Annibale Albani

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Annibale Albani
ALBANI ANNIBALE 6 pt 21 10 1751.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

1711 HANNIBAL ALBANUS - ALBANI ANNIBALE.JPG

'
Titolo cardinalizio
Età alla morte 69 anni
Nascita Urbino
15 agosto 1682
Morte Roma
21 ottobre 1751
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 28 ottobre 1722
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Roma, 15 agosto 1730 dal Cardinal Francesco Barberini
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
23 dicembre 1711 da Clemente XI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Vescovi
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Annibale Albani (Urbino, 15 agosto 1682; † Roma, 21 ottobre 1751) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Cenni biografici

Nacque a Urbino il 15 agosto 1682, da Orazio, fratello di Papa Clemente XI, e da Maria Bernardina Ondedei-Zonghi. Suo fratello Alessandro fu pure cardinale. Per volontà dello zio pontefice compì gli studi presso i gesuiti del Collegio Romano, dove si laureò in filosofia e teologia. In seguito proseguì gli studi in giurisprudenza a Urbino dove si laureò in utroque iure nel 1703.

Nel 1709 fu nunzio straordinario a Vienna per difendere i diritti della Santa Sede sul Ducato di Parma e Piacenza e ottenere la restituzione del territorio di Comacchio occupato dagli Austriaci l'anno precedente. Fu poi nunzio a Dresda nel 1710 e a Colonia l'anno seguente, al suo ritorno a Roma fu creato cardinale nel concistoro del 23 dicembre 1711. L'anno stesso della sua elezione al cardinalato fu nominato segretario dei memoriali. Il 4 gennaio successivo fu nominato arciprete della basilica di San Pietro. Fu camerlengo di Santa Romana Chiesa dal 1719 al 1747, cardinale vescovo di Sabina dal 1730 e dal 1743 di Porto e Santa Rufina.

Svolse un'attiva opera di mediazione tra la Francia e la Santa Sede per risolvere i gravi contrasti provocati dalla bolla Unigenitus. Ebbe ruoli di primo piano nei conclavi del 1721, 1724, 1730, 1740. Come protettore del Regno di Polonia, si adoperò affinché la Santa Sede riconoscesse come re Augusto III.

Morì a Roma il 21 ottobre 1751 e fu sepolto in San Pietro.

Opere

Di lui si conosce una Orazione, detta in Campidoglio, per l'Accademia dell'Arti Liberali nel 1704. Nel 1724 curò una ristampa delle Omelie di suo zio, e, più tardi, una raccolta delle Constitutiones synodales Sabinae dioecesis (Urbino 1737), nonché una Collectio Bullarum Sacrosanctae Basilicae Vaticanae, in tre volumi (Roma 1747-52). Sotto il suo nome l'editore Giuseppe Assemani pubblicò il testo greco e la secentesca versione latina dell'Arcudio del Menologium Graecorum iussu Basilii imperatoris Graece (Urbino 1727).

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale.


Predecessore: Arciprete della Basilica di San Pietro Successore: StPetersDomePD.jpg
Francesco Nerli il Giovane 4 giugno 1712 - 21 ottobre 1751 Henry Benedict Stuart I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Nerli il Giovane {{{data}}} Henry Benedict Stuart
Predecessore: Cardinale diacono di Santa Maria in Cosmedin Successore: CardinalCoA PioM.svg
Nicola Grimaldi 1716 - 1722 Alessandro Albani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Nicola Grimaldi {{{data}}} Alessandro Albani
Predecessore: Camerlengo di Santa Romana Chiesa Successore: COA Cardinal Camerlingue template.svg
Giambattista Spinola il giovane 1719 - 1747 Silvio Gonzaga Valenti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giambattista Spinola il giovane {{{data}}} Silvio Gonzaga Valenti
Predecessore: Cardinale vescovo di Sabina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Pietro Ottoboni 1730-1743 Vincenzo Bichi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pietro Ottoboni {{{data}}} Vincenzo Bichi
Predecessore: Cardinale vescovo di Porto e Santa Rufina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Lodovico Pico della Mirandola 1743 - 1751 Pier Luigi Carafa iuniore I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lodovico Pico della Mirandola {{{data}}} Pier Luigi Carafa iuniore
Bibliografia
  • G. Sofri Dizionario Biografico degli Italiani - Vol. 1 (1960), online
  • Lorenzo Cardella Memorie storiche de' cardinali della Santa Romana Chiesa. Roma: Stamperia Pagliarini, 1793, vol. 8, p. 115 e seg. online
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.