František Tomášek

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
František Tomášek
Stemma del card.Tomasek.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Frantisek Tomasek.jpg

Laxabo rete
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 93 anni
Nascita Studénka
30 giugno 1899
Morte Praga
4 agosto 1992
Sepoltura Cattedrale di San Vito, Praga
Appartenenza Arcidiocesi di Omolouc
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 5 luglio 1922 dall'arcivescovo Antonín Cyril Stojan
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 12 ottobre 1949 da papa Pio XII
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 13 ottobre 1949 dall'arcivescovo Josef Karel Matocha
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo 30 dicembre 1977 da papa Paolo VI
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
27 giugno 1977 da Paolo VI (24 maggio 1976 in pectore) (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

František Tomášek (Studénka, 30 giugno 1899; † Praga, 4 agosto 1992) è stato un cardinale e arcivescovo ceco.

Cenni biografici

Nato a Studénka, nell'arcidiocesi di Olomouc, Moravia, nell'Impero Austro-Ungarico (oggi Repubblica Cecoslovacca), era il secondo di sei figli. Suo padre era insegnante e direttore della scuola locale ed è morto nel 1906, quando František era ragazzino; la madre, per dare ai figli la possibilità di studiare, si è trasferita a Olomouc.

Formazione e ministero sacerdotale

Ha studiato presso il Liceo-Ginnasio di Olomouc, 1910-1919; il suo breve servizio militare si è concluso con la fine della Prima Guerra Mondiale; in seguito ha frequentato il Seminario Maggiore di Olomouc.

È stato ordinato sacerdote il 5 luglio 1922 a Olomouc da Antonín Cyril Stojan, arcivescovo di Olomouc. Ha svolto il servizio sacerdotale nell'arcidiocesi di Olomouc ed è stato docente presso la Facoltà di Teologia di Olomouc, 1922-1949.

Ministero episcopale

Eletto Vescovo titolare di Buto e nominato Vescovo ausiliare di Olomouc, è stato consacrato vescovo il 13 ottobre 1949 da Josef Matocha, arcivescovo di Olomouc, senza assistenti. La sua consacrazione non è stata resa pubblica a causa della persecuzione religiosa da parte delle autorità del regìme comunista. Il suo motto episcopale era:Laxabo rete.

Dal 22 luglio 1951 al 28 maggio 1954 è stato internato in un campo di lavori forzati da parte del regime. Dal 1954 al 1965, ha svolto il ministero pastorale a Omolouc. Nel febbraio 1965 è stato nominato amministratore apostolico dell'arcidiocesi di Praga poiché l'arcivescovo della città, Josef Beran, recatosi a Roma per ricevere il Titolo cardinalizio, non è potuto rientrare in patria per ordine del governo comunista cecoslovacco.

Ha partecipato al Concilio Vaticano II, 1962-1965. Amministratore apostolico, sede plena, di Praga, dal 18 febbraio 1965; sede vacante, 1969-1977. Ha preso parte alla Terza Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, tenutosi in Vaticano, dal 27 settembre al 26 ottobre 1974.

Nominato arcivescovo di Praga dal 1977, ha mantenuto tale carica fino alle sue dimissioni, avvenute nel 1991. Ha sempre avuto un atteggiamento di cauto ma deciso confronto nei confronti del governo comunista cecoslovacco, che contrastava la Chiesa cattolica. Per questa ragione è stato definito il cardinale di ferro, anticipando con il suo atteggiamento la Rivoluzione di Velluto del 1989, allorché i paesi del Patto di Varsavia videro allentarsi, in modo molto spontaneo e incruento, i legami e vincoli con l'ex Unione Sovietica.

Cardinalato

Papa Paolo VI lo ha creato cardinale in pectore nel concistoro del 24 maggio 1976 e lo ha pubblicato nel concistoro del 27 giugno 1977; ha ricevuto la Berretta rossa e il Titolo cardinalizio dei Santi Vitale, Valeria, Gervasio e Protasio lo stesso giorno. È stato promosso alla sede metropolitana di Praga il 30 dicembre 1977 e ha partecipato al Conclave tenutosi dal 25 al 26 agosto 1978 che ha eletto papa Giovanni Paolo I e a quello dal 14 al 16 ottobre 1978 che ha eletto papa Giovanni Paolo II.

Ha perso il diritto di partecipare al Conclave al raggiungimento dell'età di 80 anni, il 30 giugno 1979. Ha partecipato alla Prima Assemblea Plenaria del Sacro Collegio dei Cardinali, dal 5 al 9 novembre 1979, alla Sesta Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi dal 29 settembre al 28 ottobre 1983, alla Seconda Assemblea Straordinaria del Sinodo dei Vescovi dal 24 novembre all'8 dicembre 1985 e alla Settima Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi dal 1º ottobre al 30 ottobre 1987.

Ha sostenuto gli studenti e gli attori durante la Rivoluzione di Velluto nel 1989. Ha rassegnato le dimissioni dal governo pastorale dell'arcidiocesi, il 27 marzo 1991. Era divenuto un simbolo della lotta per il rispetto dei diritti umani e per la libertà religiosa in Cecoslovacchia.

È stato fra quei sacerdoti che hanno apertamente dichiarato un parere favorevole per le apparizioni mariane di Međugorje.

Morte

È morto per arresto cardiaco, aggravato dalla polmonite, il 4 agosto 1992 all'età di 93 anni a Praga ed è stato seppellito nella cappella arcivescovile della Cattedrale di San Vito a Praga.

Al suo funerale, celebrato nella cattedrale metropolitana di Praga e presieduto dal cardinale Angelo Sodano, hanno pure partecipato monsignore Miloslav Vlk, arcivescovo di Praga, successore del defunto cardinale, Giovanni Coppa, Nunzio apostolico in Cecoslovacchia e il Cardinale Ján Chryzostom Korec, S.J., vescovo di Nitra. Erano anche presenti Helmut Kohl, cancelliere tedesco, Lech Walesa, presidente della Polonia, Thomas Klestil, presidente dell'Austria e Jozsef Antall, primo ministro ungherese.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale.

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Buto Successore: BishopCoA PioM.svg
- 12 ottobre 1949-27 giugno 1977 sede vacante I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} sede vacante
Predecessore: Cardinale presbitero dei Santi Vitale, Valeria, Gervasio e Protasio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Benjamín de Arriba y Castro 27 giugno 1977-4 agosto 1992 Adam Joseph Maida I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Benjamín de Arriba y Castro {{{data}}} Adam Joseph Maida
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Praga Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Josef Beran 30 dicembre 1977-27 marzo 1991 Miloslav Vlk I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Josef Beran {{{data}}} Miloslav Vlk
Predecessore: Primate della Repubblica Ceca Successore: PrimateNonCardinal PioM.svg
Josef Beran 30 dicembre 1977-27 marzo 1991 Miloslav Vlk I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Josef Beran {{{data}}} Miloslav Vlk
Predecessore: Presidente della Conferenza dei Vescovi della Cecoslovacchia Successore: Mitra heráldica.svg
- 17 aprile 1990-11 giugno 1991 František Tondra I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} František Tondra
Voci correlate

Concistori di Paolo VI

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.