Francesco Bertoglio

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Francesco Bertoglio
Stemma vescovo.png
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

BERTOGLIO FRANCESCO.JPG

{{{didascalia}}}
'
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 77 anni
Nascita Magenta
15 febbraio 1900
Morte Milano
6 luglio 1977
Sepoltura Magenta (MI)
Appartenenza Arcidiocesi di Milano
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 31 marzo 1923 da arc. Eugenio Tosi
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 1º settembre 1960 da Giovanni XXIII
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Basilica di San Pietro, 28 ottobre 1960 dal Papa Giovanni XXIII
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
Scheda su santiebeati.it

Francesco Bertoglio (Magenta, 15 febbraio 1900; † Milano, 6 luglio 1977) è stato un rettore e vescovo italiano.

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

Nacque il 15 febbraio 1900 a Magenta, in provincia e arcidiocesi di Milano da una famiglia di artigiani; compì i propri studi prima nel Seminario maggiore di Milano, e poi nel Pontificio Seminario Lombardo a Roma dove si laureò in Teologia. Il 31 marzo 1923 fu ordinato presbitero nel Duomo di Milano[1] dal cardinale arcivescovo di Milano Eugenio Tosi. A Milano fu impegnato nell'insegnamento al ginnasio nel Seminario minore, di cui assunse la carica di vice rettore; poi fu docente di teologia dogmatica, morale fondamentale, liturgia ed ascetica nel corso Teologico. A soli 33 anni, il 25 giugno 1933 gli venne comunicata la nomina a rettore del Pontificio Seminario Lombardo. In tale veste ricoprì un ruolo di primo piano durante l'occupazione tedesca: grazie all'extra territorialità dell'istituto e dei conventi alla diretta dipendenza della Santa Sede, si adoperò, in accordo con la Segreteria di Stato, per scongiurare l'arresto o la deportazione in campi di sterminio offrendo rifugio a perseguitati politici, ex militari ed ebrei, che furono infatti

« ...iscritti fra gli alunni del Seminario e alla Università Gregoriana; ospitati presso qualche altra Comunità o presso privati, o nel proprio domicilio »
(dall'archivio del Seminario Lombardo.)

Nonostante ciò, il Pontificio Seminario Lombardo, nella notte tra il 21 e il 22 dicembre 1943, fu oggetto di una perquisizione di un drappello nazi-fascista al comando di Pietro Koch. Era diffuso il sospetto che molti personaggi di spicco della Resistenza avevano trovato ospitalità in numerosi istituti religiosi della capitale. L’operazione, alla quale prese parte un reparto delle SS, interessò anche il Pontificio Istituto di Studi Orientali ed il Pontificio Collegio Russicum. La maggior parte degli ospiti riusci a mettersi al sicuro in un rifugio, ma tra i pochi arrestati vi fu anche lo stesso rettore. Mons. Bertoglio fu rilasciato il giorno seguente anche grazie alle rimostranze della Segreteria di Stato guidata dall'allora Mons. Montini, con cui, fra l'altro, aveva condiviso gli anni di studio nel Seminario lombardo.

Il ministero episcopale

Il 1º settembre 1960 fu nominato Vescovo titolare di Paros da Giovanni XXIII. Fu consacrato il 28 ottobre seguente, nella Basilica di San Pietro dallo stesso Papa; co-consacranti furono Diego Venini, arcivescovo titolare di Adana, e Benigno Carrara, vescovo di Imola.

Il 5 giugno 1961 lasciò ufficialmente il suo incarico di rettore, sostituito da mons. Ferdinando Maggioni, monzese, anche lui ex allievo del Lombardo. Nel 1964 venne nominato vescovo ausiliare dell'arcidiocesi di Milano. Partecipò a tutte le sessioni del Concilio Vaticano II dal 1962 al 1965.

La morte

Morì il 6 luglio 1977 a Milano.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Rettore del Pontificio seminario lombardo Successore: Pontificio Seminario Lombardo.jpg
Ettore Baranzini 1933 - 1961 Ferdinando Maggioni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ettore Baranzini {{{data}}} Ferdinando Maggioni
Predecessore: Vescovo titolare di Paros Successore: Stemma vescovo.png
Francis-Xavier Gsell
ch
1º settembre 19606 luglio 1977 sede vacante I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francis-Xavier Gsell
ch
{{{data}}} sede vacante
Note
  1. Senza fonte
Bibliografia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.