Benedetto Naro

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Benedetto Naro
Cardinale
Stemma Benedetto Naro.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

Benedetto Naro.jpg

{{{didascalia}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 88 anni
Nascita Roma
26 luglio 1744
Morte Roma
6 ottobre 1832
Sepoltura Cappella della Passione del Redentore e Santa Caterina, della Chiesa di San Clemente a Roma.
Conversione
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale in data sconosciuta
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo mai nominato
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile mai consacrato
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creato
Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.
(vedi)
Creato
Cardinale
8 marzo 1816 da Pio VII (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 16 anni, 6 mesi e 29 giorni
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Confermato cardinale {{{Confermato cardinale}}}
Nomina a pseudocardinale annullata da {{{Annullato da}}}
Riammesso da
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi ricoperti
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Benedetto Naro (Roma, 26 luglio 1744; † Roma, 6 ottobre 1832) è stato un cardinale italiano.

Biografia

Nacque a Roma nella nobile famiglia dei marchesi Baldachuni presenti a Roma sin dal XV secolo. Era figlio di Fabrizio Naro, marchese di Mompeo e Prudenza Capizucchi, del conte Mario, sposati in seconde nozze nel 1738. Prozio del cardinale Costantino Patrizi Naro [1]. Un altro cardinale di famiglia fu Gregorio Naro (1629) [2].

Formazione e ministero sacerdotale

Studiò al Collegio di San Carlo a Modena dal 20 gennaio 1752 e successivamente, a Roma al Collegio Nazareno dal 1763 al 1765. Non ci sono informazioni circa la sua Ordinazione. Nominato da papa Clemente XIII canonico della Basilica patriarcale vaticana e cameriere segretò. Prelato domestico e referendario dei Tribunali della Segnatura Apostolica di Giustizia e di Grazia nel 1775; relatore della Sacra Congregazione del Buon Governo e della Sacra Consulta. Divenne chierico della Camera Apostolica nel 1800, presidente della Commissione delle ripe e delle acque; prefetto del Palazzo Apostolico dal 1807.

Cardinalato

Venne creato cardinale presbitero nel concistoro dell'8 marzo 1816; ricevette il cappello rosso l'11 marzo seguente e il titolo di San Clemente il 29 aprile dello stesso anno. Fu nominato prefetto della Congregazione per le Indulgenze e le Sacre Reliquie il 29 novembre 1818 e della S.C. Congregazione della disciplina regolare il 10 febbraio 1821. Partecipò al conclave del 1823 che elesse Papa Leone XII, al conclave del 1829 che elesse Papa Pio VIII e a quello del 1830-1831 che elesse papa Gregorio XVI. Arciprete della patriarcale Basilica Liberiana dal 1° gennaio 1824, fu protettore della Confraternita di San Nicolò in Carcere; dei Ss. Celso e Giuliano; della Santa Concezione di Albano; del Monastero della Purificazione; di Santa Margherita delle Battiste; di San Rosario in San Clemente; dell'arciconfraternita della Pietà de' Carcerati; del Ss. Crocifisso; e del Conservatorio di Santa Caterina de' Funari e di Rieti.

Morte

Morì il 6 ottobre 1832 a Roma. Venne esposto nella Chiesa di San Marcello, dove ebbero luogo i funerali celebrati dal cardinale Carlo Odescalchi, e sepolto, secondo la sua volontà, nella cappella della Passione del Redentore e Santa Caterina, della Chiesa di San Clemente a Roma.

Successione degli incarichi

Predecessore: Governatore di Castel Gandolfo Successore: Castel Gandolfo-Stemma.png
Giuseppe Gavotti 30 dicembre 1807 - 8 marzo 1816 Agostino Rivarola I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Gavotti {{{data}}} Agostino Rivarola
Predecessore: Prefetto del Palazzo Apostolico Successore: Emblem Holy See.svg
Marino Carafa di Belvedere 30 dicembre 1807 - 8 marzo 1816 Agostino Rivarola I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Marino Carafa di Belvedere {{{data}}} Agostino Rivarola
Predecessore: Cardinale presbitero di San Clemente Successore: CardinalCoA PioM.svg
Stefano Borgia 29 aprile 1816 - 6 ottobre 1832 Benedetto Cappelletti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Stefano Borgia {{{data}}} Benedetto Cappelletti
Predecessore: Prefetto della Congregazione per le Indulgenze e le Sacre Reliquie Successore: Emblem Holy See.svg
Diego Innico Caracciolo di Martina 29 novembre 1818 - 10 febbraio 1821 Giorgio Doria Pamphilj Landi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Diego Innico Caracciolo di Martina {{{data}}} Giorgio Doria Pamphilj Landi
Predecessore: Prefetto della Congregazione della disciplina regolare Successore: Emblem Holy See.svg
Antonio Maria Doria Pamphilj 10 febbraio 1821 - 6 ottobre 1832 Luigi Lambruschini, B. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Maria Doria Pamphilj {{{data}}} Luigi Lambruschini, B.
Predecessore: Arciprete della Basilica di Santa Maria Maggiore Successore: Santa maria maggiore 051218-01.JPG
Annibale Sermattei della Genga 1º gennaio 1824 - 6 ottobre 1832 Carlo Odescalchi, S.J. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Annibale Sermattei della Genga {{{data}}} Carlo Odescalchi, S.J.
Note
  1. Secondo Bernabei, Vita del cardinale Giovanni Morone, vescovo di Modena e biografie dei cardinali modenesi, p. 304, suo fratello marchese Francesco, che fu vessilifero di Santa Chiesa, assunse poi il cognome Patrizi. Francesco sposò Donna Porzia Chigi Montoro Patrizi ed ebbe un figlio, Giovanni, che sposò la duchessa Cunegunda, della casa reale di Sassonia, e fu padre del cardinale Costantino Patrizi Naro (1834).
  2. cfr. Gregorio Cardinal Naro su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 08-09-2023
Bibliografia
  • Nicola Bernabei, Vita del Cardinale Giovanni Morone, vescovo di Modena e biografie dei cardinali modenesi e di Casa d'Este, dei cardinali vescovi di Modena e di quelli educati in questo Collegio di San Carlo, Tipografica Rossi, Modena, 1885, pp. 304-307
  • (FR) Philippe Boutry, Souverain et Pontife: recherches prosopographiques sur la curie romaine à l'âge de la restauration, 1814-1846, École française de Rome, Roma, 2002, pp. 431-432
  • (LA) Remigium Ritzler, Pirminum Sefrin, Hierarchia Catholica Medii et Recentioris Aevi, vol. VII (1800-1846), Typis et Sumptibus Domus Editorialis "Il Messaggero di S. Antonio" presso Basilica Sant'Antonio, Padova, 1968, pp. 11, 41
Voci correlate
Collegamenti esterni