Robert Sarah

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Robert Sarah
Cardinale
Sarastemma.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
Sufficit tibi gratia mea

Sarafoto.jpg

Titolo cardinalizio
Cardinale presbitero pro hac vice di San Giovanni Bosco in via Tuscolana
Incarichi attuali
Età attuale 78 anni
Nascita Ourous
15 giugno 1945
Morte
Sepoltura
Conversione
Appartenenza Arcidiocesi di Conakry
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale Cattedrale di Santa Maria (Conakry), 20 luglio 1969 da mons. Raymond-Maria Tchidimbo
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo 13 agosto 1979 da Giovanni Paolo II
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Cattedrale di Sainte Marie a Conakry, 8 dicembre 1979 dal card. arc. Giovanni Benelli
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creato
Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.
(vedi)
Creato
Cardinale
20 novembre 2010 da Benedetto XVI (vedi)
Cardinale da
Cardinale da 13 anni, 5 mesi e 28 giorni
Cardinale elettore Fino al 15 giugno 2025
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Confermato cardinale {{{Confermato cardinale}}}
Nomina a pseudocardinale annullata da {{{Annullato da}}}
Riammesso da
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi passati
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Successione apostolica

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Scheda su santiebeati.it
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Robert Sarah (Ourous, 15 giugno 1945) è un cardinale e arcivescovo guineano.

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

È nato a Ourous, distretto di Koundara, nell'arcidiocesi di Conakry, il 15 giugno 1945. Figlio unico di una famiglia profondamente cattolica, dopo le scuole primarie e medie è stato costretto nel 1957 a lasciare il Paese per continuare i suoi studi nel seminario minore di Bingerville, in Costa d'Avorio. Rientrato in Guinea dopo l'indipendenza, il 2 ottobre 1958, ha completato gli studi nel seminario minore a Dixinn nel 1960. Quando l'istituto venne requisito dal governo guineano, è dovuto tornare alla parrocchia Sainte Croix, a Kindia. Solo più tardi, quando è stato possibile edificare il nuovo seminario, dedicato a Giovanni XXIII, a circa 135 chilometri da Conakry, ha completato i suoi studi, conseguendo il baccalaureato nel 1964. Dopo un periodo trascorso a Nancy in Francia, ha studiato teologia a Sébikotane, in Sénegal, tra il 1968 e il 1969.

Ordinato sacerdote il 20 luglio 1969 nella cattedrale di Sainte Marie a Conakry, è stato poi inviato a Roma dove ha ottenuto la licenza in teologia alla Pontificia Università Gregoriana e ha arricchito la sua formazione culturale al Pontificio Istituto Biblico, approfondendola successivamente con un periodo di studio al Pontificio Istituto Biblico di Gerusalemme (1971-1972) dove si è licenziato in Sacra Scrittura.

Tornato in patria, è stato nominato parroco di Boké, dove è rimasto dal 1974 al 1976. Sono stati anni di duro lavoro, poiché ha dovuto spesso dividersi tra la sua e le parrocchie di Kataco, di Koundara e di Ourous. Le spiccate doti di formatore gli hanno valso la nomina a rettore del seminario minore Giovanni XXIII a Kindia.

Il ministero episcopale

Quando è stato eletto arcivescovo di Conakry il 13 agosto 1979 e consacrato l'8 dicembre successivo nella Cattedrale di Notre-Dame di Conakry, dal cardinale Giovanni Benelli, arcivescovo di Firenze, assistito da Luc Auguste Sangaré(ch), arcivescovo di Bamako, Mali, e da Jean Pierre Marie Orchampt(ch), vescovo di Angers, Francia. Il suo motto episcopale è: Sufficit tibi gratia mea.

Ha dovuto così rinunciare a malincuore all'incarico di rettore. Giovanni Paolo II lo soprannominò il vescovo bambino: quando ricevette l'ordinazione episcopale, era il vescovo più giovane del mondo, aveva solo trentaquattro anni.

Si è dedicato con passione alla sua nuova missione servendo come amministratore apostolico di Kankan, presidente della Conferenza episcopale della Guinea, presidente della Conferenza episcopale regionale per l'Africa Occidentale francofona (Cerao), presidente del "Catholic Biblical Centre for Africa and Madagascar" (Bicam), consultore della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli.

Il 1º ottobre 2001 Giovanni Paolo II lo ha nominato segretario della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, ufficio che ha svolto per nove anni, fino al 7 ottobre 2010, quando Benedetto XVI lo ha designato presidente del Pontificio Consiglio "Cor Unum".

Il cardinalato

Da Benedetto XVI è stato creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 20 novembre 2010, con il titolo di San Giovanni Bosco in via Tuscolana.

È membro della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, del Pontificio Consiglio per i Laici, del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace.

Il 24 novembre 2014 è stato nominato Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, da cui ha dimissionato il 20 febbraio 2021.

Opere

Varie sue opere sono state tradotte dal francese in italiano, a cura di don Andrea Cappelli, membro del direttivo della Milizia del Tempio; eccone alcuni titoli:

  • Culture, democracy and development in the light of Centesimus annus, Paulines Publications Africa, 2000
  • En route vers Ninive, Médiaspaul, 2012
  • Dio o niente. Conversazione sulla fede con Nicolas Diat, Cantagalli, 2015
  • La forza del silenzio. Contro la dittatura del rumore, con Nicolas Diat, Cantagalli, 2017
  • Credo la Chiesa, con Gerhard Ludwig Müller, Cantagalli, 2018
  • Si fa sera e il giorno ormai volge al declino, con Nicolas Diat, traduzione di Davide Riserbato, Cantagalli, 2019
  • Dal profondo del nostro cuore, con Benedetto XVI, traduzione di Davide Riserbato, Cantagalli, 2020

Onorificenze

Onorificenze straniere

Commendatore dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
— 24 ottobre 2012[1]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine nazionale del Dahomey (Benin) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine nazionale del Dahomey (Benin)
— 2015[2]
Balì Cavaliere di Gran Croce di Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta - nastrino per uniforme ordinaria Balì Cavaliere di Gran Croce di Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta
— 9 giugno 2016[3]

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Amministratore apostolico di Kankan Successore: Stemma vescovo.png
Jean B. Coudray 23 agosto 197917 novembre 1993 Vincent Coulibaly I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Jean B. Coudray {{{data}}} Vincent Coulibaly
Predecessore: Arcivescovo di Conakry Successore: Arcbishoppallium.png
Raymond-Maria Tchidimbo 13 agosto 1979 - 1 ottobre 2001 Vincent Coulibaly I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Raymond-Maria Tchidimbo {{{data}}} Vincent Coulibaly
Predecessore: Presidente della Conferenza Episcopale della Guinea Successore: Mitra heráldica.svg
Raymond-Marie Tchidimbo, C.S.Sp. 19852001 Philippe Kourouma I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Raymond-Marie Tchidimbo, C.S.Sp. {{{data}}} Philippe Kourouma
Predecessore: Segretario della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Marcello Zago 1 ottobre 2001 - 7 ottobre 2010 Savio Hon Tai-Fai I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Marcello Zago {{{data}}} Savio Hon Tai-Fai
Predecessore: Vice-Gran cancelliere della Pontificia Università Urbaniana Successore: Stemma della Urbaniana.svg
Marcello Zago, O.M.I. 1º ottobre 20017 ottobre 2010 Savio Hon Tai-Fai, S.D.B. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Marcello Zago, O.M.I. {{{data}}} Savio Hon Tai-Fai, S.D.B.
Predecessore: Presidente del Pontificio Consiglio "Cor Unum" Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Paul Josef Cordes 7 ottobre 2010 - 24 novembre 2014 vacante I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Paul Josef Cordes {{{data}}} vacante
Predecessore: Cardinale diacono di San Giovanni Bosco in via Tuscolana Successore: Kardinalcoa.png
Stephen Fumio Hamao dal 20 novembre 2010
Titolo presbiterale pro hac vice dal 3 maggio 2021
in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Stephen Fumio Hamao {{{data}}} in carica
Predecessore: Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Antonio Cañizares Llovera 24 novembre 2014 - 20 febbraio 2021 Arthur Roche I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Cañizares Llovera {{{data}}} Arthur Roche
Note
  1. (FR) Remise des Insignes de Commandeur de la Légion d'Honneur à Son Eminence Révérendissime le Cardinal Robert Sarah su france-vatican.org. 24 ottobre 2012. URL consultato il 11 giugno 2016 (archiviato dall'url originale)
  2. (FR) Bénin: A Dassa-Zoumè, le Cardinal Sarah reçoit le titre de Grand-Croix su archivioradiovaticana.va. 18 agosto 2015
  3. Il Cardinale Sarah ammesso nell'Ordine di Malta con il rango di Balì Gran Croce di Onore e Devozione su orderofmalta.int. 10 giugno 2016. URL consultato il 5 settembre 2023
Voci correlate
Collegamenti esterni