Domenico Rivarola

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Jump to navigation Jump to search
Domenico Rivarola
Ra RIVAROLA DOMENICO.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Rivarola D..jpg

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 52 anni
Nascita Genova
1575
Morte Roma
3 gennaio 1627
Sepoltura Chiesa di Santa Maria della Scala (Roma)
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale in data sconosciuta
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 10 dicembre 1608 da papa Paolo V
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 28 dicembre 1608 dal Card. Michelangelo Tonti
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo 30 marzo 1609 da papa Paolo V
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
17 agosto 1611 da Paolo V (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Domenico Rivarola (Genova, 1575; † Roma, 3 gennaio 1627) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Biografia

Di famiglia nobile, probabilmente nipote di Giulio, nunzio apostolico in Portogallo e di Domenico, vescovo eletto di Fermo, si laureò in utroque iure e da giovane divenne canonico del capitolo cattedrale di San Lorenzo a Genova.

Si trasferì a Roma alla corte del cardinale Scipione Caffarelli Borghese.

Il 10 dicembre 1608 fu eletto vescovo di Aleria. Fu consacrato vescovo il 28 dello stesso mese dal cardinale Michelangelo Tonti. Rimase comunque a Roma, dove il cardinale Caffarelli gli fece ottenere una dispensa dall'obbligo di residenza per l'incarico di suo uditore.

Il 30 marzo 1609, dopo aver rinunciato alla cattedra di Aleria, ebbe la sede titolare di Nazareth, unita alle diocesi di Canne e Monteverde.

Fu nominato legato straordinario presso Enrico IV di Francia, con il compito di richiedere al Re di recedere dai suoi propositi di invadere l'Italia; il Re però morì prima dell'arrivo di Domenico Rivarola, che assistette il nunzio apostolico in Francia per un certo periodo e poi tornò in Italia. Qui gli fu assegnato il compito di dirimere una controversia fra la città di Rieti e il castello di Cantalice.

Il 17 agosto 1611 papa Paolo V lo creò cardinale. Il 12 settembre dello stesso anno ricevette il titolo dei Santi Silvestro e Martino ai Monti.

Fu quindi legato in Romagna, dove si adoperò per combattere banditi e briganti. Dato, però, che non otteneva risultati significativi, negli anni 1617-19, l'allora vescovo di Forlì, Cesare Bartolelli, venne nominato delegato apostolico[1].

Partecipò ai conclavi del 1621 e del 1623, che elessero Gregorio XV e Urbano VIII.

Morì a Roma e fu sepolto nella chiesa di Santa Maria della Scala.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Aleria Successore: BishopCoA PioM.svg
Ottavio Belmosto 10 dicembre 1608 - 30 marzo 1609 Giovanni Scalo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ottavio Belmosto {{{data}}} Giovanni Scalo
Predecessore: Arcivescovo titolare di Nazareth, Canne e Monteverde Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Michelangelo Tonti 30 marzo 1609 - 3 gennaio 1627 Antonio Lombardi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Michelangelo Tonti {{{data}}} Antonio Lombardi
Predecessore: Cardinale presbitero dei Santi Silvestro e Martino ai Monti Successore: CardinalCoA PioM.svg
Fernando Niño de Guevara 1611-1627 vacante I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Fernando Niño de Guevara {{{data}}} vacante
Note
  1. Cfr. Iscrizioni nella città di Forli e suo territorio dall'anno 1180 al 1800, con illustrazioni [by G. Casali] online.
Voci correlate
Collegamenti esterni