Antonio Correr

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Antonio Correr, C.R.S.A.
Antonio Correr.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Card.Antonio Correr.png

{{{didascalia}}}
'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 85 anni
Nascita Venezia
15 luglio 1359
Morte Padova
19 gennaio 1445
Sepoltura San Giorgio in Alga
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale in data sconosciuta
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 24 febbraio 1407 da Gregorio XII
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 26 febbraio 1407 da Gregorio XII
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
9 maggio 1408 da Gregorio XII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Antonio Correr (Venezia, 15 luglio 1359; † Padova, 19 gennaio 1445) è stato un vescovo e cardinale italiano.

Cenni biografici

Nacque a Venezia il 15 luglio 1359 da Chiara Venier moglie di Filippo di Nicolò, del ramo dei Correr a Castello, fratello di papa Gregorio XII. Antonio era cugino di papa Eugenio IV e del cardinale Angelo Barbarigo. Il cugino Eugenio era figlio di Bariola sorella del padre mentre Angelo era figlio di Caterina altra sorella paterna.

Con suo cugino Gabriele Condulmer e suo zio Angelo Correr fu tra i fondatori della congregazione dei Canonici Regolari di San Giorgio in Alga a Venezia.[1]

Nel 1405 fu nominato vescovo di Modone e consacrato dallo zio pontefice, co-consacratori mons. Agostino da Lanzano (Cacciaguerra),[2] vescovo di Spoleto e antico tesoriere, da mons. Guglielmo della Vigna,[3] O.S.B., vescovo di Todi e antico tesoriere anch'egli, da mons. Giacomo Ciera,[4] vescovo di Chirone a Creta, di origine veneziana e da padre Antonio Correr,[5], O.P. vescovo di Asolo e suo cugino.

Nipote del Papa e membro della corte pontificia, ebbe un ruolo di primo piano nei negoziati che si svolsero tra il 1407 e il 1408 per porre fine allo scisma che opponeva Gregorio XII a Benedetto XIII, con l'abdicazione concertata dei due papi. Fu inviato a Marsiglia il 27 febbraio 1407 e ne ritornò alla fine di maggio latore di una convenzione firmata dai rappresentanti di Benedetto XIII che fissava Savona come luogo dell'incontro fra i due pontefici. Gregorio XII non approvò la scelta.

Trasferito alla sede vescovile di Bologna, gli fu impedito di prendere possesso della carica dal cardinal legato Baldassarre Cossa, il futuro antipapa Giovanni XXIII, che considerava Gregorio XII illegittimo (avrebbe rinunciato al posto al momento della sua promozione al cardinalato). Lo zio Papa lo nominò nel 1408 e fino al 1409 fu suo vicario patriarcale a Costantinopoli.

Lo zio lo creò cardinale presbitero col titolo di San Pietro in Vincoli nel concistoro del 9 maggio 1408: un anno dopo, su richiesta del Papa, optò per la sede suburbicaria di Porto-Santa Rufina.

Collezionò quindi numerosi incarichi nella Curia pontificia: camerlengo di Santa Romana Chiesa (1412), legato pontificio in Germania e nelle Fiandre (1408), arciprete della Basilica di San Pietro in Vaticano (1420-1434), legato pontificio di Perugia e dell'Umbria, abate commendatario di svariate abbazie, tra cui quella di San Zeno di Verona.

Nel 1423 il Correr partecipò al concilio convocato a Siena da Martino V. Vi giunse nel settembre insieme con il cardinale Alfonso Carrillo con il compito di rassicurare i padri conciliari circa la loro autonomia e nello stesso tempo trattare con i Senesi inquieti per la decisione del concilio di trasferirsi a Basilea.

Nel 1431, la morte di Martino V e l'elezione del cugino Gabriele Condulmer con il nome di Eugenio IV non ebbero per il Correr le felici conseguenze che ci si poteva aspettare, nonostante la nomina alla sede vescovile di Ostia, vacante dalla morte del cardinale de Brogny e l'invio il 4 aprile come legato per concludere la pace tra i Fiorentini e i Senesi.

Correr prese parte, in contrasto con il cugino, al concilio di Basilea che fu convocato il 23 luglio 1431. Eugenio IV vi si oppose con bolla del 18 dicembre che annunciava lo scioglimento del concilio e ne fissava la ripresa a Bologna entro diciotto mesi. Raggiunse il concilio prima del 2 aprile 1433, fu incorporato il 6 nell'Assemblea, il 20 fu nominato penitenziere, per il caso in cui il cardinal legato avesse rifiutato questa carica, cosa che a quanto pare avvenne.

Come cardinale vescovo presiedette alle funzioni liturgiche più solenni. Il 18 giugno 1434 fu incaricato dal concilio dello studio della riforma del calendario, in considerazione delle sue conoscenze astronomiche e dal 9 agosto fece parte della commissione istituita per la riforma dei canonici regolari. Il 20 settembre lasciò Basilea con l'intenzione di recarsi dal Papa. Cacciato da Roma, Eugenio IV si era rifugiato a Firenze nel mese di giugno. Non si sa se fra i due cugini ebbe luogo la riconciliazione ma i loro contrasti furono sicuramente appianati, perché i registri della Camera apostolica attestano che nel novembre 1435 il Correr ricevette la commenda della ricca abbazia camaldolese della Vangadizza, nella diocesi di Adria, tassata per una rendita di mille fiorini.

Negli ultimi anni di vita il cardinale Correr si ritirò a Padova nel monastero di san Giovanni Battista dal Venda.[6] Qui morì il 19 gennaio 1445.

Uomo di vasta cultura umanistica (scrisse vari lavori letterari oggi perduti), lasciò alla sua morte una raccolta di centoventi preziosi codici alla Congregazione di S. Giorgio in Alga, ai cui ideali di carità e di purezza di vita era rimasto fedele sin dagli anni della giovinezza. La sua sensibilità per le correnti più attive della religiosità contemporanea è testimoniata, inoltre, dai vincoli di amicizia che lo legarono a san Giovanni da Capestrano, a Sant'Antonino Pierozzi e a san Bernardino da Siena.

Conclavi

Durante il suo cardinalato vi furono quattro conclavi, ma egli partecipò solo a due di essi:

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successone degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Modone Successore: BishopCoA PioM.svg
Ludovico Morosini[7] 24 febbraio - 31 marzo 1407 Francesco Franceschi (Novello)[8] I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ludovico Morosini[7] {{{data}}} Francesco Franceschi (Novello)[8]
Predecessore: Vescovo di Bologna Successore: BishopCoA PioM.svg
Bartolomeo Raimondi, O.S.B. 31 marzo 1407-2 novembre 1412 Niccolò Albergati, O.Cart. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bartolomeo Raimondi, O.S.B. {{{data}}} Niccolò Albergati, O.Cart.
Predecessore: Cardinale presbitero di San Pietro in Vincoli Successore: CardinalCoA PioM.svg
Antonio Arcioni 9 maggio 1408-9 maggio 1409 João Afonso Esteves
(obbedienza pisana)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Arcioni {{{data}}} João Afonso Esteves
(obbedienza pisana)
Predecessore: Cardinale vescovo di Porto e Santa Rufina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Berenguer de Anglesola
(obbedienza avignonese)
9 maggio 1409-14 marzo 1431 Branda Castiglioni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Berenguer de Anglesola
(obbedienza avignonese)
{{{data}}} Branda Castiglioni
Predecessore: Decano del Collegio Cardinalizio Successore: Sede vacante.svg
Enrico Minutolo 2 luglio 1409-4 luglio 1415 Angelo Correr I

Giordano Orsini dopo il 29 maggio 1438-19 gennaio 1445 Giovanni Berardi II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Enrico Minutolo {{{data}}} Angelo Correr
Predecessore: Camerlengo di Santa Romana Chiesa Successore: Sede vacante.svg
Enrico Minutolo dopo il 17 giugno 1412-30 ottobre 1414 Pietro di Foix I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Enrico Minutolo {{{data}}} Pietro di Foix
Predecessore: Amministratore apostolico di Cittanova Successore: BishopCoA PioM.svg
Tommaso Tomassini (Paruta)[9], O.P.
(vescovo)
25 aprile 1420-26 febbraio 1421 Daniele Scoti
(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Tommaso Tomassini (Paruta)[9], O.P.
(vescovo)
{{{data}}} Daniele Scoti
(vescovo)
Predecessore: Arciprete della Basilica di San Pietro Successore: StPetersDomePD.jpg
Alamanno Adimari dopo il 17 settembre 1422 - 1434 Giordano Orsini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alamanno Adimari {{{data}}} Giordano Orsini
Predecessore: Legato apostolico di Perugia e dell'Umbria Successore: Emblem Holy See.svg
- 29 aprile 1424-25 ottobre 1425 Pietro Donà I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Pietro Donà
Predecessore: Cardinale vescovo di Ostia e Velletri Successore: CardinalCoA PioM.svg
Jean Allarmet de Brogny 14 marzo 1431-19 gennaio 1445 Juan de Cervantes I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Jean Allarmet de Brogny {{{data}}} Juan de Cervantes
Predecessore: Amministratore apostolico di Rimini Successore: BishopCoA PioM.svg
Leale Malatesta[10]
(vescovo)
10 ottobre - 21 novembre 1435 Cristoforo di San Marcello[11]
(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Leale Malatesta[10]
(vescovo)
{{{data}}} Cristoforo di San Marcello[11]
(vescovo)
Predecessore: Amministratore apostolico di Cervia Successore: BishopCoA PioM.svg
Cristoforo di San Marcello[12]
(vescovo)
21 novembre 1435-1º luglio 1440 Pietro Barbo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Cristoforo di San Marcello[12]
(vescovo)
{{{data}}} Pietro Barbo
Predecessore: Penitenziere Maggiore Successore: Emblem Holy See.svg
Giordano Orsini maggio-giugno 1433 Giordano Orsini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giordano Orsini {{{data}}} Giordano Orsini
Note
  1. Enciclopedie on line Lorènzo Giustiniani
  2. cfr. Bishop Agostino da Lanzano (Cacciaguerra) † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 20-06-2021
  3. cfr. Bishop Guglielmo della Vigna, O.S.B. † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 20-06-2021
  4. cfr. Bishop Giacomo Ciera † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 20-06-2021
  5. cfr. Bishop Antonio Correr, O.P. † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 20-06-2021
  6. cfr. su jstor.org. URL consultato il 20-06-2021
  7. cfr. Bishop Lodovico Morosini † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 20-06-2021
  8. cfr. Bishop Francesco Franceschi (Novello) † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 20-06-2021
  9. cfr. Bishop Tommaso Tomassini (Paruta), O.P. † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 20-06-2021
  10. cfr. Leale Malatesta su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 20-06-2021
  11. cfr. Bishop Cristoforo di San Marcello † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 20-06-2021
  12. cfr. Bishop Cristoforo di San Marcello † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 20-06-2021
Bibliografia
  • François-Charles Uginet, CORRER, Antonio su treccani.it. URL consultato il 06-02-2021

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.