Diocesi di Perpignano-Elne

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Diocesi di Perpignano-Elne
Dioecesis Elnensis
Chiesa latina

[[File:|290px]]
vescovo Norbert José Henri Turini
Sede Perpignano

sede vacante
Perpignano

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea dell'arcidiocesi di Montpellier
Regione ecclesiastica Midi
Pyrénées-Orientales-Position.svg
Mappa della diocesi
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Nazione bandiera Francia
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari

Vescovi emeriti:

Jean-Berchmans-Marcel-Yves-Marie-Bernard Chabbert, O.F.M.
Parrocchie 251
Sacerdoti

108 di cui 87 secolari e 21 regolari
2.851 battezzati per sacerdote

27 religiosi 109 religiose 15 diaconi
400.000 abitanti in 4.143 km²
308.000 battezzati (77,0% del totale)
Eretta VI secolo
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
8 rue de l'Academie, 66027 Perpignan CEDEX, France
tel. 4.68.35.20.65 fax. 4.68.35.85.55

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2005 Scheda
Chiesa cattolica in Francia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

La diocesi di Perpignano-Elne (in latino: Dioecesis Elnensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Montpellier appartenente alla regione ecclesiastica Midi. Nel 2004 contava 308.000 battezzati su 400.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Norbert José Henri Turini.

Territorio

La diocesi comprende il dipartimento francese dei Pirenei Orientali.

Sede vescovile è la città di Perpignano, dove si trova la cattedrale di San Giovani Battista. A Elne sorge la concattedrale di Sant'Eulalia e Santa Giulia.

Il territorio è suddiviso in 251 parrocchie.

Storia

La diocesi di Elne fu eretta nel VI secolo. Origianariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Tarragona.

Il 1º settembre 1601 in forza della bolla Superna dispositione di papa Clemente VIII la sede vescovile fu trasferita a Perpignano e la diocesi assunse il nome attuale.

Nel 1659 come conseguenza del Trattato dei Pirenei entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Narbona.

Nel 1790 la diocesi divenne suffraganea dell'arcidiocesi di Albi.

In seguito al Concordato con la bolla Qui Christi Domini di papa Pio VII del 29 novembre 1801 la diocesi fu soppressa ed il suo territorio unito a quello della diocesi di Carcassonne.

Nel giugno 1817 fra Santa Sede e governo francese fu stipulato un nuovo concordato, cui fece seguito il 27 luglio la bolla Commissa divinitus, con la quale il papa restaurava la sede di Perpignano-Elne. Tuttavia, poiché il concordato non entrò in vigore in quanto non ratificato dal Parlamento di Parigi, questa erezione non ebbe effetto.

Il 6 ottobre 1822 la diocesi fu definitivamente ristabilita con la bolla Paternae caritatis del medesimo papa Pio VII, ricavandone il primitivo territorio dalla diocesi di Carcassonne.

L'8 dicembre 2002, in seguito alla riorganizzazione delle circoscrizioni ecclesiastiche francesi, ha cambiato metropolia, passando da quella di Albi a quella di Montpellier.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

La diocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 400.000 persone contava 308.000 battezzati, corrispondenti al 77,0% del totale.

Fonti
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.