Antonio Lamberto Rusconi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Antonio Lamberto Rusconi
Card. Antonio Lamberto Rusconi.png
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

Antonio Lamberto Rusconi.jpg

'
Titolo cardinalizio
Età alla morte 82 anni
Nascita Cento
19 giugno 1743
Morte Imola
1º agosto 1825
Sepoltura Cattedrale di Imola
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono 1º gennaio 1803
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 2 gennaio 1803 da arc. Giuseppe Garampi
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 8 marzo 1816 da papa Pio VII
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 21 marzo 1816 da Pio VII
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
8 marzo 1816 da Pio VII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Antonio Lamberto Rusconi (Cento, 19 giugno 1743; † Imola, 1º agosto 1825) è stato un cardinale e vescovo italiano.

Cenni biografici

Nacque a Cento il 19 giugno 1743 nell'arcidiocesi di Bologna. Era figlio di Domenico Bartolomeo Rusconi e della moglie Maria Marta nata Manari, di famiglia patrizia originario di Como.

Compì gli studi di giurisprudenza e scienze economiche all'Università di Bologna dove conseguì un dottorato in utroque iure.

Dal 1763 fu canonico della collegiata di san Biagio della sua città. Nel 1765 si stabilì a Roma per continuare gli studi. Entrò in prelatura sotto papa Clemente XIV e divenne referendario dei Tribunali della Segnatura Apostolica di Giustizia e di Grazia il 23 dicembre 1773 e lo stesso anno abbreviatore de parco maggiore. Nel 1775 fu nominato relatore al Buon Governo. In tale veste visitò diverse località dello Stato Pontificio nelle province di Sabina, Marittima e Campagna, Patrimonio, Benevento e Pontecorvo. Il 14 febbraio 1785 divenne uditore civile del cardinale Carlo Rezzonico, camerlengo di Santa Romana Chiesa.

Dopo la prima restaurazione papa Pio VII lo nominò capo della particolare deputazione della Grascia il 9 luglio 1800. Dal 15 dicembre dell'anno seguente fu revisore della Sacra Rota Romana per Bologna e prestò giuramento l'8 gennaio 1802.

Il 1º gennaio 1803 ricevette il diaconato e il giorno seguente fu ordinato presbitero. Fu uditore della Camera Apostolica per molti anni. Membro della Congregazione dello Stato formato dal cardinale Agostino Rivarola l'11 maggio 1814, dopo la seconda restaurazione del governo pontificio a Roma. Fu incaricato di rimettere in funzione la pontificia Università Gregoriana, l'Archiginnasio della Sapienza, le scuole, biblioteche e musei della città di Roma. Fu anche responsabile dell'amministrazione delle poste e delle opere urbane.

Fu creato cardinale sacerdote nel concistoro dell'8 marzo 1816, ricevette il cappello rosso tre giorni dopo e il 29 aprile il titolo presbiterale dei santi Giovanni e Paolo. Fu eletto vescovo di Imola nello stesso concistoro, fu consacrato da Pio VII il 21 marzo 1816 nella cappella privata del papa, coadiuvato da mons. Francesco Bertazzoli, allora arcivescovo titolare di Edessa e da mons. Giuseppe Bartolomeo Menocchio (Ch), O.E.S.A., vescovo della sede titolare di Porfireone, sacrestano papale. Nella stessa cerimonia fu consacrato il cardinale Nicola Riganti, vescovo di Ancona. Fu legato in Romagna dal 9 febbraio 1820. Partecipò al conclave del 1823, che elesse papa Leone XII.

Morì il 1º agosto 1825 nella sua sede vescovile e fu sepolto nella Cattedrale di Imola.

Questa è l'iscrizione nel suo memoriale, situata sulla parete sud della cattedrale:

Iscrizione
« XPH · S · E ·XP

ANTONIUS · RUSCONIUS · CARD
TIT · SANCTOR · IOANN · ET · PAULI EPISCOPUS · FOROCORNELIENS
VIX · ANN · LXXXII DEC · AN · MDCCCXXV
NOMINE · QUISQUIS · ADES · LECTO · BONA · VERBA · PRECARE
HEIC · O · QUI · TEGERIS · SIT · TIBI · PAX · SUPERUM
 »

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Imola Successore: BishopCoA PioM.svg
Barnaba Gregorio Chiaramonti, O.S.B. 8 marzo 1816 - 1º agosto 1825 Giacomo Giustiniani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Barnaba Gregorio Chiaramonti, O.S.B. {{{data}}} Giacomo Giustiniani
Predecessore: Cardinale presbitero dei Santi Giovanni e Paolo Successore: CardinalCoA PioM.svg
Aurelio Roverella 29 aprile 1816 - 1º agosto 1825 Vincenzo Macchi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Aurelio Roverella {{{data}}} Vincenzo Macchi
Predecessore: Legato pontificio di Romagna Successore: Emblem Holy See.svg
Antonio Dugnani 9 febbraio 1820 - 1º agosto 1825 I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Dugnani {{{data}}}

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.