Carlo Gaetano Stampa

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Carlo Gaetano Stampa
St.Card.Stampa.JPG
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

C.G.Stampa.jpg

{{{didascalia}}}
'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 75 anni
Nascita Milano
1° novembre 1667
Morte Milano
23 dicembre 1742
Sepoltura
Appartenenza Arcidiocesi di Milano
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 31 ottobre 1717
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo
nominato arcivescovo 6 dicembre 1717
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Basilica di San Pietro in Vaticano (Roma), 23 gennaio 1718
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
23 febbraio 1739 da Clemente XII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Carlo Gaetano Stampa (Milano, 1° novembre 1667; † Milano, 23 dicembre 1742) è stato un cardinale, arcivescovo e nunzio apostolico italiano.

Biografia

Formazione

Carlo Gaetano Stampa nacque il 1º novembre 1667 a Milano da una famiglia patrizia. Figlio di Cristierno Stampa, il conte del Sacro Romano Impero e di Montecastello e di Giustina Borromeo, dei conti di Arona. Era nipote del cardinale Gilberto Borromeo da parte di madre.

La sua prima formazione iniziò presso la casa paterna. Quand'ebbe dodici anni, fu mandato a Roma per studiare al Seminario Romano filosofia e teologia. Ha poi frequentato l'Università di Pavia, dove ha ottenne il 10 Luglio 1698 un dottorato in utroque iure, sia in diritto canonico , sia in diritto civile. Fu ammesso al Nobile Collegio Dottorale degli Avvocati di Milano nel 1699.

Nel 1693 divenne Abate commendatario di Sant'Antonio di Valenza. Si recò a nel 1703 Roma dove fu nominato camerlengo privato di Sua Santità. Il 28 maggio 1705 ricevette l'incarico di Referendario del Supremo tribunale della Segnatura apostolica di grazie e giustizia e di prelato domestico di Sua santità. Il 10 dicembre 1706 abate commendatario della Basilica di Sant'Abbondio (Como) e dell'ordine di Sant'Ambrogio ad Nemus a Milano. Ottenne, inoltre, i seguenti incarichi:

Fu ordinato sacerdote il 31 ottobre 1717.

Ministero episcopale

Eletto arcivescovo titolare di Calcedonia il 6 dicembre 1717, fu consacrato il 23 gennaio 1718 nella Cappella del Coro della basilica di San Carlo al Corso (Roma), dal cardinale Ferdinando d'Adda, assistito da Vincenzo Petra, arcivescovo titolare di Damasco e da Pietro Luigi Carafa, arcivescovo titolare di Larissa.

Fu inviato come nunzio apostolico a Firenze, il 29 aprile 1718 carica che ricoprì fino al 12 ottobre 1720. Nunzio a Venezia dal 23 settembre 1720 fino al 7 maggio 1735. Il 12 dicembre 1734 divenne Segretario della Sacra Congregazione dei Vescovi e Regolari.

Fu trasferito alla sede metropolitana di Milano il 6 maggio 1737 dove prese possesso della cattadra il seguente 13 luglio.

Cardinalato

Fu creato cardinale nel concistoro del 23 febbraio 1739 e il successivo 10 maggio fece l'ingresso trionfale in città, alla presenza del Granduca Francesco di Lorena di Toscana, la principessa Maria Teresa, figlia dell'imperatore Carlo VI e Frate Lorenzo Ganganelli, direttore degli studi nel convento di San Francesco dei Frati Minori Conventuali di Milano, futuro Papa Clemente XIV. Partecipò al conclave del 1740, che elesse Papa Benedetto XIV. Ricevette la berretta rossa e il titolo di Sant'Alessio il 16 settembre 1740.

Rese l'anima al Signore a Milano il 23 dicembre 1742 improvvisamente senza sofferenze. Il suo corpo fu imbalsamato e il funerale solenne ebbe luogo il Lunedì 21 gennaio 1743. Fu sepolto davanti all'altare della cappella della Madonna del Rosario, chiamato dell'Albero, nella cattedrale metropolitana di Santa Maria nascente a Milano. Il suo cuore è stato sepolto nella chiesa parrocchiale di Tromello (Pv), sotto l'altare dedicato alla Madonna della Donzellina, venerata dai Tromellesi.

Genealogia episcopale (parziale)

Successione degli incarichi

Predecessore: Abate commendatario di Sant'Antonio di Valenza Successore: Prepozyt.png
? 1693 - 1705 ? I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
? {{{data}}} ?
Predecessore: Abate commendatario di Sant'Abbondio di Como Successore: Prepozyt.png
? 1705 - 1714 ? I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
? {{{data}}} ?
Predecessore: Abate commendatario di Sant'Ambrogio ad Nemus di Milano Successore: Prepozyt.png
? 1705 - 1714 ? I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
? {{{data}}} ?
Predecessore: Governatore di Spoleto Successore: Emblem Holy See.svg
Giacinto Pilastri 18 maggio 1709 - 1714 Lazzaro Pallavicini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacinto Pilastri {{{data}}} Lazzaro Pallavicini
Predecessore: Governatore di Ancona Successore: Emblem Holy See.svg
N. M. Lercari 19 maggio 1714 - 17 aprile 1717 Lazzaro Pallavicini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
N. M. Lercari {{{data}}} Lazzaro Pallavicini
Predecessore: Abate commendatario di San Silano di Romagnano Successore: Prepozyt.png
? 1714 - 1716 ? I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
? {{{data}}} ?
Predecessore: Inquisitore generale di Malta Successore: Escudo inquisicion.gif
Raniero d'Elci 1716 - 1717 Lazzaro Pallavicino (1684-1744) I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Raniero d'Elci {{{data}}} Lazzaro Pallavicino (1684-1744)
Predecessore: Arcivescovo titolare di Calcedonia Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Charles Montecatini (Ch) 6 dicembre 1717 - 6 maggio 1737 Giorgio Doria I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Charles Montecatini (Ch) {{{data}}} Giorgio Doria
Predecessore: Nunzio apostolico per il Granducato di Toscana Successore: Coat of arms Holy See.svg
Pier Luigi Carafa juniore 3 maggio 1718 - 12 ottobre 1720 Lazzaro Opizio Pallavicini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pier Luigi Carafa juniore {{{data}}} Lazzaro Opizio Pallavicini
Predecessore: Nunzio apostolico per la Repubblica di Venezia Successore: Coat of arms Holy See.svg
Alessandro Aldobrandini 21 settembre 1720 - maggio 1735 Giacomo Oddi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alessandro Aldobrandini {{{data}}} Giacomo Oddi
Predecessore: Segretario della Congregazione per i Vescovi Successore: Coat of arms Holy See.svg
Giuseppe Spinelli 1734-1737 ? I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Spinelli {{{data}}} ?
Predecessore: Arcivescovo di Milano Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Benedetto Erba Odescalchi 6 maggio 1737 - 23 dicembre 1742 Giuseppe Pozzobonelli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Benedetto Erba Odescalchi {{{data}}} Giuseppe Pozzobonelli
Predecessore: Cardinale presbitero dei Santi Bonifacio e Alessio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Giberto Borromeo 16 settembre 1740 - 23 dicembre 1742 Sede vacante (1742-1753)
dal 1753 Antonio Andrea Galli
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giberto Borromeo {{{data}}} Sede vacante (1742-1753)
dal 1753 Antonio Andrea Galli
Note
  1. Christoph Weber, LEGATI E GOVERNATORI DELLO STATO PONTIFICIO (1550-1809) su archivi.beniculturali.it (PDF). URL consultato il 08-03-2019


Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.