Prosper Grech

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Prosper Grech, O.S.A.
Grech Prospero corretto9.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Stanley Grech
ERRORE in "fase canonizz"

Osagrech.jpg

In te Domine speravi
Titolo cardinalizio
Cardinale diacono di Santa Maria Goretti
Età alla morte 94 anni
Nascita Vittoriosa
24 dicembre 1925
Morte Roma
30 dicembre 2019
Sepoltura
Appartenenza ordine agostiniano
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[]]
Professione religiosa 8 ottobre 1944
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 25 marzo 1950
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 21 gennaio 2012 da Benedetto XVI
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 8 febbraio 2012 dal mons. Paul Cremona
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
18 febbraio 2012 da Benedetto XVI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti Arcivescovo titolare di San Leone
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Scheda su santiebeati.it

Prosper Grech, al secolo Stanley Grech (Vittoriosa, 24 dicembre 1925; † Roma, 30 dicembre 2019) è stato un cardinale e arcivescovo maltese, appartenente all'Ordine di Sant'Agostino.

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

Nato a Vittoriosa (o Birgu), nell'isola di Malta, il 24 dicembre 1925, all'anagrafe si chiamava Stanley prima di entrare nell'ordine agostiniano e di cambiare il nome in Prosper.

Dopo aver frequentato la scuola primaria "Mater Bonii Consilii" a Paola e la "Saint Catherine" a Sliema e quella secondaria al "Malta Lyceum", nel 1942 si è iscritto alla "Royal University of Malta" iniziando il corso di medicina. Nel frattempo è entrato nell'esercito e ha prestato servizio nell'artiglieria contraerea durante la seconda guerra mondiale.

Nel 1943 è entrato nell'ordine di sant'Agostino emettendo l'8 ottobre 1944 la professione religiosa. Dopo aver seguito per due anni i corsi di filosofia alla scuola agostiniana di teologia a Rabat, nel 1946 è stato inviato a Roma al Collegio internazionale Santa Monica per perfezionare gli studi.

Il 25 marzo 1950 è stato ordinato presbitero nella basilica di San Giovanni in Laterano.

Nel 1953 ha concluso gli studi alla Pontificia Università Gregoriana conseguendo la licenza e il dottorato in teologia con una tesi su "L'espiazione e Dio nella teologia inglese moderna". Nel frattempo ha seguito anche i corsi di Sacra Scrittura al Pontificio Istituto Biblico dove ha ottenuto nel 1954 la licenza.

Rientrato a Malta, ha insegnato teologia per due anni al collegio agostiniano e al collegio di formazione "Mater admirabilis" a Rabat. Nel 1957, grazie a una borsa di studio del British Council, si è trasferito a Oxford, dove ha imparato l'ebraico. Nel 1958 è stato invitato all'università di Cambridge come assistente ricercatore del professor Arthur John Arberry, per aiutarlo negli studi sulla letteratura maltese e su monsignor Carmelo Psaila, scrittore noto ai maltesi come Dun Karm Psaila.

Rientrato in patria nel 1959, ha insegnato per altri due anni al collegio agostiniano di teologia e al collegio "Mater admirabilis" e molte volte è stato invitato dalla "Royal University of Malta" a tenere lezioni sull'apologetica agli studenti di scienza. Nel 1961 è stato mandato di nuovo a Roma per completare la tesi in studi biblici. Nel frattempo, è stato nominato segretario del vescovo Petrus Canisius Jean van Lierde, vicario generale di Sua Santità per la Città del Vaticano. In questo incarico ha vissuto da vicino il conclave del 1963 nel quale venne eletto Paolo VI.

Nel 1965 è stato chiamato a presiedere l'Istituto teologico agostiniano. Il 14 febbraio 1969, insieme con l'allora generale dell'ordine padre Agostino Trapè, ha fondato l'Istituto patristico Augustinianum, del quale dal 1971 è stato nominato primo preside, incarico mantenuto fino al 1979. Ha poi partecipato come membro alla stesura della costituzione apostolica Sapientia christiana sulla normativa delle università e delle facoltà ecclesiastiche. Nel 1970 è stato invitato a insegnare ermeneutica al Pontificio Istituto Biblico, dove è rimasto fino al 2002. Dal 1971 al 1989 è stato anche insegnante di teologia biblica alla Pontificia Università Lateranense.

Nel 1984 è stato nominato consultore della Congregazione per la Dottrina della Fede e nel 1998 l'allora prefetto Joseph Ratzinger lo ha inviato in India quale visitatore apostolico dei seminari. Nel 2003 è stato nominato membro della Pontificia Accademia teologica e nel 2004 della Pontificia Commissione Biblica.

È anche membro della Studiorum Novi Testamenti Societas e dell'Associazione Patristica Internazionale.

Il ministero episcopale

Il 21 gennaio 2012 è stato nominato da papa Benedetto XVI arcivescovo titolare di San Leone; è stato consacrato l'8 febbraio successivo dall'arcivescovo Paul Cremona, domenicano, co-consacranti i monsignori Mario Grech e Giuseppe Versaldi.

Nel Concistoro del 18 febbraio 2012 è stato creato da papa Benedetto XVI cardinale diacono di Santa Maria Goretti per essersi distinto per il suo "impegno al servizio della Chiesa"[1].

Il 12 marzo 2013 ha tenuto in conclave la meditazione ai grandi elettori, subito prima dell'inizio delle votazioni. Il cardinale ottantasettenne, quindi senza diritto di voto, conclusa la sua meditazione, ha lasciato la Cappella Sistina. Il testo integrale è stato riportato negli Acta Apostolicae Sedis alle pagine 352-357, ed è stato successivamente pubblicato anche su L'Osservatore Romano[2].

Consultore presso la Congregazione per la Dottrina della Fede.

È deceduto il 30 dicembre 2019 a Roma,

Opere

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo titolare di San Leone Successore: Arcbishop.png
Víctor Manuel Ochoa Cadavid 21 gennaio 2012 - 18 febbraio 2012 Charles Jude Scicluna I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Víctor Manuel Ochoa Cadavid {{{data}}} Charles Jude Scicluna
Predecessore: Cardinale diacono di Santa Maria Goretti Successore: Stemma cardinale.png
(18 febbraio 2012 - 30 dicembre 2019) I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
{{{data}}}
Note
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.