Raffaele Cosimo de' Girolami

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Raffaele Cosimo de' Girolami
Stemma cardinale.png
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

1743 RAPHAEL COSIMUS DE IERONYMUS - GIROLAMI RAFFAELLO COSIMO.JPG

'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 77 anni
Nascita Firenze
10 settembre 1670
Morte Roma
21 febbraio 1748
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 25 luglio 1726
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 11 aprile 1728 dal papa Benedetto XIII
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
9 settembre 1743 da Benedetto XIV (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Raffaele Cosimo de' Girolami (Firenze, 10 settembre 1670; † Roma, 21 febbraio 1748) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Biografia

Nato da famiglia nobile, dopo aver rinunziato a un canonicato nella Cattedrale di Firenze, si trasferì a Roma come aiutante di studio del cardinale Giuseppe Renato Imperiali. Nel 1695 istituì un'accademia che riuniva privatamente eruditi e letterati per promuovere gli studi teologici[1]. In seguito quest'accademia, per autorità di papa Clemente XI, pose la sua sede presso l'Archiginnasio Romano, cui poi de' Girolami lasciò in eredita diecimila scudi[2].

Lo stesso Clemente XI, dopo averlo ammesso tra i votanti di Segnatura, lo nominò segretario della Congregazione per le Indulgenze, consultore delle Congregazioni dei Riti e del Sant'Uffizio, ed esaminatore dei vescovi[2].

Fu ordinato presbitero nel 1726, all'età di cinquantacinque anni. Nel 1728 papa Benedetto XIII lo nominò arcivescovo titolare di Damiata; ricevette la consacrazione episcopale per l'imposizione delle mani dello stesso Pontefice, co-consacranti l'arcivescovo Francesco Scipione Maria Borghese e il vescovo Nicolas-Xavier Santamarie. Nello stesso anno fu promosso assessore del Sant'Uffizio[2].

Papa Clemente XII gli conferì la carica di segretario della Congregazione per i Vescovi e i Regolari. Benedetto XIV lo creò cardinale nel concistoro del 9 settembre 1743, assegnandogli il titolo di San Marcello. Lo nominò anche prefetto della Congregazione per i Vescovi e i Regolari e di quella per le Indulgenze. Morì a Roma nel 1748, e fu sepolto nella Chiesa di San Marcello[2].

Genealogia episcopale

Predecessore: Arcivescovo titolare di Damiata Successore: Stemma di Arcivescovo.png
Marco Antonio Ansidei 8 marzo 17289 settembre 1743 Paul Alpheran de Bussan I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Marco Antonio Ansidei {{{data}}} Paul Alpheran de Bussan
Predecessore: Cardinale presbitero di San Marcello Successore: Stemma cardinale.png
Wolfgang Hannibal von Schrattenbach 23 settembre 174321 febbraio 1748 Mario Millini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Wolfgang Hannibal von Schrattenbach {{{data}}} Mario Millini
Predecessore: Prefetto della Congregazione per le Indulgenze e le Sacre Reliquie Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Luigi Pico della Mirandola 23 settembre 174321 febbraio 1748 Joaquín Fernández Portocarrero I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Pico della Mirandola {{{data}}} Joaquín Fernández Portocarrero
Predecessore: Prefetto della Congregazione per i Vescovi e i Regolari Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Giuseppe Firrao 10 novembre 174421 febbraio 1748 Carlo Alberto Guidobono Cavalchini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Firrao {{{data}}} Carlo Alberto Guidobono Cavalchini
Note
  1. Lorenzo Cardella (1797), p. 4.
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Lorenzo Cardella (1797), p. 5.
Bibliografia
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.