Congregazione di San Michele Arcangelo

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Congregazione di San Michele Arcangelo
in latino Congregatio Sancti Michaëlis Archangeli
436px-Herb CSMA.svg.png

Istituto di vita consacrata
Congregazione religiosa maschile di diritto pontificio

Altri nomi
Micaeliti
(PL) Zgromadzenie Sw. Michala Archaniola
Fondatore Bronislao Markiewicz
Data fondazione 1897
sigla C.S.M.A.
Titolo superiore
Approvato da Paolo VI
Data di approvazione 15 giugno 1966
Motto Chi come Dio!

Temperanza e Lavoro

Abito nero
Scopo Lavoro parrocchiale con bambini, giovani e orfani.
Santo patrono San Michele
Approvazione provvisoria Arcivescovo di Cracovia Adam Stefan Sapieha 29 settembre 1921
Collegamenti esterni

Sito ufficiale

Scheda su gcatholic.com
Scheda su catholic-hierarchy.org

La Congregazione di San Michele Arcangelo (in latino: Congregatio Sancti Michaëlis Archangeli, in polacco: Zgromadzenie Sw. Michala Archaniola) è un istituto religioso maschile di diritto pontificio. I membri di questa congregazione clericale, detti popolarmente Micaeliti, pospongono al loro nome la sigla C.S.M.A.

Fu fondata dal sacerdote polacco Bronislao Markiewicz e nel 1921, solo nove anni dopo la morte del fondatore, la nuova Congregazione ricevette l'approvazione ecclesiastica.

La spiritualità di questa famiglia religiosa si racchiude in due frasi:

  • Chi come Dio!
  • Temperanza e Lavoro

Il primo motto indica Dio come unico senso della vita. La seconda frase esprime il carisma e lo stile di vita dei Micaeliti. Il religioso della Congregazione di San Michele Arcangelo, infatti, realizza la propria vocazione con la virtù della temperanza, intesa come libertà da ogni condizionamento interiore ed esteriore. Altro elemento che caratterizza l’azione dei Micaeliti è il triplice lavoro:

  • spirituale,
  • intellettuale,
  • manuale.

Nel loro l'impegno pastorale, i Micaeliti, prediligono l'impegno verso i giovani ed i bambini, sia nel lavoro parrocchiale, sia attraverso la realizzazione di istituti per ragazzi orfani e abbandonati. Oltre che con la cura delle parrocchie, i Micaeliti attuano il proprio carisma, anche attraverso:

La loro attività viene svolta in Polonia, Bielorussia, Ucraina, Italia, Germania, Austria, Svizzera, Francia, Canada, Nuova Guinea, Argentina, Paraguay, Repubblica Dominicana, Antille Olandesi.

In Italia, tra gli altri, i Micaeliti sono stati chiamati alla custodia del Santuario di San Michele Arcangelo a Monte Sant'Angelo al Gargano, presso la Chiesa del "Domine quo vadis" a Roma e del Santuario di Maria Santissima ad Rupes a Castel Sant'Elia.

Al 31 dicembre 2005, la congregazione contava 28 case e 357 religiosi, 250 dei quali sacerdoti.

Bibliografia
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.