Gaetano Baluffi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Gaetano Baluffi
Stemmabaluffi.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

Immaginebaluffi.jpg

{{{didascalia}}}
'
Titolo cardinalizio
Età alla morte 78 anni
Nascita Ancona
29 marzo 1788
Morte Imola
11 novembre 1866
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 9 marzo 1811
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Roma, 18 agosto 1833 dal Cardinale Carlo Odescalchi
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo 27 gennaio 1842
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
21 dicembre 1846 da Pio IX (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Gaetano Baluffi (Ancona, 29 marzo 1788; † Imola, 11 novembre 1866) è stato un Cardinale italiano.

Biografia

Nacque ad Ancona il 28 marzo 1788 da Pietro Baluffi e Paola Micheletti, nobile famiglia originaria di Camerino.

Studiò filosofia e teologia nel Seminario di Ancona. Fu ordinato sacerdote il 9 marzo 1811. Il 2 settembre 1820 si laureò in utroque presso l'Università di Fano.

Esercitò il suo ministero ad Ancona come insegnante, scrittore, rettore, Canonico del Capitolo della cattedrale e pro-vicario generale della diocesi dal 1824 al 1833.

Fu eletto vescovo di Bagnoregio il 29 luglio 1833 e fu consacrato il 18 agosto dello stesso anno a Roma, nella Chiesa di San Giovanni dei Fiorentini dal Cardinal Carlo Odescalchi assistito dai vescovi Costantino Patrizi e Gabriele Ferretti.

Nominato Assistente al trono pontificio il 19 dicembre 1934, dopo circa due anni, il 9 settembre 1936, fu nominato Internunzio apostolico per la Nueva Granada[1] e delegato apostolico in Nueva Granada e Sud America (eccetto Brasile).

Il compito affidatogli fu particolarmente delicato: si trattava del tentativo di stabilire relazioni diplomatiche fra la Santa Sede e gli Stati ispanoamericani che, in quello stesso 1836, Gregorio XVI aveva ufficialmente riconosciuto, prendendo atto del carattere definitivo dell'indipendenza ottenuta e portando a compimento la politica papale - sempre più indipendente dalla Spagna - verso le nuove Repubbliche, quale era venuta maturando a seguito dell'aperto conflitto fra Santa Sede e Madrid durante il cosiddetto "Triennio liberale spagnolo" (1820-1823).

Rimase in Sud America fino al 1842 essendo stato trasferito il 27 gennaio 1842 all'Arcidiocesi di Camerino e nominato amministratore di Treia.

Tornato in Italia, Gaetano Baluffi scrisse la sua opera maggiore, "L'America un tempo spagnuola riguardata sotto l'aspetto religioso, dall'epoca del suo discuoprimento sino al 1843", pubblicata ad Ancona da Gustavo Sartorj Cherubini nel 1844.

Il 21 aprile 1845 gli fu assegnata la sede titolare di Perge e il 22 aprile 1845 fu nominato Segretario della Sacra Congregazione per i Vescovi e i Regolari. Quello stesso anno fu nominato canonico della Patriarcale Basilica Vaticana.

Il 21 settembre 1846 fu nominato Arcivescovo (titolo personale) di Imola.

Fu creato cardinale da Pio IX nel concistoro del 21 dicembre 1846 con il titolo dei Santi Marcellino e Pietro.

Morì l'11 dicembre 1866 a Imola.

Genealogia episcopale e successione apostolica

Opere

  • Dei Siculi e della fondazione d'Ancona, Ancona 1822
  • L'America un tempo spagnuola riguardata salto l'apetto religioso dall'epoca del suo discoprimento sino al 1843, Cherubini, Ancona 1844-1845
  • Intorno alla riforma ed ai tentativi per introdurla in Italia, Napoli 1853
  • La Chiesa Romana riconosciuta alla sua carità verso il prossimo per vera Chiesa di Gesù Cristo, Imola 1854
Predecessore: Vescovo di Bagnoregio Successore: Stemma vescovo.png
Luigi Carsidoni 29 luglio 1833 - 9 settembre 1836 Giovanni Ferrini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Carsidoni {{{data}}} Giovanni Ferrini
Predecessore: Internunzio apostolico in Sudamerica Successore: Flag of the Vatican City.svg
9 settembre 1836 - 27 gennaio 1842 Serafino Vannutelli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
{{{data}}} Serafino Vannutelli
Predecessore: Arcivescovo di Camerino Successore: Arcbishop.png
Nicola Mattei Baldini 27 gennaio 1842-21 aprile 1845 Stanislao Vincenzo Tomba, B. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Nicola Mattei Baldini {{{data}}} Stanislao Vincenzo Tomba, B.
Predecessore: Arcivescovo titolare di Perge Successore: Arcbishop.png
Filippo Casoni 21 aprile 1845 - 21 settembre 1846 François-Alexandre Roullet de la Bouillerie I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Filippo Casoni {{{data}}} François-Alexandre Roullet de la Bouillerie
Predecessore: Arcivescovo (titolo personale) di Imola Successore: Arcbishop.png
Giovanni Maria Mastai-Ferretti 21 settembre 1846 - 11 novembre 1866 Vincenzo Moretti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Maria Mastai-Ferretti {{{data}}} Vincenzo Moretti
Predecessore: Cardinale presbitero di Santi Marcellino e Pietro Successore: Stemma cardinale.png
Giovanni Maria Mastai Ferretti 21 dicembre 1846-11 dicembre 1866 Giuseppe Berardi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Maria Mastai Ferretti {{{data}}} Giuseppe Berardi
Note
  1. La República de la Nueva Granada fu formata principalmente dai territori degli attuali Colombia e Panamá, oltre a piccole porzioni degli odierni Ecuador, Perù, Brasile, Costa Rica, Venezuela e Nicaragua.
Bibliografia
  • Alfonso María Pinilla Cote, Del Vaticano a la Nueva Granada: la internunciatura de monseñor Cayetano Baluffi en Bogotá (1837-1842), primera en Hispanoamérica, Bogotá 1988

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.