Con l'ascesa al potere del cardinale Cesare Borgia e mutata nuovamente la politica pontificia verso i francesi, i rapporti con Alessandro VI si interruppero nuovamente a causa dell'annullamento nel 1497 del matrimonio tra Lucrezia Borgia e Giovanni Sforza, signore di Pesaro.

Quando la Francia invase di nuovo l'Italia con la collaborazione della Santa Sede, Ascanio vide la caduta di Ludovico Sforza e la sua prigionia. Nel conclave del settembre 1503 fu tra i papabili ma fu eletto papa Francesco Todeschini Piccolomini che prese il nome di Pio III. Alla morte di questi, il mese stesso della sua incoronazione, Ascanio ritentò l'ascesa al papato, ma fu eletto Giuliano della Rovere con il nome di Giulio II.

Morì di peste a Roma il 27 o 28 maggio 1505 e fu sepolto nella Basilica di Santa Maria del Popolo in un monumento funebre opera di Andrea Sansovino.

Successione degli incarichi

Predecessore: Amministratore apostolico di Pavia Successore: BishopCoA PioM.svg
Giacomo Ammannati Piccolomini
(vescovo)
17 settembre 1479-26 marzo 1505 Francesco Alidosi
(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo Ammannati Piccolomini
(vescovo)
{{{data}}} Francesco Alidosi
(vescovo)
Predecessore: Cardinale diacono di Santi Vito e Modesto in Macello Martyrum Successore: CardinalCoA PioM.svg
Giovanni Battista Savelli 17 marzo 1484-26 agosto 1492 sé stesso I

sé stesso 31 gennaio 1495-28 maggio 1505 Carlo Domenico del Carretto II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Battista Savelli {{{data}}} sé stesso
Predecessore: Legato apostolico di Bologna Successore: Emblem Holy See.svg
Giovanni Battista Savelli 1º agosto 1485-2 ottobre 1499 Juan Borgia I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Battista Savelli {{{data}}} Juan Borgia
Predecessore: Amministratore apostolico di Novara Successore: BishopCoA PioM.svg
Giovanni Arcimboldi
(vescovo)
25 ottobre 1484-18 aprile 1485 Gerolamo Pallavicini
(vescovo)
I

Gerolamo Pallavicini
(vescovo)
18 agosto 1503-28 maggio 1505 Federico Sanseverino II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Arcimboldi
(vescovo)
{{{data}}} Gerolamo Pallavicini
(vescovo)
Predecessore: Amministratore apostolico di Cremona Successore: BishopCoA PioM.svg
Giacomo Antonio Della Torre
(vescovo)
4 agosto 1486-28 maggio 1505 Galeotto Franciotti della Rovere I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo Antonio Della Torre
(vescovo)
{{{data}}} Galeotto Franciotti della Rovere
Predecessore: Amministratore apostolico di Pesaro Successore: BishopCoA PioM.svg
Astorre Malvezzi
(vescovo eletto)
16 maggio 1488-16 maggio 1491 Luigi Capra
(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Astorre Malvezzi
(vescovo eletto)
{{{data}}} Luigi Capra
(vescovo)
Predecessore: Vice-Cancelliere di Santa Romana Chiesa Successore: Emblem Holy See.svg
Rodrigo Borgia 27 agosto 1492-27 maggio 1505 Galeotto Franciotti della Rovere I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Rodrigo Borgia {{{data}}} Galeotto Franciotti della Rovere
Predecessore: Amministratore apostolico di Eger Successore: BishopCoA PioM.svg
Rodrigo Borgia 31 agosto 1492-9 giugno 1497 Tamás Bakócz
(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Rodrigo Borgia {{{data}}} Tamás Bakócz
(vescovo)
Predecessore: Amministratore apostolico di Elne Successore: BishopCoA PioM.svg
Charles de Martigny
(vescovo)
1º gennaio 1494-1º maggio 1495 Cesare Borgia I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Charles de Martigny
(vescovo)
{{{data}}} Cesare Borgia
Bibliografia
  • Voce "Sforza, Ascanio Maria", in Dizionario di Storia Treccani, (2011) online