Santos Abril y Castelló

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Santos Abril y Castelló
Cardinale
Santoscastellostemmavescovo.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
Pro Ecclesia cum Petro

Santoscastellocardinale.jpg

Titolo cardinalizio
Cardinale diacono di San Ponziano
Incarichi attuali
Presidente della Commissione cardinalizia di vigilanza dell'Istituto per le Opere di Religione
Età attuale 88 anni
Nascita Alfambra
21 settembre 1935
Morte
Sepoltura
Appartenenza Diocesi di Teruel e Albarracín
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 19 marzo 1960
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo 29 aprile 1985 da papa Giovanni Paolo II
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Teruel, 16 giugno 1985 dal card. Agostino Casaroli
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
18 febbraio 2012 da Benedetto XVI (vedi)
Cardinale da
Cardinale da 12 anni e 9 giorni
Cardinale elettore NO (fino al 21 settembre 2015)
Incarichi passati
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Successione apostolica

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Santos Abril y Castelló (Alfambra, 21 settembre 1935) è un arcivescovo, cardinale e diplomatico spagnolo.

Biografia

È stato ordinato sacerdote il 19 marzo 1960 per la diocesi di Teruel e Albarracín.

Dopo aver conseguito la licenza in scienze sociali e la laurea in diritto canonico, ha frequentato la Pontificia Accademia Ecclesiastica di Roma. Dal 1967 ha lavorato nella diplomazia vaticana svolgendo il suo servizio in Pakistan, in Turchia e presso la Seconda Sezione della Segreteria di Stato della Santa Sede, quale Capo Ufficio della Sezione Spagnola.

Il 29 aprile 1985 è stato nominato da papa Giovanni Paolo II nunzio apostolico in Bolivia e arcivescovo titolare di Tamada; ha ricevuto la consacrazione episcopale il 16 giugno 1985 dall'allora cardinale Segretario di Stato Agostino Casaroli, co-consacranti l'arcivescovo Gabino Díaz Merchán(ch) e il vescovo Ramón Búa Otero(ch).

Successivamente, dal 2 ottobre 1989 al 24 febbraio 1996, è stato pro-nunzio apostolico in Camerun, Gabon e Guinea Equatoriale; quindi nunzio in Jugoslavia fino al 4 marzo 2000, poi in Argentina fino al 9 aprile 2003, infine in Macedonia e Slovenia.

Papa Benedetto XVI lo ha nominato Vice-camerlengo della Camera Apostolica il 22 gennaio 2011 e, il 21 novembre dello stesso anno, arciprete della Basilica di Santa Maria Maggiore.

Papa Benedetto XVI lo ha nominato cardinale diacono di San Ponziano nel Concistoro del 18 febbraio 2012.

È membro della Congregazione delle Cause dei Santi, della Congregazione per i Vescovi e della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli.

Il 15 gennaio 2014 papa Francesco lo ha nominato membro della commissione cardinalizia di vigilanza dell'Istituto per le Opere di Religione; il successivo 4 marzo i membri della commissione lo hanno nominato presidente.

Onorificenze

Onorificenze spagnole

Commendatore di Numero dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Numero dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna)

Onorificenze straniere

Gran Croce dell'Ordine Nazionale del Condor delle Ande (Bolivia) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine Nazionale del Condor delle Ande (Bolivia)
Gran Croce dell'Ordine al Merito di Germania (Germania) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine al Merito di Germania (Germania)

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Tamada
con dignità di arcivescovo
Successore: Bishopcoa.png
Antônio Carlos Mesquita dal 29 aprile 1985 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antônio Carlos Mesquita {{{data}}} in carica
Predecessore: Nunzio apostolico in Bolivia Successore: Flag of the Vatican City.svg
Alfio Rapisarda 29 aprile 1985 - 2 ottobre 1989 Giovanni Tonucci I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alfio Rapisarda {{{data}}} Giovanni Tonucci
Predecessore: Pro-Nunzio apostolico in Camerun e in Guinea Equatoriale Successore: Flag of the Vatican City.svg
Donato Squicciarini 2 ottobre 1989 - 24 febbraio 1996 Félix del Blanco Prieto I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Donato Squicciarini {{{data}}} Félix del Blanco Prieto
Predecessore: Pro-Nunzio apostolico in Gabon Successore: Flag of the Vatican City.svg
Donato Squicciarini 2 ottobre 1989 - 24 febbraio 1996 Luigi Pezzuto I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Donato Squicciarini {{{data}}} Luigi Pezzuto
Predecessore: Nunzio apostolico in Jugoslavia Successore: Flag of the Vatican City.svg
Gabriel Montalvo Higuera 24 febbraio 1996 - 4 marzo 2000 Eugenio Sbarbaro I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gabriel Montalvo Higuera {{{data}}} Eugenio Sbarbaro
Predecessore: Nunzio apostolico in Argentina Successore: Flag of the Vatican City.svg
Ubaldo Calabresi 4 marzo 2000 - 9 aprile 2003 Adriano Bernardini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ubaldo Calabresi {{{data}}} Adriano Bernardini
Predecessore: Nunzio apostolico in Bosnia-Erzegovina Successore: Flag of the Vatican City.svg
Giuseppe Leanza 9 aprile 2003 - 21 novembre 2005 Alessandro D'Errico I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Leanza {{{data}}} Alessandro D'Errico
Predecessore: Nunzio apostolico in Macedonia Successore: Flag of the Vatican City.svg
Giuseppe Leanza 9 aprile 2003 - 22 gennaio 2011 Janusz Bolonek I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Leanza {{{data}}} Janusz Bolonek
Predecessore: Nunzio apostolico in Slovenia Successore: Flag of the Vatican City.svg
Giuseppe Leanza 9 aprile 2003 - 22 gennaio 2011 Juliusz Janusz I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Leanza {{{data}}} Juliusz Janusz
Predecessore: Vice-camerlengo della Camera Apostolica Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Paolo Sardi 22 gennaio 2011 - 23 luglio 2012 Pier Luigi Celata I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Paolo Sardi {{{data}}} Pier Luigi Celata
Predecessore: Arciprete della Basilica di Santa Maria Maggiore Successore: Santa maria maggiore 051218-01.jpg
Bernard Francis Law 21 novembre 2011 - 28 dicembre 2016 Stanisław Ryłko I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bernard Francis Law {{{data}}} Stanisław Ryłko
Predecessore: Cardinale diacono di San Ponziano Successore: Kardinalcoa.png
Urbano Navarrete dal 18 febbraio 2012
Titolo presbiterale pro hac vice dal 4 marzo 2022
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Urbano Navarrete {{{data}}}
Predecessore: Presidente della Commissione Cardinalizia di Vigilanza dell'Istituto per le Opere di Religione Successore: Emblem Holy See.svg
Tarcisio Bertone, S.D.B. dal 4 marzo 2014 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Tarcisio Bertone, S.D.B. {{{data}}} in carica
Note
Voci correlate
Collegamenti esterni