Jan Pieter Schotte

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Jan Pieter Schotte, C.I.C.M.
Schottestemma.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Schottefoto.jpg

{{{didascalia}}}
Parare viam Domino pacis
Titolo cardinalizio
{{{titolo}}}
Età alla morte 76 anni
Nascita Beveren-Leie
29 aprile 1928
Morte Roma
10 gennaio 2005
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 3 agosto 1952
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 6 gennaio 1984 da Giovanni Paolo II
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo 24 aprile 1985
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
26 novembre 1994 da Giovanni Paolo II (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Jan Pieter Schotte (Beveren-Leie, 29 aprile 1928; † Roma, 10 gennaio 2005) è stato un cardinale e arcivescovo belga.

Biografia

Nacque il 29 aprile 1928 a Beveren-Leie, nella diocesi di Bruges, in Belgio. Entrò nella Congregazione del Cuore Immacolato di Maria, conosciuti anche come Missionari di Scheut, nel 1946, a Bruxelles.

Venne ordinato sacerdote il 3 agosto 1952. Studiò diritto canonico presso l'Università Cattolica di Lovanio, in Belgio, dal 1953 al 1956. Nel 1956 venne nominato vicerettore del Seminario teologico della Congregazione del Cuore Immacolato di Maria a Lovanio, in Belgio, e ricoprì questo incarico fino al 1962. Dal 1955 al 1962 insegnò anche diritto canonico presso lo stesso seminario e fu professore assistente nell'Istituto Superiore di Scienze Religiose, all'Università Cattolica di Lovanio dal 1957 al 1962.

Tra il 1962 e il 1963 continuò gli studi di diritto canonico presso l'Università Cattolica d'America, a Washington, negli Stati Uniti d'America. Nel 1963 diventò rettore dell'Immaculate Heart Mission Seminary a Washington e svolse questo servizio fino al 1966.

Nel 1967 fu trasferito a Roma come Segretario Generale della Congregazione del Cuore Immacolato di Maria. Ricoprì l'incarico fino al 1972. Durante questo periodo si occupò di questioni sociali e internazionali in qualità di presidente, dal 1968 al 1972, del gruppo di lavoro del SEDOS sullo sviluppo; fu relatore del Seminario intermedio di tecnologia nel 1968, membro del Consiglio di amministrazione della Agrimissio nel 1969, co-organizzatore della Sessione ecumenica di programmazione sulle Unioni di Credito nel 1970, membro della tavola rotonda su Giustizia e Pace dal 1968 al 1970, vicepresidente della Commissione dei Superiori Generali in occasione del Sinodo dei Vescovi del 1971 sulla giustizia nel mondo, vicepresidente della Commissione congiunta USG-UISG durante l'Anno della pace del 1972, vice-Presidente della Commissione sulla giustizia nel mondo della Unione dei Superiori generali dal 1969 al 1972.

Molto intensa fu la sua opera anche a servizio della Santa Sede. Dal 1972 al 1980 lavorò presso la divisione delle Organizzazioni Internazionali della Segreteria di Stato, dal 1980 al 1983 fu segretario della Pontificia Commissione "Iustitia et Pax", dal 1980 al 1985 membro della Pontificia Commissione Migrazione e Turismo e consulente della Pontificia Commissione per l'America Latina, dal 1981 al 1983 fu presidente del comitato per la stesura delle Bozze della carta dei "Diritti della Famiglia" della Santa Sede, dal 1981 al 1985 fu consulente del Segretariato per i non-cristiani, membro del "Gruppo congiunto di consultazione su Pensiero e Azione Sociali della Santa Sede" e del Consiglio Mondiale delle Chiese, membro del Gruppo congiunto di lavoro della Santa Sede e del Consiglio Mondiale delle Chiese, dal 1982 al 1989 fu presidente della Commissione per i Rapporti di lavoro del Vaticano. Dal 1983 al 1985 diventò vicepresidente della Pontificia Commissione "Iustitia et Pax".

Fu inoltre membro del Sinodo speciale dei Vescovi dei Paesi Bassi nel 1980, responsabile ufficio stampa per la lingua francese del Sinodo dei Vescovi sulla famiglia, sempre nel 1980 e del Sinodo dei Vescovi su penitenza e riconciliazione nel 1983, relatore della Consultazione informale sul disarmo nucleare tenutasi in Vaticano nel gennaio 1983.

Fu promosso Vescovo titolare di Silli il 20 dicembre 1983 e ordinato da Giovanni Paolo II il 6 gennaio 1984.

Il 24 aprile 1985 fu nominato Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi e promosso Arcivescovo.

Come Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi, ne organizzò nel 1985 la II Assemblea generale straordinaria, a vent'anni dal Concilio Vaticano II, nel 1987 la VII Assemblea ordinaria sul laicato, nel 1990 l'VIII Assemblea ordinaria sulla formazione sacerdotale, nel 1991 la I Assemblea speciale per l'Europa, nel 1994 l'Assemblea speciale per l'Africa e la IX Assemblea ordinaria sulla Vita Consacrata, nel 1995 l'Assemblea speciale per il Libano, nel 1997 l'Assemblea speciale per l'America, nel 1998 l'Assemblea speciale per l'Asia e quella per l'Oceania, nel 1999 la II Assemblea speciale per l'Europa.

Fu Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi fino all'11 febbraio 2004.

Nel contempo, con l'istituzione dell'Ufficio del Lavoro della Sede Apostolica, il 14 aprile 1989 ne fu nominato presidente, carica che ricoprì fino alla morte.

Da Giovanni Paolo II fu creato e pubblicato cardinale nel Concistoro del 26 novembre 1994, della diacono di San Giuliano dei Fiamminghi.

Jan Pieter Schotte fu anche consultore della Congregazione per i Vescovi dal 1986 al 1994, membro della Pontificia Commissione per il Catechismo Universale dal 1986 al 1992, membro della Commissione Interdicasteriale per il Catechismo della Chiesa cattolica dal 1993. Fu inoltre membro del Seguito Papale durante i viaggi apostolici di Giovanni Paolo II in Irlanda, presso l'Organizzazione delle Nazioni Unite, negli Stati uniti d'America nel 1979; nello Zaire, Congo, Kenia, Ghana, Burkina Faso, Costa d'Avorio e Francia nel 1980); a Genova nel 1982, nei Paesi Bassi, in Lussemburgo e in Belgio nel 1985; in Costa d'Avorio nel 1990; in Angola nel 1992; in Uganda nel 1993.

Fece inoltre parte di Delegazioni della Santa Sede in occasione di vari incontri internazionali: alla Conferenza delle Nazioni Unite sulla popolazione Mondiale, a Bucarest, e a quella sull'Alimentazione, a Roma, entrambe nel 1974; alla II Conferenza generale dell'ONU sullo sviluppo industriale, a Lima nel 1975, al Comitato dell'ONU sull'Organizzazione dello sviluppo industriale, a Vienna nel 1976, alla Conferenza Internazionale sui rifugiati del Sud-Est asiatico, a Ginevra nel 1979, all'Assemblea generale del "Club di Roma", a Tokio nel 1984. Nel 1983 presso la Conferenza Cristiana Mondiale sul disarmo nucleare tenutasi ad Upsala fu capo della Delegazione della Santa Sede.

Morì il 10 gennaio 2005 all'età di 76 anni. Fu sepolto nella sua chiesa titolare, San Giuliano dei Fiamminghi.

Genealogia episcopale e successione apostolica

Predecessore: Vescovo titolare di Silli Successore: Stemma vescovo.png
Filippo Franceschi 20 dicembre 1983 - 26 novembre 1994 Florentin Crihalmeanu I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Filippo Franceschi {{{data}}} Florentin Crihalmeanu
Predecessore: Segretario generale del Sinodo dei Vescovi Successore: Mitre (plain).svg
Jozef Tomko 24 aprile 1985 - 11 febbraio 2004 Nikola Eterovic I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Jozef Tomko {{{data}}} Nikola Eterovic
Predecessore: Presidente dell'Ufficio del Lavoro della Sede Apostolica Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
- 14 aprile 1989 - 10 gennaio 2005 Francesco Marchisano I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Francesco Marchisano
Predecessore: Cardinale diacono di San Giuliano dei Fiamminghi Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
- 26 novembre 1994 - 10 gennaio 2005 vacante I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} vacante
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.