Paolo Sardi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Paolo Sardi
SARDI PAOLO.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"

Sardifoto.jpg

Esto vigilans
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 84 anni
Nascita Ricaldone
1º settembre 1934
Morte Roma
13 luglio 2019
Sepoltura Tomba di famiglia del cimitero di Ricaldone
Appartenenza diocesi di Acqui
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 29 giugno 1958 dal vescovo Giuseppe Dell’Omo
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 10 dicembre 1996 da Giovanni Paolo II
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Roma, 6 gennaio 1997 dal papa Giovanni Paolo II
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
20 novembre 2010 da Benedetto XVI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Paolo Sardi (Ricaldone, 1º settembre 1934; † Roma, 13 luglio 2019) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Il cardinal Paolo Sardi ricevuto da papa Benedetto XVI

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

È nato il 1° settembre 1934 a Ricaldone, nella diocesi di Acqui, in provincia di Alessandria, da una famiglia di buoni cristiani; suo padre era contadino e sua madre maestra elementare.

Ancora giovanissimo è entrato nel seminario diocesano di Acqui per gli studi medi, ginnasiali e liceali. È stato poi inviato al seminario di Torino, a Rivoli, per la propedeutica. Al termine di questo periodo di studi il vescovo ha deciso di destinarlo a Roma per gli studi teologici. A partire dall'ottobre del 1954, pertanto, ha frequentato la facoltà teologica della Pontificia Università Gregoriana, conseguendo la licenza in teologia nel giugno 1958.

Ordinato sacerdote il 29 giugno 1958, nell'ottobre successivo, ancora su richiesta del vescovo, ha iniziato la facoltà di diritto canonico sempre nella stessa Università Gregoriana. Conseguita nel 1963 la laurea, è ritornato in diocesi per intraprendere nel seminario l'insegnamento della teologia morale, dedicandosi contemporaneamente a servizi pastorali in alcune parrocchie della diocesi.

Per completare la propria formazione giuridica, ha deciso di iscriversi alla facoltà di giurisprudenza dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ha conseguito la laurea nel febbraio del 1968, sotto la guida del professor Orio Giacchi. Nel frattempo era stato invitato a insegnare teologia morale alla facoltà teologica di Torino, compito che ha svolto fino al 1976. Frutto dell'impegno di insegnamento di quegli anni sono le sue pubblicazioni.

Nel giugno del 1976 è stato chiamato a prestare il suo servizio presso la Segreteria di Stato dall'allora sostituto monsignor Giovanni Benelli. In Segreteria di Stato è restato negli anni successivi, ricoprendo importanti responsabilità presso la Sezione per gli Affari Generali della Segreteria di Stato. Nel 1990 è divenuto capo ufficio e nel 1992 vice assessore. In particolare, ha coordinato l'ufficio che collabora con il Pontefice nella stesura di testi e discorsi. A questo impegno ha sempre unito il servizio pastorale.

Il ministero episcopale

Il 10 dicembre 1996 è stato nominato arcivescovo titolare di Sutri, divenendo nunzio apostolico con incarichi speciali. Il 6 gennaio 1997, nella basilica di San Pietro, ha ricevuto l'ordinazione episcopale da Giovanni Paolo II.

Il 23 ottobre 2004 è stato nominato vice-camerlengo di Santa Romana Chiesa. In questa veste ha collaborato con l'allora cardinale camerlengo Eduardo Martínez Somalo agli adempimenti connessi con il conclave dell'aprile 2005, nel quale è stato eletto Benedetto XVI.

Il 6 giugno 2009 è divenuto pro-patrono del Sovrano Militare Ordine di Malta.

Il cardinalato

Da Benedetto XVI è stato creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 20 novembre 2010, con il titolo di Santa Maria Ausiliatrice in via Tuscolana.

È membro della Congregazione delle Cause dei Santi, della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica, del Pontificio Consiglio per i Laici, del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica.

La morte

Morì al Policlinico Agostino Gemelli di Roma il 13 luglio 2019 dopo una breve malattia. Il 15 luglio, alle ore 10,30, all'altare della Cattedra della basilica di San Pietro, si tennero le solenni esequie presiedute dal cardinale Tarcisio Bertone. Al termine della celebrazione eucaristica papa Francesco presiedette il rito dell'ultima commendatio e della valedictio; la salma venne poi tumulata nella tomba di famiglia del suo paese natale a seguito di due successive messe funebri tenutesi presso la cattedrale dell'Assunzione di Maria Vergine (Acqui Terme) e nella chiesa parrocchiale di Ricaldone.

Genealogia episcopale

Onorificenze

Patrono Emerito e Balì gran croce di onore e di devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta - nastrino per uniforme ordinaria Patrono Emerito e Balì gran croce di onore e di devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta
Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 27 novembre 1992[1]
Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 24 giugno 2005[2]

Pubblicazioni

  • L'aborto ieri e oggi, Paideia, Brescia 1975

Successione degli incarichi

Predecessore: Vice-Assessore per gli Affari Generali alla Segreteria di Stato Successore: Emblem Holy See.svg
- 2 aprile 1992 - 10 dicembre 1996 - I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} -
Predecessore: Vescovo titolare di Sutri
con dignità di arcivescovo
Successore: Stemma vescovo.png
Christoph Schönborn 10 dicembre 1996 - 20 novembre 2010 Antonio Guido Filipazzi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Christoph Schönborn {{{data}}} Antonio Guido Filipazzi
Predecessore: Nunzio apostolico con incarichi speciali Successore: Emblem Holy See.svg
- 10 dicembre 1996 - 23 ottobre 2004 - I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} -
Predecessore: Vice-camerlengo della Camera Apostolica Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Ettore Cunial 23 ottobre 2004 - 22 gennaio 2011 Santos Abril y Castelló I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ettore Cunial {{{data}}} Santos Abril y Castelló
Predecessore: Pro-Patrono del Sovrano Militare Ordine di Malta Successore: Croix de Malte.PNG
Pio Laghi
(patrono)
6 giugno 2009 - 30 novembre 2010 se stesso come patrono I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pio Laghi
(patrono)
{{{data}}} se stesso come patrono
Predecessore: Cardinale diacono di Santa Maria Ausiliatrice in via Tuscolana Successore: Stemma cardinale.png
Tarcisio Bertone dal 20 novembre 2010 vacante I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Tarcisio Bertone {{{data}}} vacante
Predecessore: Patrono del Sovrano Militare Ordine di Malta Successore: Croix de Malte.PNG
Pio Laghi 30 novembre 2010 - 8 novembre 2014
(pro-patrono dal 6 giugno 2009)
Raymond Leo Burke I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pio Laghi {{{data}}} Raymond Leo Burke
Note
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.