Julijans Vaivods

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Julijans Vaivods
Cardinale
Stemma card.Vaivods.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
Ad Jesum per Mariam

19950818 8sant Latvia Postage Stamp.jpg

Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 94 anni
Nascita Vārkava
18 agosto 1895
Morte Riga
24 maggio 1990
Sepoltura Basilica dell'Assunzione di Maria Vergine di Aglona
Appartenenza Arcidiocesi di Mohilev
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 7 aprile 1918 dal vescovo Jan Cieplak
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo 10 novembre 1964 da papa Paolo VI
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Cappella della Madonna di Czestochowa, in Vaticano, 18 novembre 1964 dal cardinale Paolo Marella
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
2 febbraio 1983 da Giovanni Paolo II (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 7 anni, 3 mesi e 22 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Julijans Vaivods (Vārkava, 18 agosto 1895; † Riga, 24 maggio 1990) è stato un cardinale e vescovo lettone.

Cenni biografici

È nato a Bernāne, parrocchia di Vārkava, nell'Arcidiocesi di Mohilev, in Russia. Dopo aver frequentato il liceo di Preiļi fino al 1913, è entrato nel seminario dell'Arcidiocesi di Minsk-Mohilev a San Pietroburgo, città dove è stato ordinato presbitero il 7 aprile 1918 da Jan Cieplak(ch), vescovo titolare di Eurea di Fenicia, Suffraganea di Mohilev.

Ha poi proseguito gli studi nella Facoltà Teologica di Riga, dove il 23 giugno 1943 ha conseguito la licenza in teologia con la tesi dal titolo: Vita spirituale e gerarchia ecclesiastica a Kurzemē nel XVIII secolo.

Formazione e ministero sacerdotale

Incardinato nell'arcidiocesi di Mohilev, ha celebrato la sua prima Messa nella parrocchia di Jaunavas Marijas Debesīs Uznemšanas di Vārkava. Dal 9 giugno 1918 al 21 febbraio 1919, è stato cappellano della Jaunavas Marijas Debesīs Uznemšanas (Dormizione di Maria) ad Aglona; dal 21 febbraio 1919 al 24 febbraio 1920 è stato parroco della stessa sede.

Incardinato nella Arcidiocesi di Riga quando è stata eretta il 22 settembre 1918, dal 24 febbraio 1920 al 23 settembre 1920, è stato cappellano nel ginnasio di Rēzekne, poi dal 23 settembre 1920 al 9 agosto 1921, cappellano della Jaunavas Marijas Debesīs Uznemšanas di Ludza e cappellano del ginnasio di Ludza. Dal 9 agosto 1921 al 31 agosto 1924 cappellano presso il ginnasio di Daugavpils, dal 31 agosto 1924 al 20 febbraio 1925, cappellano nella Jaunavas Marijas Debesīs Uznemšanas di Varakļāni. Dal 20 febbraio 1925 al 27 settembre 1933 parroco di Sv. Trīsvienības in Lē nas.

Durante questo periodo ha istituito delle parrocchie filiali a Vaiņode (cappella di Sv. Krusta), Saldus e Silaiņi. Dal 27 settembre 1933 al 26 giugno 1936 parroco di Sv. Miķeļa ad Alsunga; ha fondato la parrocchia di Sv. Stanislava a Dviete, della quale è diventato parroco aggiunto il 26 giugno 1936. Dal 14 ottobre 1936 al 13 aprile 1937, parroco di Sv. Krusta a Jaunjelgava e dal 13 aprile 1937 al 28 luglio 1938 parroco di Sv. Krusta a Ventspils.

Dopo l'erezione della diocesi di Liepāja l'8 maggio 1937, è stato incardinato a quella diocesi. Nel 1938 è stato decorato con la Croce al merito della Repubblica di Lettonia (Triju Zvaigžļu Ordenis). Dal 28 luglio 1938 al 6 aprile 1940, parroco della cattedrale Sv. Jēzepa di Liepāja e cancelliere diocesano. Nominato canonico del capitolo della cattedrale di Sv. Jēzepa il 30 dicembre 1938, Vicario generale di Liepāja dal 6 aprile 1940; inoltre, dall'8 aprile 1940 è stato anche giudice di curia.

Il 16 agosto 1944 è stato nominato decano di Kurzemē. Quando la Lettonia è stata occupata dalle truppe tedesche nel 1944, il vescovo di Liepāja ha dovuto lasciare la sua diocesi il 7 ottobre 1944, affidandone il governo a monsignor Vaivods che si è preso cura della diocesi sotto le pesanti condizioni imposte dai tedeschi, fino al maggio 1945. E poi anche, durante la successiva occupazione sovietica, fino al 25 luglio 1947, quando Peters Strods(ch), vescovo titolare di Stadia, è stato nominato amministratore apostolico della diocesi di Liepāja. Il vescovo Strods ha confermato Monsignor Vaivods come vicario generale della diocesi e cancelliere diocesano.

Il 4 luglio 1949 papa Pio XII lo ha nominato prelato domestico di Sua Santità, ma lui ha saputo della nomina solo quattordici anni più tardi.

Il 2 gennaio 1958 è stato arrestato e l'11 febbraio condannato a due anni di carcere, che ha passato in un campo di concentramento in Mordovia. Il 2 gennaio 1960 è tornato a Liepāja, ma per altri sei mesi gli è stata impedita ogni attività pastorale.

Dall'11 giugno 1960 al 27 marzo 1961, è stato parroco di Sv. Krusta a Vaiņode. Dal 27 marzo 1961 al 15 novembre 1962, parroco della Cattedrale di San Giacomo a Riga.

Ministero episcopale

Il 15 novembre 1962 è diventato vicario generale dell'arcidiocesi di Riga. Ha potuto partecipare alla terza sessione del Concilio Vaticano II, dal 14 settembre al 21 novembre 1964 invitato da papa Paolo VI.

Durante il soggiorno a Roma, il 10 novembre 1964 è stato nominato vescovo titolare di Macriana Maggiore e amministratore apostolico, ad nutum Sanctæ Sedis, dell'arcidiocesi di Riga e della diocesi di Liepāja. È stato consacrato il 18 novembre nella Cappella della Madonna di Czestochowa, in Vaticano, dal cardinale Paolo Marella, assistito da Jāzeps Rancāns, vescovo titolare di Marcopoli, ausiliare di Riga (espulso dal suo incarico nel 1944 e in esilio negli Stati Uniti) e da Boļeslas Sloskāns, vescovo titolare di Cillio, amministratore apostolico di Minsk e di Mohilev (espulso dal suo incarico dal 1926 e in esilio a Lovanio, in Belgio). Il suo motto episcopale era Ad Jesum per Mariam. Si è insediato l'8 dicembre 1964 nella cattedrale di San Giacomo di Riga.

Ha partecipato anche alla quarta sessione del Concilio dal 14 settembre 1964 all'8 dicembre 1965. È stato presidente della Conferenza Episcopale della Lettonia.

Ha preso parte alla Prima Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, in Vaticano, dal 29 settembre al 29 ottobre 1967; alla Prima Assemblea Straordinaria del Sinodo dei Vescovi, in Vaticano, dall'11 al 28 ottobre 1969; alla Seconda Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, dal 30 settembre al 6 novembre 1971.

Il 16 aprile 1968 ha ricevuto la croce di merito, seconda classe, dell'Ordine del Merito di San Vladimiro dal Patriarca Alessio di Mosca; la croce di merito, prima classe, dello stesso Ordine e dallo stesso patriarca, il 18 agosto 1975. Fra il 1964 e il 1986 ha ordinato 68 sacerdoti. Inoltre, è stato l'autore di parecchie pubblicazioni sulla storia della Chiesa cattolica e della Lettonia.

Cardinalato

Papa Giovanni Paolo II lo ha elevato al rango di cardinale nel Concistoro del 2 febbraio 1983 e lo stesso giorno ricevette il titolo dei Santi Quattro Coronati. È stato il primo cardinale lettone. Promosso al cardinalato quando aveva più di ottant'anni, non ha avuto il diritto di partecipare al conclave. Ha celebrato la sua prima Messa da cardinale l'8 marzo 1983 in Sv. Alberta a Riga.

Ha partecipato alla Sesta Assemblea Ordinaria del Sinodo dei vescovi, in Vaticano, dal 29 settembre al 28 ottobre 1983, alla Seconda Assemblea Straordinaria del Sinodo dei vescovi dal 24 novembre all'8 dicembre 1985; alla Settima Assemblea Ordinaria del Sinodo dei vescovi, dall' al 30 ottobre 1987.

Morte

Morì a Riga all'età di 94 anni, il funerale si è tenuto nella Cattedrale di San Giacomo di Riga. È stato sepolto nel giardino della Basilica dell'Assunzione di Maria Vergine di Aglona, in seguito le sue spoglie sono state trasferite all'interno della stessa chiesa, dopo che i lavori di ricostruzione sono terminati.

Nel 1995, nella ricorrenza del centenario della sua nascita, la Repubblica della Lettonia ha emesso un francobollo con la sua immagine e il 1º ottobre 2014, è stato inaugurato e benedetto, un monumento in suo onore accanto alla cattedrale di Rēzeknē, in Lettonia.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Macriana Maggiore Successore: BishopCoA PioM.svg
- 10 novembre 1964-2 febbraio 1983 Pier Giorgio Micchiardi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Pier Giorgio Micchiardi
Predecessore: Amministratore apostolico di Liepāja Successore: BishopCoA PioM.svg
Antonijs Urbšs 10 novembre 1964-24 maggio 1990 Jānis Cakuls I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonijs Urbšs {{{data}}} Jānis Cakuls
Predecessore: Amministratore apostolico di Riga Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Peters Strods 10 novembre 1964-24 maggio 1990 Jānis Cakuls I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Peters Strods {{{data}}} Jānis Cakuls
Predecessore: Presidente della Conferenza Episcopale della Lettonia Successore: Mitra heráldica.svg
- 1970-24 maggio 1990 Jānis Pujats I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Jānis Pujats
Predecessore: Cardinale presbitero dei Santi Quattro Coronati Successore: CardinalCoA PioM.svg
Norman Thomas Gilroy 2 febbraio 1983-24 maggio 1990 Roger Michael Mahony I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Norman Thomas Gilroy {{{data}}} Roger Michael Mahony
Voci correlate