Antipapa Costantino

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Costantino II
Diacono · Antipapa
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

[[File:{{{immagine}}}|250px]]

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte {{{età}}} anni
Nascita Nepi
Morte VIII secolo
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa il 5 luglio 767, deposto il 6 agosto 768
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni

Costantino II (Nepi; † VIII secolo) è stato un diacono e antipapa italianovenne fatto eleggere il 5 luglio 767 dal fratello Totone, duca di Nepi, ancora prima che papa Paolo I morisse. Fu deposto e imprigionato dai Longobardi di Desiderio il 6 agosto 768; dopo l'elezione di papa Stefano III (1º agosto 768), fu fatto accecare.

Biografia

Suo fratello, Totone (o Teodoro) duca di Nepi, alla notizia del precario stato di salute di papa Paolo I intavolò delle trattative con la nobiltà romana per imporlo come successore. Nonostante il tentativo di opposizione del primicerio Cristoforo, che avrebbe dovuto occuparsi di organizzare l'elezione durante il periodo di sede vacante, Totone riuscì nell'intento ed il 29 giugno 767, giorno successivo alla morte di Paolo I, supportato dalla presenza di numerosi uomini armati, Costantino venne condotto in Laterano per essere consacrato.

Dato che però Costantino era un laico, dovette essere precipitosamente nominato prima chierico e poi diacono dal vescovo di Preneste Giorgio presso l'oratorio di San Lorenzo. Il 5 luglio successivo poté essere così consacrato papa in San Pietro.

Costantino comunicò la propria elezione a Pipino il Breve per cercare di stabilire una rete di alleanze, ma la reazione del re franco fu fredda. Nel frattempo Cristoforo ed il figlio Sergio, sagrestano pontificio, si recarono a Pavia per chiedere l'aiuto del re longobardo Desiderio, a quel tempo anche re d'Italia. Desiderio si mostrò disponibile ad appoggiare la loro causa concedendo loro degli uomini armati con cui tornare a Roma insieme al suo presbitero Valdiperto.

Le truppe longobarde giunsero a Roma alla fine di luglio del 768. Ci furono degli scontri in città, durante i quali il duca Totone rimase ucciso probabilmente da Grazioso, cognato di Sergio che come premio ottenne il titolo di duca di Roma. Costantino fu costretto così a rifugiarsi con l'altro fratello Passivo in Laterano. Il 31 luglio Valdiperto fece dichiarare papa il presbitero Filippo, cappellano del monastero di San Vito sull'Esquilino, papato che però durò solo lo spazio di un giorno, giusto il tempo per Cristoforo di chiedere ed ottenere il suo allontanamento.

Costantino venne poi catturato, trascinato per le vie di Roma, segregato nel convento di Cellanova sull'Aventino ed il 6 agosto venne deposto ed in seguito accecato, sembra su iniziativa di Grazioso. Il 7 agosto venne quindi consacrato papa Stefano III, il candidato di Cristoforo. Il 12 aprile 769 si aprì in Laterano un concilio in cui si svolse un processo a Costantino che durò due giorni e che si concluse con il quasi linciaggio dell'imputato. La fine di Costantino non è certa, ma il concilio terminò con la distruzione di tutti gli atti ufficiali da egli compiuti e con la decisione di vietare in futuro ai laici la partecipazione alle elezioni del pontefice.

Voci correlate
Bibliografia
  • Claudio Rendina,I papi, storia e segreti, Vol. I, Newton & Compton (1983)
  • Redaz., Enciclopedia dei Papi, I, Roma, 2000, pp. 670-675.
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.