Diocesi di Tricarico

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Diocesi di Tricarico
Dioecesis Tricaricensis
Chiesa latina

Cattedrale di Santa Maria Assunta.jpg
vescovo Giovanni Intini
Sede Tricarico

sede vacante
Tricarico

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea dell'arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo
Regione ecclesiastica Basilicata
Provincia italiana di Matera
Collocazione geografica della diocesi
Nazione bandiera Italia
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari

Vescovi emeriti:

Parrocchie 32
Sacerdoti

41 di cui 33 secolari e 8 regolari
853 battezzati per sacerdote

8 religiosi 48 religiose
36.700 abitanti in 1.237 km²
35.000 battezzati (95,3% del totale)
Eretta X secolo
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Piazza monsignor Raffaello delle Nocche 2, 75019 Tricarico (Matera), Italia
tel. +390835723052 @

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2011 riferiti al 2010 Scheda
Chiesa cattolica in Italia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

La diocesi di Tricarico (in latino: Dioecesis Tricaricensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo appartenente alla regione ecclesiastica Basilicata. Nel 2010 contava 35.000 battezzati su 36.700 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Giovanni Intini.

Il patrono della diocesi è san Potito.

Territorio

La diocesi comprende la città di Tricarico ed altri 19 comuni della provincia di Matera e della provincia di Potenza.

Sede vescovile è la città di Tricarico, dove si trova la cattedrale di Santa Maria Assunta.

Il territorio è suddiviso in 32 parrocchie.

Storia

È stata eretta nel 968 come diocesi di rito bizantino, passò al rito latino nel 1060.

Un documento a firma di Niceforo Foca, imperatore di Bisanzio, autorizza il patriarca di Costantinopoli, Polieucte a conferire all'arcivescovo di Otranto la potestà di consacrare i vescovi delle sedi suffraganee di Tricarico, Tursi, Acerenza, Gravina e Matera.

Non vi sono notizie circa la serie di vescovi di rito greco, la cronotassi inizia dal 1060, con il passaggio al rito latino. Nonostante il passaggio ufficiale al rito latino, la messa continuò ad essere celebrata secondo il rito bizantino fino alla prima metà del XIII secolo.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

La diocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 36.700 persone contava 35.000 battezzati, corrispondenti al 95,3% del totale.

Note
Voci correlate
Fonti
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.