Filippo Acciaioli

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Filippo Acciajuoli)
Filippo Acciaioli
Stemma Nicolò Acciaioli.png
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Acciaioli Filippo.jpg

Ritratto di Filippo Acciaioli; Lucerna, convento dei Cappuccini, Galleria dei nunzi
{{{motto}}}
Titolo cardinalizio
{{{titolo}}}
Età alla morte 66 anni
Nascita Roma
12 marzo 1700
Morte Ancona
24 luglio 1766
Sepoltura Cattedrale di Ancona
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 8 dicembre 1743
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 2 dicembre 1743 da papa Benedetto XIV
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Palazzo del Quirinale, 21 dicembre 1743 da Benedetto XIV
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
24 settembre 1759 da Clemente XIII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Filippo Acciaioli , anche Acciaiuoli o Acciajuoli (Roma, 12 marzo 1700; † Ancona, 24 luglio 1766) è stato un cardinale, arcivescovo e nunzio apostolico italiano.

Cenni biografici

Filippo nacque il 12 marzo 1700 a Roma, terzogenito dei sei figli di Ottavio, marchese di Novi e della moglie Mariana Torriglioni di Ancona. Ricevette il battesimo nella chiesa parrocchiale di santa Maria in via Lata ed ebbe come padrino mons. Michelangelo Conti, allora arcivescovo di Tarso e futuro papa, e come padrina la duchessa. Filippo era nipote del cardinal Niccolò Acciaiuoli.

Dopo gli studi primari in famiglia a Firenze, studiò poi presso il Collegio Romano dei padri gesuiti e all'università la Sapienza dove ottenne un dottorato in utroque iure il 13 agosto 1722.

L'anno seguente divenne prelato della Curia romana, fu protonotario apostolico e referendario delle Due Segnature, poi vicelegato pontificio a Ravenna e nel 1728 governatore di Città di Castello. Nel 1737 divenne presidente della Camera apostolica e ponente della congregazione dell'immunità ecclesiastica, e nel 1739 chierico di Camera di Clemente XII. Nel 1743 divenne segretario della congregazione di Ripa e delle Acque.

Preconizzato da Benedetto XIV per la nunziatura, il 2 dicembre 1743 fu nominato arcivescovo titolare di Petra. Fu ordinato presbitero l'8 dicembre, il 21 dicembre fu consacrato vescovo dalla stesso pontefice assistito da mons. Gioacchino Saporiti (Ch), arcivescovo titolare di Anazarbo, e da mons. Michele Maria Vincentini (Ch), arcivescovo titolare di Teodosia. Il giorno successivo, come di regola per i futuri nunzi, fu nominato chierico assistente al Soglio Pontificio).

Dal 1744 ricoprì la carica di nunzio apostolico presso gli svizzeri nell'allora sede della nunziatura elvetica a Lucerna, dove rimase fino al 1753. Nel 1747 intervenne senza successo presso le autorità lucernesi affinché fosse concesso ai testimoni laici di deporre di fronte a un tribunale ecclesiastico senza avere prima prestato giuramento davanti alle autorità civili. In seguito a questo conflitto Franz Urs Balthasar[1] indirizzò una lettera polemica alla nunziatura.[2] Nel 1754 fu trasferito, sempre in qualità di nunzio apostolico, a Lisbona, dove fu coinvolto nelle lotte per la cacciata dei gesuiti dal regno lusitano. Per questi contrasti fu anch'egli espulso dal Portogallo il 23 gennaio 1761 per ordine del marchese di Pombal[3].

Fu elevato alla porpora da papa Clemente XIII nel concistoro del 24 settembre 1759 con il titolo cardinalizio di Santa Maria degli Angeli. Nel 1763 fu nominato vescovo, con il titolo personale di arcivescovo, di Ancona e Umana.

Morì ad Ancona il 24 luglio 1766: la salma riposa nella Cattedrale di Ancona.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Governatore di Città di Castello Successore: Emblem Holy See.svg
Ludovico Maria Torriggiani 10 luglio 1728 - 1729 Alessandro Clarelli[4] I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ludovico Maria Torriggiani {{{data}}} Alessandro Clarelli[4]
Predecessore: Segretario della Congregazione delle Acque Successore: Emblem Holy See.svg
Nicola Grimaldi 9 settembre 1743 - 22 gennaio 1744 ? I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Nicola Grimaldi {{{data}}} ?
Predecessore: Arcivescovo titolare di Petra Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Federico Marcello Lante Montefeltro Della Rovere 2 dicembre 1743 - 24 settembre 1759 Giuseppe Simonetti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Federico Marcello Lante Montefeltro Della Rovere {{{data}}} Giuseppe Simonetti
Predecessore: Nunzio apostolico in Svizzera Successore: Emblem Holy See.svg
Carlo Francesco Durini 22 gennaio 1744 - 22 gennaio 1754 Girolamo Spinola I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Francesco Durini {{{data}}} Girolamo Spinola
Predecessore: Nunzio apostolico in Portogallo Successore: Emblem Holy See.svg
Luca Melchiore Tempi 21 aprile 1754 - 22 ottobre 1760 Innocenzo Conti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luca Melchiore Tempi {{{data}}} Innocenzo Conti
Predecessore: Cardinale vescovo di Santa Maria degli Angeli Successore: CardinalCoA PioM.svg
Girolamo de Bardi 6 aprile 1761 - 24 luglio 1766 Giovanni Ottavio Bufalini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Girolamo de Bardi {{{data}}} Giovanni Ottavio Bufalini
Predecessore: Vescovo di Ancona e Numana
(titolo personale di arcivescovo)
Successore: BishopCoA PioM.svg
Niccolò Mancinforte (Ch) 24 gennaio 1763 - 24 luglio 1766 Giovanni Ottavio Bufalini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Niccolò Mancinforte (Ch) {{{data}}} Giovanni Ottavio Bufalini
Note
  1. Markus Lischer, Balthasar, Franz Urs su hls-dhs-dss.ch, Dizionario storico della Svizzera URL consultato il 05-03-2019
  2. Urban Fink, Acciaiuoli, Filippo su hls-dhs-dss.ch, Dizionario storico della Svizzera URL consultato il 05-03-2019
  3. Angelo Ribeiro, POMBAL, Sebastião José de Carvalho e Mello, conte di Oeyras, marchese di su treccani.it, Treccani Enciclopedia Italiana, 1935 URL consultato il 13-03-2019
  4. Giovanni Muzi, Memorie ecclesiastiche e civili di Città di Castello su books.google.ch, Cottà di Castello, 1844, p. 227
Bibliografia
  • Guido Pampaloni, ACCIAIUOLI, Filippo su treccani.it, Treccani Dizionario degli Italiani, 1993 URL consultato il 05-03-2019

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.