Juan Carlos Aramburu

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Juan Carlos Aramburu
ARAMBURU JUAN CARLOS.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Aramburufoto.jpg

{{{didascalia}}}
Adveniat Regnum Tuum
Titolo cardinalizio
Età alla morte 92 anni
Nascita Reducción
11 febbraio 1912
Morte 18 novembre 2004
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 28 ottobre 1934
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 7 ottobre 1946 da Pio XII
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 15 dicembre 1946 dall'arcivescovo Fermín Emilio Lafitte
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo 11 febbraio 1957
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
24 maggio 1976 da Paolo VI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Presbiteri
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Juan Carlos Aramburu (Reducción, 11 febbraio 1912; † 18 novembre 2004) è stato un cardinale e arcivescovo argentino.

Biografia

Iniziati gli studi ecclesiastici presso il Seminario diocesano di Córdoba, fu in seguito trasferito a Roma per portare a compimento gli studi superiori. A Roma venne ordinato sacerdote il 28 ottobre del 1934 e qualche tempo dopo ottenne la laurea in Diritto Canonico e in teologia morale. Ritornato in patria si dedicò subito al ministero parrocchiale nella propria diocesi di Río Cuarto.

La sua carriera di professore di Diritto Canonico e Teologia morale ebbe inizio quasi subito nel seminario diocesano di Córdoba. Fu anche vice rettore dello stesso Seminario. Ben presto gli fu assegnata la cattedra di Studi Superiori religiosi alla facoltà di lettere e filosofia dell'Università Nazionale di Córdoba.

Il 7 ottobre 1946 Papa Pio XII lo nominò Vescovo titolare di Platea e Ausiliare di Tucumán; ricevette l'ordinazione episcopale il 15 dicembre dello stesso anno.

Alla morte del Vescovo di Tucumán, Monsignor Augustín Barrere, gli succedeva in quella sede e, quando nel marzo del 1957 la Diocesi di Tucumán venne elevata a sede arcivescovile, fu nominato primo Arcivescovo di Tucumán.

Esercitò il suo ministero episcopale nella diocesi di Tucumán sino al 14 giugno 1967, quando Papa Paolo VI lo nominò Arcivescovo titolare pro illa vice di Torri di Bizacena e Coaudiatore, con diritto di successione, dell'Arcivescovo di Buenos Aires, incaricandolo del governo pastorale dell'arcidiocesi. Il 22 aprile del 1975 succedette infine nella sede al Cardinale Antonio Caggiano, quale Arcivescovo di Buenos Aires.

Dalla nomina ad Arcivescovo di Buenos Aires riorganizzò le strutture e i servizi diocesani.

Prese parte attiva a tutti e quattro i periodi del Concilio Ecumenico,; fra i suoi numerosi interventi in Aula Conciliare, importanti furono quelli sulla riforma liturgica, con particolare riguardo al valore dell'omelia nella Santa Messa e alla comunione sotto le due specie, sulle realtà del Corpo Mistico e sull'unità dei fedeli cementata sull'Eucaristia, sul movimento ecumenico, sulla libertà religiosa e l'ordine pubblico, sulla divina rivelazione.

Nel 1969 ha partecipato all'Assemblea del Sinodo, facendo parte tra l'altro della Commissione per il messaggio da indirizzare al clero e intervenendo sul tema delle Conferenze Episcopali circa l'esigenza dell'unione di tutti i Vescovi del mondo con il Santo Padre. Nel 1983 prese parte alla VI Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi su "Riconciliazione e penitenza nella missione della Chiesa".

Fu più volte delegato dell'Episcopato Argentino al Consiglio Episcopale Latino-Americano, nel 1967 fu eletto Primo Vice Presidente della Conferenza Episcopale Argentina e nel 1968; partecipò alla II, III e IV Conferenza Generale dell'Episcopato Latino-Americano, a Medellin, Puebla e Santo Domingo.

Come Arcivescovo di Buenos Aires ha portato anche il titolo di Primate di Argentina ed è stato anche Ordinario per i fedeli di rito orientale residenti in Argentina e sprovvisti di Ordinario nel proprio rito fino al 20 novembre 1990.

Da Paolo VI fu creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 24 maggio 1976, del Titolo di San Giovanni Battista dei Fiorentini.

Il 10 luglio 1990 divenne Arcivescovo emerito di Buenos Aires.

Morì il 18 novembre 2004 all'età di 92 anni.

Genealogia episcopale e successione apostolica

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Platea Successore: BishopCoA PioM.svg
Sebastião Tomás, O.P. 7 ottobre 1946 - 28 agosto 1953 Pedro Luis Maria Galibert, T.O.R. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Sebastião Tomás, O.P. {{{data}}} Pedro Luis Maria Galibert, T.O.R.
Predecessore: Vescovo di Tucumán Successore: BishopCoA PioM.svg
Augustín Barrere, F.M.I. 28 agosto 1953 - 11 febbraio 1957 - I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Augustín Barrere, F.M.I. {{{data}}} -
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Tucumán Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
- 11 febbraio 1957 - 14 giugno 1967 Blas Victorio Conrero I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Blas Victorio Conrero
Predecessore: Vescovo titolare di Torri in Bizacena
(titolo personale di arcivescovo)
Successore: BishopCoA PioM.svg
- 14 giugno 1967 - 22 aprile 1975 Bonifácio Piccinini, S.D.B. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Bonifácio Piccinini, S.D.B.
Predecessore: Ordinario per i fedeli di rito orientale in Argentina Successore: BishopCoA PioM.svg
Antonio Caggiano 21 aprile 1975 - 30 ottobre 1990 Antonio Quarracino I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Caggiano {{{data}}} Antonio Quarracino
Predecessore: Arcivescovo di Buenos Aires Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Antonio Caggiano 22 aprile 1975 - 30 ottobre 1990 Antonio Quarracino I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Caggiano {{{data}}} Antonio Quarracino
Predecessore: Primate di Argentina Successore: PrimateNonCardinal PioM.svg
Antonio Caggiano 22 aprile 1975 - 30 ottobre 1990 Antonio Quarracino I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Caggiano {{{data}}} Antonio Quarracino
Predecessore: Cardinale presbitero di San Giovanni Battista dei Fiorentini Successore: Stemma cardinale.png
Joseph-Charles Lefèbvre 24 maggio 1976 - 18 novembre 2004 Carlo Caffarra I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Joseph-Charles Lefèbvre {{{data}}} Carlo Caffarra
Predecessore: Presidente della Conferenza Episcopale Argentina Successore: Mitra heráldica.svg
Raúl Francisco Primatesta 1982 - 1985 Raúl Francisco Primatesta I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Raúl Francisco Primatesta {{{data}}} Raúl Francisco Primatesta
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.