Arturo Tabera Araoz

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Arturo Tabera Araoz, C.M.F.
Stemma card. Tabera Araoz.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Cardinale Arturo Tabera Araoz.JPG

Card. Arturo Tabera Araoz
Donec formetur Christus in vobis
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 71 anni
Nascita El Barco de Ávila
29 ottobre 1903
Morte Roma
13 giugno 1975
Sepoltura Basilica del Sacro Cuore Immacolato di Maria, Roma
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 22 dicembre 1928 dal cardinale Basilio Pompilj
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 18 febbraio 1946 da papa Pio XII
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 5 maggio 1946 dal vescovo Leopoldo Eijo y Garay
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo 23 luglio 1968 da papa Paolo VI
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
28 aprile 1969 da Paolo VI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Presbiteri
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Arturo Tabera Araoz (El Barco de Ávila, 29 ottobre 1903; † Roma, 13 giugno 1975) è stato un cardinale e arcivescovo spagnolo.

Cenni biografici

Nato il 29 ottobre 1903 a Barco de Ávila, diocesi di Ávila, in Spagna, i suoi genitori erano Obdulio Tabera ed Emilia Araoz.

Formazione e ministero episcopale

Entrato nella Congregazione dei Missionari Figli del Cuore Immacolato di Maria (comunemente noti come Claretiani) nel maggio 1915, a Don Benito, Badajoz, ha emesso i primi voti nel Noviziato di Jerez de los Caballeros il 15 agosto 1920; ha continuato gli studi ad Aguas Santas, Jerez de los Caballeros, studiandovi filosofia per tre anni; poi al Teologato di Zafra, dove ha studiato teologia per cinque anni.

Scelto dal superiore per continuare i suoi studi a Roma, è stato mandato nella Città Eterna nell'estate del 1928; ha ricevuto il suddiaconato il 25 novembre 1928 e il diaconato il successivo 2 dicembre. Ha studiato presso il Pontificio Ateneo Romano Sant'Apollinare, dove ha conseguito il dottorato in utroque iure, in diritto canonico e civile nel 1930; fra i suoi professori c'era Padre Arcadio Larraona, C.M.F., futuro cardinale.

Ordinato il 22 dicembre 1928 dal Cardinale Basilio Pompilj, vicario generale di Sua Santità per Roma, nella Patriarcale Basilica Lateranense di Roma. Ulteriori studi, 1929-1930. Dal 1929 al 1933 ha collaborato con Commentarium pro religiosis, in particolare con una serie di studi sul tema della rinuncia dei religiosi. Successivamente, 1930-1946, docente di facoltà presso la Theological School di Zafra, Badajoz.

Nel 1933, assieme a Padre Larraona, ha partecipato al Congresso Internazionale di Diritto Romano celebrato a Bologna e Roma in occasione del XIV centenario della pubblicazione delle Pandoctas dell'imperatore Giustiniano del 533. Vice-direttore della rivista Ilustración del Clero, Madrid, 1935. Dal 1940 è stato visitatore apostolico nella Congregazione di Santo Ángel, Segretario-redattore della rivista Commemoratium pro religiosis a Roma, Segretario della Prefettura degli studi della sua congregazione. Fondatore della rivista Vida religiosa, Roma, 1944, Vice-postulatore della causa di beatificazione del cardinale Marcelo Spínola Maestre, arcivescovo di Arcidiocesi di Siviglia di Siviglia e Segretario della Prefettura Generale degli studi della sua Congregazione.

Ministero Episcopale

Eletto vescovo titolare di Lirbe e nominato amministratore apostolico of Barbastro, Spagna, il 16 febbraio 1946, è stato consacrato il 5 maggio 1946 nella Chiesa di San Francisco el Grande di Madrid, da Leopoldo Eijo y Garay, vescovo di Madrid, Patriarca delle Indie Occidentali, assistito da Enrique Delgado y Gómez, vescovo di Almería e da Santos Moro Briz, vescovo di Ávila. Il suo motto episcopale era: Donec formetur Christus in vibos. Si è insediato il 16 giugno 1946.

Delegato della Spagna al Primo Eucaristico Congresso Bolivariano celebrato a Cali, in Colombia, dal 23 al 29 gennaio 1949. Quando l'amministrazione apostolica di Barbastro è stata elevata al rango di diocesi, il 2 febbraio 1950, è diventato il suo primo vescovo. Trasferito nelle nuova diocesi di Albacete, il 13 maggio 1950. Ha partecipato al Concilio Vaticano II, 1962-1965, è stato poi promosso nella sede metropolitana di Pamplona, il 23 luglio 1968, dove si è insediato il 14 agosto 1968.

Cardinalato

Creato Cardinale presbitero da Paolo VI nel Concistoro del 28 aprile 1969, ha ricevuto la Berretta rossa e il Titolo di San Pietro in Montorio il 30 aprile 1969. Nominato prefetto della Sacra Congregazione per il Culto Divino il 20 febbraio 1971, ha partecipato alla Seconda Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, in Vaticano, dal 30 settembre al 6 novembre 1971. Legato Papale alla celebrazione dell'ottavo centenario della nascita di San Domenico a Bologna, il 25 ottobre 1971.

Ha rassegnato le dimissioni dal governo pastorale dell'arcidiocesi di Pamplona, il 4 dicembre 1971. Inviato Speciale del Pontefice all'Ottavo Congresso Eucaristico Nazionale di Valencia, in Spagna, dal 22 al 28 maggio 1972, Prefetto della Sacra Congregazione per i Religiosi, l'8 settembre 1973, ha preso parte alla Terza Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, in Vaticano, dal 27 settembre al 26 ottobre 1974.

Morte

Morto il 13 giugno 1975 per un attacco cardiaco, dopo avere ricevuto gli ultimi sacramenti, nella clinica Pio XI di Roma, le sue spoglie sono state esposte nella Cappella del Claretianum, vicino la clinica dove era deceduto. Il funerale si è tenuto il 16 giugno successivo nel transetto dei Santi Processo e Martiniano, nella Patriarcale Basilica Vaticana.

La messa funebre è stata celebrata da Paul Augustine Mayer, O.S.B., arcivescovo titolare di Satriano, segretario della Sacra Congregazione per i Religiosi e gli Istituti Secolari. Alla fine della cerimonia, il Cardinale Luigi Traglia, decano del Sacro Collegio dei Cardinali, ha impartito l'assoluzione finale e ha recitato le preghiere finali. È stato seppellito nella Basilica del Sacro Cuore Immacolato di Maria, in Piazza Euclide a Roma.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Lirbe Successore: BishopCoA PioM.svg
Vittorio D'Alessi 18 febbraio 1946-2 febbraio 1950 Alexander Mieceslaus Zaleski I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Vittorio D'Alessi {{{data}}} Alexander Mieceslaus Zaleski
Predecessore: Amministratore apostolico di Barbastro Successore: BishopCoA PioM.svg
Florentino Asensio Barroso 18 febbraio 1946-2 febbraio 1950 sé stesso come vescovo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Florentino Asensio Barroso {{{data}}} sé stesso come vescovo
Predecessore: Vescovo di Barbastro Successore: BishopCoA PioM.svg
sé stesso come amministratore apostolico 2 febbraio - 13 maggio 1950 Pedro Cantero Cuadrado I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
sé stesso come amministratore apostolico {{{data}}} Pedro Cantero Cuadrado
Predecessore: Vescovo di Albacete Successore: BishopCoA PioM.svg
- 13 maggio 1950-23 luglio 1968 Ireneo García Alonso I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Ireneo García Alonso
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Pamplona Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Enrique Delgado y Gómez 23 luglio 1968-4 dicembre 1971 José Méndez Asensio I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Enrique Delgado y Gómez {{{data}}} José Méndez Asensio
Predecessore: Cardinale presbitero di San Pietro in Montorio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Enrique Pla y Deniel 30 aprile 1969-13 giugno 1975 Aloísio Leo Arlindo Lorscheider, O.F.M. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Enrique Pla y Deniel {{{data}}} Aloísio Leo Arlindo Lorscheider, O.F.M.
Predecessore: Prefetto della Congregazione per il Culto Divino Successore: Emblem Holy See.svg
Benno Walter Gut, O.S.B. 20 febbraio 1971-13 settembre 1973 James Robert Knox I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Benno Walter Gut, O.S.B. {{{data}}} James Robert Knox
Predecessore: Prefetto della Congregazione per i Religiosi e gli Istituti Secolari Successore: Emblem Holy See.svg
Ildebrando Antoniutti 13 settembre 1973-13 giugno 1975 Eduardo Francisco Pironio I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ildebrando Antoniutti {{{data}}} Eduardo Francisco Pironio
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.