Pompeo Colonna

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Pompeo Colonna
Stemma Cardinalizzio dei Colonna.PNG
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

Cardinal Pompeo Colonna.png

Lorenzo Lotto (attr.), Ritratto del cardinale Pompeo Colonna (seconda metà del XVI secolo), olio su tela; Roma, Galleria Colonna
'
Titolo cardinalizio
Età alla morte 53 anni
Nascita Roma
12 maggio 1479
Morte Napoli
28 giugno 1532
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale [[]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile [[ ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
1º giugno 1517 da Leone X (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Pompeo Colonna (Roma, 12 maggio 1479; † Napoli, 28 giugno 1532) è stato un vescovo e cardinale italiano.

Cenni biografici

Nacque a Roma il 12 maggio 1479 figlio di Girolamo di Antonio, principe di Salerno, e Vittoria Conti. Rimase orfano di padre nel 1482 e lo zio Prospero divenne tutore di Pompeo e dei sui tre fratelli.

Esponente dei Colonna, importante e storica famiglia romana, fu per tutta la vita un uomo d'arme. Nel 1498 partecipò alla vittoriosa battaglia di Palombara contro gli Orsini. Nel 1501 insieme allo zio Prospero e ad altri parenti si mise al servizio della Spagna, portandosi presso Consalvo di Cordova. Partecipò quindi agli ordini di costui alla campagna di Puglia. Prese parte quindi alla battaglia di Cerignola (28 aprile 1503). Durante il soggiorno di Consalvo di Cordova a Napoli, al Colonna fu affidato il recupero di Fondi, che egli effettuò cacciandone i Caetani.

Dopo la partenza di Federico d'Aragona per la Francia, il Colonna fu compreso tra dodici parenti che papa Alessandro VI scomunicò e privò dei beni con bolla del 20 dicembre 1501. Dopo l'elezione di Giulio II il 1° novembre 1503 i Colonna furono riabilitati e reintegrati nei loro possedimenti. Il giovane Pompeo continuò a distinguersi per valore e capacità su altri campi di battaglia, ma nonostante questi brillanti inizi militari, lo zio Prospero cominciò ben presto a far pressioni sul giovane perché abbracciasse la carriera ecclesiastica.

Nel 1507 fu creato protonotario apostolico e maestro di casa del cardinal Giovanni Colonna. Nel 1508 fu eletto vescovo di Rieti con nomina di abate commendatario di Subiaco e Grottaferrata.

Morto il cardinal Giovanni nel 1508, il giovane e ambizioso prelato sperava in una nomina cardinalizia da parte di papa Giulio II ma così non fu. Nel 1511, credendo che Giulio II fosse in fin di vita, cercò di far scoppiare una sommossa fra il popolo per liberarlo dal potere papale. Saputo di questo comportamento il pontefice, recuperata la salute, lo privò del vescovato e di tutti i benefici ecclesiastici.

Papa Leone X lo creò cardinale nel concistoro del 1° luglio 1517 ricevendo la berretta rossa con il titolo cardinalizio dei Santi XII Apostoli il 13 novembre successivo. Il Colonna fu in seguito amministratore apostolico di varie diocesi e arcidiocesi. Del 1524 al 1526 fu pure Vice cancelliere.

Nel conclave del 1523 tentò l'elezione a pontefice ma fu preferito il suo rivale Giulio de Medici, che prese il nome di Clemente VII. Dopo l'invasione di Roma da parte di Marcello Colonna nel 1526, il papa dichiarò i Colonna nemici della Chiesa, colpevoli di lesa maestà e di ribellione. Il cardinale Colonna fu scomunicato e perse la sua dignità cardinalizia, con sentenza pubblicata il 21 novembre di quell'anno. L'8 maggio 1527, durante il sacco di Roma, Pompeo Colonna entrò in città seguito da molti contadini dei suoi feudi, che saccheggiarono tutte le case in cui ancora rimaneva qualcosa da rubare o da distruggere. L'anno seguente Pompeo Colonna ebbe modo di incontrare Clemente VII e ristabilire un rapporto di fiducia, ottenendo la revoca delle sanzioni emanate l'anno prima.

Dopo la morte di Filiberto di Chalons nella battaglia di Gavinana, il 3 agosto 1530 il cardinal Colonna fu nominato Viceré di Napoli dall'imperatore Carlo V. Il suo carattere volitivo e autoritario gli crearono non pochi problemi nella conduzione del Regno con forti contrasti con il parlamento napoletano. Contrasti che costrinsero nel 1532 Carlo V a destituirlo, nominando nuovo Viceré Pietro di Toledo. Non dovette sottostare però all'umiliazione di lasciare a costui le consegne del suo ufficio perché morì a Napoli il 28 giugno.

Predecessore: Vescovo di Rieti Successore: BishopCoA PioM.svg
Giovanni Colonna 6 ottobre 1508 - 20 marzo 1514 Scipione Colonna I

Scipione Colonna 1528 - 27 agosto 1529 Mario Aligeri II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Colonna {{{data}}} Scipione Colonna
Predecessore: Cardinale presbitero dei Santi XII Apostoli Successore: CardinalCoA PioM.svg
Niccolò Fieschi 13 novembre 1517 - 11 gennaio 1524 Alfonso Manrique de Lara I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Niccolò Fieschi {{{data}}} Alfonso Manrique de Lara
Predecessore: Amministratore apostolico di Terni Successore: BishopCoA PioM.svg
Luigi d'Apera
(vescovo)
14 maggio 1520 - 5 dicembre 1520 Sebastiano Valenti
(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi d'Apera
(vescovo)
{{{data}}} Sebastiano Valenti
(vescovo)
Predecessore: Amministratore apostolico di Potenza Successore: BishopCoA PioM.svg
Giacomo Nini
(vescovo)
7 gennaio 1521 - 21 novembre 1526 Nino Nini
(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo Nini
(vescovo)
{{{data}}} Nino Nini
(vescovo)
Predecessore: Amministratore apostolico di Catania Successore: BishopCoA PioM.svg
Matthäus Schiner
(amministratore apostolico)
27 febbraio 1523 - 18 gennaio 1524 Marino Ascanio Caracciolo
(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Matthäus Schiner
(amministratore apostolico)
{{{data}}} Marino Ascanio Caracciolo
(vescovo)
Predecessore: Cardinale presbitero di San Lorenzo in Damaso Successore: CardinalCoA PioM.svg
Giulio de' Medici 11 gennaio 1524 - 28 giugno 1532 Ippolito de' Medici I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giulio de' Medici {{{data}}} Ippolito de' Medici
Predecessore: Vice-Cancelliere di Santa Romana Chiesa Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Giulio de' Medici 11 gennaio 1524 – 28 giugno 1532 Ippolito de' Medici I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giulio de' Medici {{{data}}} Ippolito de' Medici
Predecessore: Amministratore apostolico di Acerno Successore: BishopCoA PioM.svg
Lucio 18 gennaio 1524 - 23 giugno 1525 Gerolamo Olivieri
(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lucio {{{data}}} Gerolamo Olivieri
(vescovo)
Predecessore: Amministratore apostolico dell'Aquila Successore: BishopCoA PioM.svg
Giovanni Piccolomini
(amministratore apostolico)
3 luglio 1525 - 1532 Giovanni Piccolomini
(amministratore apostolico)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Piccolomini
(amministratore apostolico)
{{{data}}} Giovanni Piccolomini
(amministratore apostolico)
Predecessore: Amministratore apostolico di Aversa Successore: BishopCoA PioM.svg
Ercole Gonzaga
(amministratore apostolico)
20 aprile 1529 - 24 settembre 1529 Fabio Colonna
(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ercole Gonzaga
(amministratore apostolico)
{{{data}}} Fabio Colonna
(vescovo)
Predecessore: Amministratore apostolico di Sarno Successore: BishopCoA PioM.svg
Andrea Matteo Palmieri
(amministratore apostolico)
24 agosto 1530 - 28 giugno 1532 Andrea Matteo Palmieri
(amministratore apostolico)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Andrea Matteo Palmieri
(amministratore apostolico)
{{{data}}} Andrea Matteo Palmieri
(amministratore apostolico)
Predecessore: Amministratore apostolico di Monreale Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Enrique Cardona
(arcivescovo)
14 dicembre 1530 - 28 giugno 1532 Ippolito de' Medici
(amministratore apostolico)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Enrique Cardona
(arcivescovo)
{{{data}}} Ippolito de' Medici
(amministratore apostolico)
Predecessore: Viceré di Napoli Successore: 160px-Coat of Arms of Ferdinand I of Naples.svg.png
Filiberto de Chalons 1530-1532 Don Pedro di Toledo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Filiberto de Chalons {{{data}}} Don Pedro di Toledo
Bibliografia
  • Franca Petrucci, Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 27 (1982), online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.