Beato Filippo Rinaldi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Beato Filippo Rinaldi, S.D.B.
Presbitero
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Beato

Filippo Rinaldi.jpg

{{{didascalia}}}
'
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 75 anni
Nascita Lu Monferrato
28 maggio 1856
Morte Torino
5 dicembre 1931
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 1882
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il 3 gennaio 1987, da Giovanni Paolo II
Beatificazione 29 aprile 1990, da Giovanni Paolo II
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 5 dicembre
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Scheda nel sito della diocesi o congregazione
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 5 dicembre, n. 8:
« A Torino, beato Filippo Rinaldi, sacerdote della Società Salesiana, che si adoperò per la diffusione della fede nelle terre di missione. »
(Santo di venerazione particolare o locale)

Il Beato Filippo Rinaldi (Lu Monferrato, 28 maggio 1856; † Torino, 5 dicembre 1931) è stato un presbitero italiano, terzo successore di san Giovanni Bosco alla guida della Società Salesiana.

Biografia

La formazione al fianco di don Bosco

Ottavo di nove figli, Filippo Rinaldi conobbe don Bosco nel suo paese, Lu Monferrato, a pochi anni di età, in una delle tante passeggiate che il sacerdote faceva con i suoi giovani. A dieci anni il padre lo iscrisse al collegio di Mirabello, che Filippo abbandonò di sua volontà pochi mesi dopo. Don Bosco tentò più volte di farlo tornare, dapprima via lettera, poi andando di persona a Lu, ma sempre senza successo. Tre anni dopo riuscì finalmente a persuaderlo e, a ventun anni, Filippo iniziò a Sampierdarena (Genova) il cammino per le vocazioni adulte.

Nel 1880, dopo il noviziato, emise i voti perpetui nelle mani dello stesso don Bosco; nel dicembre del 1882 fu ordinato sacerdote. Dopo poco tempo don Bosco lo inviò a Mathi come direttore di un collegio per vocazioni adulte che poi sarebbe stato trasferito a Torino. Poco tempo dopo don Bosco morì e a succedergli fu chiamato il beato Michele Rua.

Gli incarichi nella Congregazione salesiana

Nel 1889 don Rua lo inviò in Spagna, dapprima come direttore di un collegio a Barcellona, poi come ispettore. In nove anni, anche grazie all'aiuto economico della venerabile Dorotea Chopitea, don Rinaldi fondò sedici nuove case. Don Rua, impressionato, durante una visita, dal grande lavoro da lui compiuto, lo nominò prefetto generale della congregazione. Dopo la morte di don Rua fu rieletto prefetto e vicario del nuovo Rettor Maggiore, don Paolo Albera.

Rettor Maggiore

Nel 1922, dopo la morte di don Albera, divenne il terzo successore di don Bosco.

Durante il suo rettorato, diede un enorme impulso alle missioni, fondando istituti missionari, riviste e associazioni e inviando più di mille e ottocento salesiani in tutto il mondo; compì numerosi viaggi in Italia ed Europa; istituì l'associazione degli Ex-allievi e fondò l'Istituto secolare delle Volontarie di don Bosco; ottenne da papa Pio XI l’indulgenza del lavoro santificato.

Maestro di vita spirituale, rianimò la vita interiore dei salesiani mostrando un’assoluta confidenza in Dio e un'illimitata fiducia nell'Ausiliatrice. Morì il 5 dicembre 1931, in silenzio, mentre leggeva la vita di don Rua.

Culto

Il suo processo di canonizzazione ebbe inizio il 5 novembre 1947. Papa Giovanni Paolo II lo ha dichiarato venerabile il 3 gennaio 1987 e beatificato il 29 aprile 1990 a Torino, nella piazza antistante la Basilica di Maria Ausiliatrice, nella cui cripta ancora oggi riposano le sua spoglie mortali.


Predecessore: Rettor Maggiore Successore: Logosales.jpg
Paolo Albera 1922-1931 Pietro Ricaldone I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Paolo Albera {{{data}}} Pietro Ricaldone
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.