Marc Ouellet

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Marc Ouellet, P.S.S.
Cardinale
Ouelletstemma.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
Ut unum sint

Oulletimmagine.jpg

{{{didascalia}}}
Titolo cardinalizio
Cardinale presbitero di Santa Maria in Traspontina
Incarichi attuali
Età attuale 79 anni
Nascita La Motte
8 giugno 1944
Morte
Sepoltura
Conversione
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 25 maggio 1968 da Gaston Hains
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo 3 marzo 2001 da Giovanni Paolo II
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Roma, 19 marzo 2001 dal Papa Giovanni Paolo II
Elevazione ad Arcivescovo 15 novembre 2002
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creato
Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.
(vedi)
Creato
Cardinale
21 ottobre 2003 da Giovanni Paolo II (vedi)
Cardinale da
Cardinale da 20 anni, 6 mesi e 30 giorni
Cardinale elettore Fino all'8 giugno 2024
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Confermato cardinale {{{Confermato cardinale}}}
Nomina a pseudocardinale annullata da {{{Annullato da}}}
Riammesso da
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi passati
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Successione apostolica

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Marc Ouellet (La Motte, 8 giugno 1944) è un cardinale e arcivescovo canadese.

Attualmente Prefetto della Congregazione per i Vescovi, è stato Arcivescovo di Québec dal 2002 al 2010. È stato nominato cardinale il 21 ottobre 2003 da papa Giovanni Paolo II.

Biografia

Nato a La Motte, diocesi di Amos, Canada. Figlio di Pierre Ouellet, direttore scolastico, e di Graziella Michaud. Era il terzo di otto figli. Il suo nome di battesimo è Joseph Armand Marc. Appassionato giocatore di hockey da adolescente, ha deciso di perseguire il sacerdozio dopo essersi rotto una gamba in una pista di pattinaggio all'aperto all'età di 17 anni.

Formazione, apostolato e carriera accademica

Dopo aver svolto gli studi teologici nel Seminario maggiore di Montréal dal 1964 al 1968, ha conseguito la licenza in teologia presso l'Università di Montréal. Ordinato presbitero per la diocesi di Amos il 25 maggio 1968 nella sua parrocchia natale, è stato nominato vicario della parrocchia Saint-Sauveur di Val d'Or dal 1968 al 1970.

Successivamente ha insegnato filosofia nel Seminario maggiore di Bogotà, in Colombia, allora diretto dalla Provincia canadese della Compagnia dei Sacerdoti di San Sulpizio. Prima di unirsi ai sulpiziani, da febbraio a maggio 1972 ha svolto il noviziato presso il Seminario di filosofia di Montréal.

In seguito ha studiato a Roma, dove nel 1974 ha ottenuto la licenza in filosofia della Pontificia Università San Tommaso d'Aquino. Inviato, nel 1974, nel Seminario Maggiore di Manizales in Colombia, nel 1976 è stato richiamato nel Seminario maggiore di Montréal, dove ha lavorato fino al 1978.

Ripresi gli studi, nel 1983 ha conseguito il dottorato in Teologia Dogmatica presso la Pontificia Università Gregoriana. Nominato nel 1982 membro della direzione e docente nel Seminario maggiore di Cali, in Colombia, è stato inoltre responsabile dei candidati sulpiziani. Nel 1984 è diventato rettore del Seminario maggiore di Manizales.

Nel 1988 è stato eletto primo consultore del Consiglio della Provincia canadese dei sulpiziani, incarico che ha svolto fino al 1994. Nel 1988 è stato nominato membro della direzione e docente del Seminario maggiore di Montréal, dove è diventato rettore nel 1990, per poi svolgere lo stesso incarico nel 1994 presso il Saint Joseph's Seminary di Edmonton.

Dal 1995 al 2000 è stato consultore della Congregazione per il Clero. Nel 1996 è stato eletto consultore del Consiglio generale dei Sacerdoti di San Sulpizio. Nel 1996-1997 è stato docente presso l'Istituto Giovanni Paolo II della Pontificia Università Lateranense a Roma, diventando, nel 1997, titolare della Cattedra di Teologia Dogmatica.

Ministero episcopale

Eletto da Giovanni Paolo II Vescovo titolare di Agropoli e Segretario del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani il 3 marzo 2001, il 19 marzo seguente, nella Basilica di San Pietro, ha ricevuto l'ordinazione episcopale.

È stato Consultore della Congregazione per la Dottrina della Fede e della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, membro della Commissione Interdicasteriale Permanente per la Chiesa in Europa Orientale, Segretario della Commissione per i Rapporti Religiosi con l'Ebraismo; è membro della Pontificia Accademia di Teologia.

Il 15 novembre 2002 è stato nominato Arcivescovo metropolita di Québec. Ha preso possesso dell'Arcidiocesi il 26 gennaio 2003. È il ventiquattresimo Vescovo, il quattordicesimo Arcivescovo e il settimo Cardinale dell'Arcidiocesi.

Cardinalato

Da Giovanni Paolo II è stato creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 21 ottobre 2003, del Titolo di Santa Maria in Traspontina.

È stato Relatore Generale alla 12ª Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi nell'ottobre 2008.

Il 30 giugno 2010, Benedetto XVI lo ha nominato prefetto della Congregazione per i Vescovi e presidente della Pontificia Commissione per l'America Latina.

Il 6 aprile 2011 è nominato membro del Pontificio consiglio per i testi legislativi.

Il 12 e il 13 marzo partecipa come cardinale elettore al conclave del 2013 che elegge papa Francesco.

Il 16 aprile 2016, presso l'aula consiliare del Comune di Battipaglia, ha ricevuto il premio internazionale "TV ES PETRVS" dell'omonima associazione, per la sezione: "Testimoni di santità"

Il 26 giugno 2018 lo stesso papa Francesco, derogando ai canoni 350 §§ 1-2 e 352 §§ 2-3 del Codice di diritto canonico, lo eleva all'ordine dei cardinali vescovi, con effetto dal 28 giugno successivo.[1]

Il 31 marzo 2019 l'Accademia bonifaciana di Anagni gli conferisce il premio internazionale Bonifacio VIII - XVII edizione e tiene la lectio magistralis "La figura del vescovo da Bonifacio VIII a Papa Francesco".

È considerato come uno dei più strenui difensori delle fede cattolica nella gerarchia religiosa canadese, anche in seguito alle posizioni prese in occasione della "Rivoluzione tranquilla" degli anni sessanta avvenuta a suo giudizio troppo precocemente. Appoggia, inoltre, la reintroduzione del Canto gregoriano.

È membro della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, della Congregazione per l'Educazione Cattolica, della Congregazione per il Clero, della Congregazione per la Dottrina della Fede, del Pontificio Consiglio della Cultura, della Pontificia Commissione per l'America Latina, del Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali, del Consiglio di Cardinali per lo studio dei problemi organizzativi ed economici della Santa Sede, del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi, del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, della Congregazione per le Chiese Orientali.

Il 18 febbraio 2023 è stato nominato membro del Dicastero per la Cultura e l’Educazione. [2].

Opere

  • Marc Ouellet, Divina somiglianza. Antropologia trinitaria della famiglia, Lateran University Press, Città del Vaticano, 2005
  • Marc Ouellet, Vocazione cristiana al matrimonio e alla famiglia nella missione della Chiesa, Lateran University Press, Città del Vaticano, 2005
  • Marc Ouellet, Mistero e sacramento dell'amore. Teologia del matrimonio e della famiglia per la nuova evangelizzazione, Cantagalli, Siena, 2007
  • Marc Ouellet, La sfida dell'unità. I carismi e la Trinità, Città Nuova, Roma, 2011, ISBN 978-88-311-0251-3
  • Marc Ouellet, Amici dello sposo. Per una visione rinnovata del celibato sacerdotale, Cantagalli, Siena, 2019

Onorificenze

Gran Priore per il Canada-Québec e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme - nastrino per uniforme ordinaria Gran Priore per il Canada-Québec e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme
— Dal 15 novembre 2002 al 30 giugno 2010
Medaglia del giubileo di diamante di Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo di diamante di Elisabetta II
— 2012[3]
Gran Croce dell'Ordine di Vasco Núñez de Balboa (Panama) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine di Vasco Núñez de Balboa (Panama)

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Pubblicazioni

  • Divina somiglianza. Antropologia trinitaria della famiglia. Città del Vaticano 2005;
  • Vocazione cristiana al matrimonio e alla famiglia nella missione della Chiesa, Città del Vaticano 2005;
  • Mistero e sacramento dell'amore. Teologia del matrimonio e della famiglia per la nuova evangelizzazione, Siena 2007.

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Agropoli Successore: Bishopcoa.png
Zenon Grocholewski 3 marzo 2001-15 novembre 2002 Pedro López Quintana I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Zenon Grocholewski {{{data}}} Pedro López Quintana
Predecessore: Segretario del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani Successore: Emblem Holy See.svg
Walter Kasper 3 marzo 2001 - 15 novembre 2002 Brian Farrell, L.C. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Walter Kasper {{{data}}} Brian Farrell, L.C.
Predecessore: Arcivescovo di Québec Successore: Arcbishoppallium.png
Maurice Couture 15 novembre 2002-30 giugno 2010 Gérald Cyprien Lacroix I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Maurice Couture {{{data}}} Gérald Cyprien Lacroix
Predecessore: Primate del Canada Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Maurice Couture, R.S.V. 15 novembre 2002 - 30 giugno 2010 Gérald Cyprien Lacroix, I.S.P.X. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Maurice Couture, R.S.V. {{{data}}} Gérald Cyprien Lacroix, I.S.P.X.
Predecessore: Gran Priore per il Canada-Québec dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme Successore: Croix de l Ordre du Saint-Sepulcre.svg
Maurice Couture dal 15 novembre 2002 Gérald Cyprien Lacroix I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Maurice Couture {{{data}}} Gérald Cyprien Lacroix
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria in Traspontina Successore: Kardinalcoa.png
Gerald Emmett Carter dal 21 ottobre 2003 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gerald Emmett Carter {{{data}}} in carica
Predecessore: Prefetto della Congregazione per i Vescovi Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Giovanni Battista Re 30 giugno 2010 - 30 gennaio 2023 Robert Francis Prevost, O.S.A. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Battista Re {{{data}}} Robert Francis Prevost, O.S.A.
Predecessore: Presidente della Pontificia Commissione per l'America Latina Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Giovanni Battista Re 30 giugno 2010 - 30 gennaio 2023 Robert Francis Prevost, O.S.A. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Battista Re {{{data}}} Robert Francis Prevost, O.S.A.
Collegamenti esterni
  1. «Galantino lascia la CEI e sostituisce Calcagno all’APSA». LaStampa.it. URL consultato in data 26 giugno 2018.
  2. Rinunce e nomine su press.vatican.va. URL consultato il 2023-02-18
  3. (EN) Sito web del Governatore Generale del Canada: dettaglio decorato.