Laurent Monsengwo Pasinya

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Laurent Monsengwo Pasinya
Monsengwo Pasinya Laurent.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Mosengwofoto.jpg

{{{didascalia}}}
In fide veritatis
Titolo cardinalizio
Cardinale presbitero di Santa Maria "Regina Pacis" in Ostia mare
Arcivescovo di Kinshasa
Età attuale 79 anni
Nascita Mongobele
7 ottobre 1939
Morte
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 21 dicembre 1963 da Grégoire-Pierre Agagianian
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 13 febbraio 1980
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 4 maggio 1980 da Giovanni Paolo II
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo 1º settembre 1988
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
20 novembre 2010 da Benedetto XVI (vedi)
Cardinale elettore Fino al 7 ottobre 2019
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Laurent Monsengwo Pasinya (Mongobele, 7 ottobre 1939) è un cardinale congolese (Repubblica Democratica del Congo).

Biografia

Nacque il 7 ottobre 1939 a Mongobele, nella provincia di Bandundu e diocesi di Inongo. Compì i suoi studi presso il seminario minore di Bokoro e in quello maggiore a Kabwe, nell'arcidiocesi di Kananga.

Nel 1960 venne a Roma per perfezionare la sua preparazione teologica alla Pontificia Università Urbaniana. A Roma è stato ordinato sacerdote il 21 dicembre 1963 dal cardinale Grégoire-Pierre Agagianian, allora prefetto di Propaganda Fide.

Dal 1964 al 1970 studiò presso il Pontificio Istituto Biblico di Roma e di Gerusalemme. Primo africano ad aver conseguito la laurea in scienze bibliche. La sua tesi di specializzazione, dal titolo "La notion de nomos dans le Pentateuque grec" fu pubblicata in Analecta biblica[1].

Rientrato in patria, unì il servizio pastorale all'insegnamento di Sacra Scrittura, per dieci anni, nella facoltà teologica di Kinshasa e nel seminario maggiore Giovanni XXIII. Quindi, nell'ambito della Conferenza episcopale, è stato segretario generale aggiunto dal 1972 al 1975 e poi segretario generale fino al 1980, oltre a rappresentante dell'episcopato presso il Governo.

A soli quarant'anni, il 13 febbraio 1980, è stato nominato vescovo titolare di Acque Nuove di Proconsolare e ausiliare di Inongo. Il 4 maggio ha ricevuto l'ordinazione episcopale a Kinshasa da Giovanni Paolo II, nel suo primo viaggio apostolico in Africa.

Un anno dopo, il 7 aprile 1981, è divenuto vescovo ausiliare di Kisangani e sette anni dopo, il 1° settembre 1988, arcivescovo della stessa diocesi. Un servizio che ha svolto per diciannove anni.

Intanto, nel 1984, è stato eletto presidente della Conferenza episcopale, ruolo insolito per un vescovo ausiliare, ed ha ricoperto tale incarico fino al 1992. È stato rieletto poi nel 2004 restando in carica fino al 2008. Dal 1997 al 2003 ha svolto l'incarico di presidente del Simposio delle Conferenze episcopali dell'Africa e del Madagascar (SECAM), dopo esserne stato vice presidente dal 1994 al 1997.

Impegnato in prima fila nel movimento Pax Christi international (soprattutto in iniziative di riconciliazione nella regione dei Grandi laghi) ne è stato vice presidente dal 1999 al 2007 e co-presidente dal 2007 al 2009.

In Africa Laurent Monsengwo Pasinya è conosciuto come un uomo sempre in prima linea laddove pace e giustizia sono in pericolo. Fedele al significato del suo nome (Monsengwo significa "nipote di un capo tribù", la sua è infatti una delle famiglie reali di Basakata) tra il 1991 e il 1992 ha assunto pro tempore la responsabilità di presiedere la conferenza nazionale e poi, fino al 1996, anche il parlamento di transizione, per guidare il suo Paese (l'ex Zaire, oggi Repubblica Democratica del Congo) nel delicato passaggio politico che ha portato alla caduta della dittatura di Mobutu.

Ha sempre fatto sentire la sua voce in difesa dei diritti delle persone e per denunciare le violenze, invocando e proponendo soluzioni condivise dei conflitti armati ed economici, fondate sul diritto internazionale.

Ha promosso iniziative di dialogo e riconciliazione, per far cessare le ostilità e riportare nel Paese il bene comune. Ha sempre affrontato i problemi sociali e politici più scottanti e smascherato i tentativi di sfruttare e marginalizzare l'Africa, proponendo una visione globale delle questioni che riguardano il continente.

È autore di numerose pubblicazioni, soprattutto sulla questione dell'inculturazione della fede. È membro della Studiorum Novi Testamenti Societas ed è stato l'iniziatore dell'"Associazione panafricana degli esegeti cattolici" (APECA).

Il 6 dicembre 2007 Benedetto XVI lo ha nominato arcivescovo di Kinshasa. È succeduto così ai cardinali Frédéric Etsou-Nzabi-Bamungwabi e Joseph-Albert Malula.

Da Benedetto XVI è stato creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 20 novembre 2010 del Titolo di Santa Maria "Regina Pacis" in Ostia mare.

È membro del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace e del Pontificio Consiglio della Cultura.

Genealogia episcopale


Predecessore: Vescovo titolare di Acque Nuove di Proconsolare Successore: Stemma vescovo.png
Braulio Sánchez Fuentes 13 febbraio 1980 - 1° settembre 1988 Vilmos Dékány I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Braulio Sánchez Fuentes {{{data}}} Vilmos Dékány
Predecessore: Arcivescovo di Kisangani Successore: Stemma arcivescovo.png
Augustin Fataki Alueke 1º settembre 1988 - 6 dicembre 2007 Marcel Utembi Tapa I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Augustin Fataki Alueke {{{data}}} Marcel Utembi Tapa
Predecessore: Presidente del Simposio delle Conferenze Episcopali di Africa e Madagascar Successore: Stemma arcivescovo.png
Gabriel Gonsum Ganaka 1997 - novembre 2003 John Olorunfemi Onaiyekan I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gabriel Gonsum Ganaka {{{data}}} John Olorunfemi Onaiyekan
Predecessore: Arcivescovo di Kinshasa Successore: Stemma arcivescovo.png
Frédéric Etsou-Nzabi-Bamungwabi dal 6 dicembre 2007 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Frédéric Etsou-Nzabi-Bamungwabi {{{data}}} in carica
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria Regina Pacis in Ostia mare Successore: Stemma cardinale.png
Paul Joseph Pham Ðình Tung dal 20 novembre 2010 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Paul Joseph Pham Ðình Tung {{{data}}} in carica
Note
  1. Analecta Biblica n.52
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.