Beata Maddalena Morano

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Beata Maddalena Caterina Morano, F.M.A.
Religiosa
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
Beata
{{{note}}}

Maddalena Morano.jpg

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 60 anni
Nascita Chieri
15 novembre 1847
Morte Catania
26 marzo 1908
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa 1880
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerata da Chiesa cattolica
Venerabile il 1 settembre 1988, da Giovanni Paolo II
Beatificazione 5 novembre 1994, da Giovanni Paolo II
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 26 marzo
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrona di
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Scheda nel sito della diocesi o congregazione
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 26 marzo, n. 9:
« A Catania, beata Maddalena Caterina Morano, vergine dell'Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, che si dedicò all'istruzione catechistica, percorrendo in lungo e in largo senza sosta tutta la regione. »
(Santo di venerazione particolare o locale)

La Beata Maddalena Caterina Morano, meglio nota come Madre Morano (Chieri, 15 novembre 1847; † Catania, 26 marzo 1908), è stata una religiosa italiana, appartenente all'Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

Biografia

Formazione

Sesta di otto figli, ancora bambina perse il padre Francesco e i cinque fratelli maggiori. Rimasta orfana, iniziò ad aiutare la madre, Caterina Pangella, nel lavoro di sarta; riprese poi gli studi grazie a uno zio sacerdote. Un evento decisivo della sua vita fu l'incontro con san Giovanni Bosco, avvenuto mentre il Santo si trovava di passaggio a Buttigliera d'Asti.

La vocazione per l'insegnamento la spinse a conseguire, a diciasette anni, il diploma di insegnante. Due anni dopo iniziò a insegnare a Montaldo Torinese. Spinta anche dalla vocazione religiosa, Maddalena si consigliò con il suo direttore spirituale e, dopo aver comprato una casa alla madre con i suoi risparmi, andò a parlare con don Bosco che la indirizzò a Mornese, dove santa Maria Domenica Mazzarello la accolse con viva gioia.

Figlia di Maria Ausilatrice

Nel 1880 emise i voti perpetui; l'anno seguente, su richiesta dell'arcivescovo di Catania, Maddalena fu inviata a dirigere la nuova opera di Trecastagni, dove servivano tre maestre. Per quattro anni si impegnò intensamente nella direzione della casa, nell'insegnamento, nella catechesi e nella testimonianza cristiana, raccogliendo numerose vocazioni.

Dopo una pausa di un anno a Torino, dove diresse la casa delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Valdocco, fu rimandata in Sicilia come visitatrice, direttrice e maestra delle novizie. In ogni parte dell'Isola aprì scuole, oratori, convitti e laboratori.

Molto devota di san Giuseppe e di Maria Ausiliatrice, riuscì ad inculturare fedelmente il carisma di don Bosco e il sistema preventivo.

Colpita da un tumore, morì il 26 marzo 1908 a Catania.

Culto

Papa Giovanni Paolo II la proclamò beata il 5 novembre 1994 a Catania.

Il suo corpo ha riposato nel cimitero di Alì Terme, in provincia di Messina, fino al 12 settembre 1939, giorno in cui fu traslato nella chiesa delle Figlie di Maria Ausiliatrice della stessa località, dove è esposto tutt'oggi alla venerazione dei fedeli.

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.