Arcidiocesi di Oristano

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Arcidiocesi di Oristano
Archidioecesis Arborensis
Chiesa latina

Cattedrale Or.jpg
Sede Oristano

sede vacante
Oristano

Amministratore apostolico Ignazio Sanna
Arcivescovo eletto Roberto Carboni
Suffraganea
Regione ecclesiastica Sardegna
Provincia italiana di Oristano
Collocazione geografica della diocesi
Nazione bandiera Italia
diocesi suffraganee
Ales-Terralba
coadiutore
vicario Paolo Ghiani
provicario
generale
ausiliari

Cariche emerite:

Pier Giuliano Tiddia,
Ignazio Sanna
Parrocchie 85 (9 vicariati )
Sacerdoti

126 di cui 103 secolari e 23 regolari
1.166 battezzati per sacerdote

27 religiosi 321 religiose 6 diaconi
147.900 abitanti in 3.112 km²
147.000 battezzati (99,3% del totale)
Eretta XI secolo
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Piazza Giovanni Paolo II 1, 09170 Oristano, Italia
tel. +3907837708200 fax. 07837708220 @

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2005 Scheda
Chiesa cattolica in Italia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

L'arcidiocesi di Oristano (in latino: Archidioecesis Arborensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica appartenente alla regione ecclesiastica Sardegna. Nel 2004 contava 147.000 battezzati su 147.900 abitanti. La sede è vacante, in attesa che l'arcivescovo eletto Roberto Carboni, O.F.M.Conv., ne prenda possesso.

Territorio

L'arcidiocesi comprende i seguenti comuni:

  • in provincia di Oristano: Abbasanta, Allai, Arborea, Ardauli, Assolo, Asuni, Baratili San Pietro, Bauladu, Bidonì, Bonarcado, Busachi, Cabras, Fordongianus, Genoni, Ghilarza, Laconi, Marrubiu, Milis, Mogorella, Narbolia, Neoneli, Norbello, Nughedu Santa Vittoria, Nurachi, Nureci, Ollastra, Oristano, Palmas Arborea, Paulilatino, Riola Sardo, Ruinas, Samugheo, San Vero Milis, Santa Giusta, Seneghe, Senis, Siamaggiore, Siamanna, Siapiccia, Simaxis, Solarussa, Tramatza, Ulà Tirso, Villa Sant'Antonio, Villanova Truschedu, Villaurbana, Zeddiani e Zerfaliu;
  • in provincia di Nuoro: Aritzo, Atzara, Austis, Belvì, Desulo, Gadoni, Meana Sardo, Sorgono, Ortueri, Ovodda, Teti, Tiana e Tonara;
  • nella provincia del Medio Campidano: Barumini, Gesturi e Villanovafranca;
  • in provincia di Cagliari: Isili, Nuragus e Nurallao.

Sede arcivescovile è la città di Oristano, dove si trova la cattedrale di santa Maria Assunta.

Il territorio è suddiviso in 85 parrocchie.

Storia

L'arcidiocesi è stata eretta nell'XI secolo. Trae origine dall'antica diocesi di Tharros di cui esistono notizie a partire dal V secolo. Il primo vescovo di cui si trova menzione è un anonimo citato in un documento di papa Urbano II del 1088. La provincia ecclesiastica comprendeva come suffraganee le diocesi di Santa Giusta, di Ales e di Terralba.

Il 28 aprile 1296 alla Chiesa di Oristano fu unita la sede di Tiro in Libano, dopo che quest'ultima era stata conquistata dai saraceni. Per circa un secolo gli arcivescovi di Oristano aggiunsero al proprio titolo quello di Tiro.

Nel 1503 alla sede oristanese venne unita la diocesi di Santa Giusta, che era stata eretta prima del 1119 (forse prima del 1080).

Cronotassi dei vescovi

Sacerdoti originari promossi all'episcopato

I sacerdoti originari della diocesi viventi promossi all'episcopato sono:

Statistiche

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 147.900 persone contava 147.000 battezzati, corrispondenti al 99,3% del totale.


Fonti
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.