Francesco Maria Locatelli

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Francesco Maria Locatelli
Pio 7 Locatelli Francesco Maria.jpeg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"

LOCATELLI FRANCESCO (+1811).jpeg

'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 83 anni
Nascita Cesena
22 febbraio 1727
Morte Spoleto
13 febbraio 1811
Sepoltura Cattedrale di Spoleto
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[]]
Professione religiosa [[]]
Ordinato diacono 16 marzo 1800
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 18 marzo 1752
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 1º giugno 1772
nominato arcivescovo
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 8 giugno 1772 dal cardinal Lazzaro Opidio Pallavicini
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
13 gennaio 1803 da Pio VII (23 febbraio 1801 in pectore) (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Francesco Maria Locatelli o Loccatelli (Cesena, 22 febbraio 1727; † Spoleto, 13 febbraio 1811) è stato un cardinale e vescovo italiano.

Cenni biografici

Nacque a Cesena il 22 febbraio 1727. Dopo gli studi iniziali a Cesena studiò giurisprudenza all'Università di Bologna, dove il 9 novembre 1752 si laureò in utroque jure. L'8 giugno di quello stesso anno ricevette l'ordinazione sacerdotale. Arcidiacono del capitolo della cattedrale di Cesena, nel 1772 divenne vicario della diocesi di Cesena-Sarsina. Il 1° giugno 1772 fu eletto vescovo di Spoleto. Fu consacrato l'8 giugno a Roma nella chiesa di sant'Andrea delle Fatte, dal cardinale Lazzaro Pallavicini Opidio, Cardinale Segretario di Stato, assistito da mons. Francesco Carafa della Spina di Traetto, allora arcivescovo titolare di Patrasso e segretario della sacra congregazione dei Vescovi e Regolari, e da mons. Francesco Saverio de Zelada, allora arcivescovo titolare di Petra in Palestina, segretario della sacra congregazione del Consiglio e per la residenza dei vescovi. Il 13 giugno fu nominato assistente al soglio pontificio. In diocesi si operò per il restauro della cattedrale. Dopo la cacciata dei Gesuiti da Spagna e Portogallo, ne accolse in diocesi dando protezione e sostegno a molti di questi, così come, dopo la rivoluzione francese, fece con il clero esiliato dalla Francia. Nel 1796 ospitò in diocesi il futuro papa Pio VII ed ebbe modo di ospitarlo ancora nel 1805 dopo il suo ritorno dall'esilio francese. Quel pontefice lo creò cardinale riservandolo in pectore nel concistoro del 23 febbraio 1801. La nomina fu resa pubblica nel concistoro del 17 gennaio 1803 e ricevette tre giorni dopo la berretta rossa con il titolo di cardinale presbitero di santa Maria in Aracoeli. Fece parte delle sacre congregazioni: per i vescovi e regolari, dell'immunità ecclesiastica, della disciplina dei regolari e per le indulgenze e le sacre reliquie. Nel 1810 non fu costretto a partire alla volta di Parigi per assistere al secondo matrimonio dell'imperatore Napoleone Buonaparte. I gravi avvenimenti che coinvolsero la Chiesa in quegli anni infatti lo avevano molto minato sia fisicamente che psichicamente. Morì il 13 febbraio dell'anno seguente, il suo corpo riposa nella cattedrale spoletana.

Genealogia episcopale

Predecessore: Vescovo di Spoleto Successore: BishopCoA PioM.svg
Vincenzo Acqua (Ch) 1º giugno 1772 - 13 febbraio 1811 Francesco Canali I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Vincenzo Acqua (Ch) {{{data}}} Francesco Canali
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria in Ara Coeli Successore: CardinalCoA PioM.svg
Alessandro Mattei 28 marzo 1803 - 13 febbraio 1811 Giovanni Battista Quarantotti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alessandro Mattei {{{data}}} Giovanni Battista Quarantotti
Bibliografia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.