Decio Lucio Grandoni

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Decio Lucio Grandoni
BishopCoA PioM.svg
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

[[File:|250px]]

{{{didascalia}}}
Unum corpus multi sumus
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte 78 anni
Nascita Todi
7 aprile 1928
Morte Todi
21 maggio 2006
Sepoltura cripta del Duomo di Todi
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 22 ottobre 1950
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 22 luglio 1972 da Paolo VI
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Duomo di Todi, 9 settembre 1972 dal cardinale arcivescovo Carlo Confalonieri
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Vescovi
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org

Decio Lucio Grandoni (Todi, 7 aprile 1928; † Todi, 21 maggio 2006) è stato un vescovo italiano, Vescovo emerito della Diocesi di Orvieto-Todi.

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

Nato a Todi il 7 aprile 1928, seguì il corso di studi presso il seminario vescovile di Todi e presso il Pontificio Seminario Regionale Umbro "Pio XI" di Assisi. Fu ordinato sacerdote il 22 ottobre 1950 nel Duomo di Todi. Fu poi cancelliere vescovile, parroco nella parrocchia di San Benedetto in Todi, e canonico della Cattedrale. Nel maggio 1969, Mons. Ugo Poletti, amministratore Apostolico di Todi, lo nominò Vicario Generale ed il 5 luglio successivo fu nominato vicario capitolare. In tale veste resse la Diocesi ricoprendo in seno alla Conferenza Episcopale Umbra, l'ufficio di segretario e di Delegato per le Pontificie Opere Missionarie e la Pastorale per il Lavoro e per la Ricerca socio-pastorale.

Il ministero episcopale

Il 22 luglio 1972 fu nominato vescovo titolare di Atella e nello stesso anno assunse l'incarico di Vescovo ausiliare di Foligno. Fu consacrato dal cardinale Carlo Confalonieri, Prefetto della Congregazione per i Vescovi, il 9 settembre successivo. Due anni dopo fu chiamato a reggere le diocesi di Orvieto e di Todi, poi riunite nel 1986. Per tre volte accolse in diocesi il papa: Paolo VI a Bolsena nel 1976; Giovanni Paolo II a Collevalenza e Todi il 22 novembre 1981 e a Orvieto nel 1990. Si dedicò con particolare attenzione alla missione diocesana in Albania. Nel dicembre del 2003 rassegnò le dimissioni dall'incarico divenendo Vescovo emerito di Orvieto-Todi. Nello stesso anno fu nominato "cittadino onorario di Orvieto".

La morte

Il 22 marzo 2006 alle ore 8,30 il Vescovo Mons. Decio Lucio Grandoni spirò mentre recitava per l’ultima volta l’Ave Maria con la serena accettazione della terribile malattia che l'ha portato alla morte. Le esequie furono celebrate venerdì 24 marzo 2006 alle ore 15.00 in Duomo a Todi. Presiedette il rito funebre l’Arcivescovo di Perugia – Città della Pieve, Monsignore Giuseppe Chiaretti, che ricordò l'attività pastorale del Vescovo emerito. Uomo intelligente e arguto, concreto e franco, pronto a difendere l’ortodossia della fede, vicino alle persone in difficoltà, ha voluto bene sopratutto ai sacerdoti, ha sostenuto la riforma conciliare promosso il Sinodo diocesano (1991-1999). Il cardinale Ennio Antonelli, arcivescovo di Firenze e consacrato da mons. Grandoni quando era vescovo di Todi, ricordò i tratti salienti della sua personalità:

« Anche se appariva «sbrigativo», aveva molta attenzione per le persone: sapeva comprendere e amare. Avendo avuto la grazia di conoscerlo abbastanza da vicino, confesso che non dimenticherò i vari momenti in cui, in modo semplice ed essenziale, ho sperimentato la sua paternità e amicizia.

Negli ultimi incontri abbiamo pregato insieme e lui concludeva benedicendo la Famiglia dell’Amore Misericordioso e di Madre Speranza. Per questo Pastore che il Signore ci ha donato, invochiamo la ricompensa promessa ai suoi servi fedeli. »

(card.Ennio Antonelli tratto dall'omelia alle esequie nel Duomo di Todi, 24 marzo 2006 [1])

La salma è stata tumulata nella cripta del Duomo di Todi.

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Atella Successore: BishopCoA PioM.svg
Vittorio Piola 22 luglio 1972 - 12 dicembre 1974 Clemente Riva I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Vittorio Piola {{{data}}} Clemente Riva
Predecessore: Vescovo di Orvieto Successore: BishopCoA PioM.svg
Virginio Dondeo 12 dicembre 1974 - 30 settembre 1986 - I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Virginio Dondeo {{{data}}} -
Predecessore: Vescovo di Todi Successore: BishopCoA PioM.svg
Virginio Dondeo 12 dicembre 1974 - 30 settembre 1986 - I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Virginio Dondeo {{{data}}} -
Predecessore: Vescovo di Orvieto-Todi Successore: BishopCoA PioM.svg
- 30 settembre 1986 - 8 novembre 2003 Giovanni Scanavino I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Giovanni Scanavino
Predecessore: Vescovo emerito di Orvieto-Todi Successore: BishopCoA PioM.svg
- 27 dicembre 200322 marzo 2006 Giovanni Scanavino I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Giovanni Scanavino
Note
  1. In ricordo di S. Ecc. Mons. Decio Lucio Grandoni di Domenico Cancian, fam online
Collegamenti esterni

È morto il vescovo Decio Lucio Grandoni 22 marzo 2006 OrvietoNews.it

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.