Carlo Cremonesi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Carlo Cremonesi
Cardinale
Stemma Carlo Cremonesi.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

Immagine Carlo Cremonesi.jpg

{{{didascalia}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 77 anni
Nascita Roma
4 novembre 1866
Morte Città del Vaticano
25 novembre 1943
Sepoltura Basilica di San Lorenzo in Lucina (Roma)
Appartenenza Diocesi di Roma
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale Roma, 21 giugno 1890
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo 29 dicembre 1921 da Benedetto XV
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Cappella Sistina, 8 gennaio 1922 dal papa Benedetto XV
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
14 dicembre 1925 da Pio XI (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 17 anni, 11 mesi e 11 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Carlo Cremonesi (Roma, 4 novembre 1866; † Città del Vaticano, 25 novembre 1943) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Biografia

Nacque il 4 novembre 1866 a Roma, nello Stato Pontificio.

Formazione e ministero sacerdotale

Entrato nel Pontificio Seminario Romano, fu ordinato presbitero il 21 giugno 1890 a Roma. Esercitò il ministero nella diocesi quale Professore di letteratura al Pontificio Ateneo Urbano "De Propaganda Fide" a Roma fino al 1909. Fu segretario del Cardinale Luigi Galimberti ch e canonico del capitolo di "Sant'Angelo in Pescheria". Fu nominato Cappellano onorario di Sua Santità il 22 maggio 1898 da Leone XIII e riconfermato in tale titolo il 15 settembre 1903 da Pio X.

Divenne Notaio per i processi delle candidature alle sedi episcopali italiane e Segretario della Pontificia Commissione per le Opere di Religione dal 1909 al 1921. Fu promosso Prelato domestico di Sua Santità il 9 settembre 1910 e chierico della Camera Apostolica il 14 giugno 1914.

Ministero episcopale e attività diplomatica

Il 29 dicembre 1921 fu nominato da Benedetto XV arcivescovo titolare di Nicomedia in qualità di Elemosiniere segreto di Sua Santità[1]. Fu consacrato l'8 gennaio 1922 a Roma nella Cappella Sistina dal Papa stesso; co-consacranti furono l'arcivescovo di Bologna Giovanni Battista Nasalli Rocca di Corneliano, già Elemosiniere di Sua Santità e il vescovo titolare di Porfireone, Agostino Zampini, O.S.A., ch Sacrista del Palazzo Apostolico. Nominato Delegato Apostolico del Santuario della Beata Vergine del Rosario (Pompei) per le opere annesse il 20 marzo 1926[2], fu promosso assistene al Soglio Pontificio il 21 dicembre 1926; rassegnò le dimissioni dalla prelatura a causa dei troppi impegni il 27 settembre 1928.

Cardinalato

Fu creato cardinale presbitero da Pio XI nel concistoro del 16 dicembre 1935; ricevette il cappello rosso e il titolo di San Lorenzo in Lucina il 9 dicembre 1935. Partecipò al conclave del 1939 che elesse Papa Pio XII

Morte

Morì a 77 anni il 25 novembre 1943 a Città del Vaticano per un attacco cardiaco. Fu sepolto nella basilica di San Lorenzo in Lucina a Roma.

Iscrizione

Iscrizione sulla tomba del cardinale.
CAROLUS CREMONESI

HUIUS BASILICAE PRESB. CARDINALIS
HOC IN SACELLO
AERE SUO MARMORIBUS DECORATO
SEPULCRUM SIBI VIVENS PARAVIT
ANNO AB INITO SACERDOTIO L

POST CHRISTUM NATUM MCMXL

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo titolare di Nicomedia Successore: Bishopcoa.png
Pietro Alfonso Iorio 29 dicembre 1921-16 dicembre 1935 Giuseppe Migone I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pietro Alfonso Iorio {{{data}}} Giuseppe Migone
Predecessore: Elemosiniere segreto di Sua Santità Successore: Emblem Holy See.svg
Giovanni Battista Nasalli Rocca di Corneliano 29 dicembre 1921-16 gennaio 1935 Giuseppe Migone I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Battista Nasalli Rocca di Corneliano {{{data}}} Giuseppe Migone
Predecessore: Prelato della Beatissima Vergine Maria del Santissimo Rosario di Pompei Successore: BishopCoA PioM.svg
- 21 marzo 1926-27 settembre 1928 Antonio Anastasio Rossi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Antonio Anastasio Rossi
Predecessore: Cardinale presbitero di San Lorenzo in Lucina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Pietro Gasparri 19 dicembre 1935-25 novembre 1943 Manuel Arteaga y Betancourt I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pietro Gasparri {{{data}}} Manuel Arteaga y Betancourt
Note
  1. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1922, op. cit., p. 29
  2. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1926, op. cit., p. 148
Bibliografia
  • Le chef suprême l'organisation et l'administration centrale de l'église, Plon, Parigi, 1900, p. 683
  • Liste des cardinaux par ordre alphabétique. Annuaire Pontifical Catholique de 1936, Maison de la Bonne Presse, Parigi, 1958, p. 95
Voci correlate
Collegamenti esterni