Papa Gregorio XII

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Gregorio XII
C o a Gregorio XII.svg
Papa
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Angelo Correr
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Gregory XII.jpg

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte circa 82 anni
Nascita Venezia
1335 ca.
Morte Recanati
18 ottobre 1417
Sepoltura Concattedrale di San Flaviano (Recanati), Recanati
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 15 ottobre 1380
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 1390
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca 1º dicembre 1390 da Bonifacio IX
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
12 giugno 1405 da Innocenzo VI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
prima dell'elezione
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
205° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
30 novembre 1406
Consacrazione 19 dicembre 1406
Fine del
pontificato
4 luglio 1415
(dimissionario)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore Innocenzo VII
Successore Martino V
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali 14 creazioni in 2 concistori
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi Nessun Giubileo indetto
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Scheda su santiebeati.it

Papa Gregorio XII, al secolo Angelo Correr (Venezia, 1335 ca.; † Recanati, 18 ottobre 1417) è stato il 205° vescovo di Roma e papa italiano in carica dal 1406 al 1415.

Biografia

Successe a papa Innocenzo VII il 30 novembre 1406, essendo stato scelto a Roma da un conclave composto da soli quindici cardinali, con l'esplicita condizione che, se Benedetto XIII, il papa rivale di Avignone, avesse rinunciato a tutte le pretese al papato, anch'egli avrebbe rinunciato alle sue, di modo che potesse essere svolta una nuova elezione e si potesse porre fine allo Scisma d'Occidente.

I due pontefici aprirono dei negoziati prudenti, per incontrarsi su suolo neutrale a Savona, ma presto la loro determinazione cominciò a tentennare. La famiglia Correr, parenti di Gregorio XII, e Ladislao di Napoli, sostenitore di Gregorio, e del suo predecessore, per ragioni politiche, usarono tutta la loro influenza per impedire l'incontro, ed oltretutto il timore di ciascun Papa di essere catturato dal partito del rivale facilitò le cose.

Miniatura con Papa Gregorio XII tratta dalle Cronache di Norimberga

I cardinali di Gregorio XII mostrarono la loro insoddisfazione sul suo modo di procedere e diedero segno della loro intenzione di abbandonarlo. Il 4 maggio 1408, Gregorio XII riunì i suoi cardinali a Lucca, ordinandogli di non lasciare la città per alcun motivo, ed incrementò il suo seguito nominando cardinali quattro suoi nipoti, nonostante la promessa fatta al conclave che non ne avrebbe ordinati di nuovi.

Sette di questi cardinali lasciarono Lucca in segreto e negoziarono con i cardinali di Benedetto, a riguardo della convocazione di un concilio generale, nel corso del quale i due Papi sarebbero stati deposti e uno nuovo eletto. Di conseguenza convocarono il Concilio di Pisa ed invitarono entrambi i pontefici ad esservi presenti. Né Gregorio XII, né Benedetto XIII si fecero vedere. Gregorio restò presso il suo leale e potente protettore, Principe Carlo di Malatesta, che si recò a Pisa di persona, durante lo svolgimento del concilio, allo scopo di appoggiarlo presso i due gruppi di cardinali.

Nel corso della quindicesima sessione, il 5 giugno 1409, il Concilio di Pisa depose i due pontefici come scismatici, eretici, spergiuri e scandalosi; più tardi verso la fine del mese elesse Alessandro V come nuovo papa.
Gregorio XII, che nel frattempo aveva nominato altri dieci cardinali, aveva convocato un concilio rivale a Cividale del Friuli, nei pressi di Aquileia; malgrado pochi vescovi vi partecipassero, i cardinali di Gregorio dichiararono Benedetto XIII e Alessandro V scismatici, spergiuri e devastatori della Chiesa.

La situazione venne infine risolta con il Concilio di Costanza. Gregorio nominò Carlo di Malatesta e il cardinale Dominici di Ragusa come suoi delegati. Il cardinale convocò il concilio e autorizzò i suoi atti di successione, preservando così le formule del primato papale.

Quindi Malatesta, agendo in nome di Gregorio XII, annunciò la rinuncia all'ufficio di Romano Pontefice, che i cardinali accettarono, ma in base a precedenti accordi, accettarono anche di mantenere tutti i cardinali che questi aveva creato, dando così soddisfazione alla famiglia dei Correr, e nominando Gregorio vescovo di Porto (Ostia) e legato pontificio ad Ancona. Il concilio mise inoltre da parte anche l'antipapa Giovanni XXIII (1415) succeduto ad Alessandro V e lo Scisma d'Occidente giunse a conclusione.

Gregorio spese il resto della sua vita, due anni, in una tranquilla oscurità ad Ancona. È sepolto nella Cattedrale di Recanati; dopo di lui tutti i papi sono stati sepolti a Roma. Nel 1417, dopo la sua morte, il suo successore lo nominò Pontefice emerito di Roma.

Onorificenze

Gran Maestro dell'Ordine Supremo del Cristo - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine Supremo del Cristo

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Castello Successore: Stemma vescovo.png
Nicolò Morosini 1380 - 1 dicembre 1390 Giovanni Loredan I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Nicolò Morosini {{{data}}} Giovanni Loredan
Predecessore: Vescovo di Corone
Amministratore apostolico
Successore: BishopCoA PioM.svg
Antonio
1390 - 1413
Vescovo effettivo
1395 - ? Bartolomeo, O.P.
1413 - 1417
Vescovo effettivo
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio
1390 - 1413
Vescovo effettivo
{{{data}}} Bartolomeo, O.P.
1413 - 1417
Vescovo effettivo
Predecessore: Patriarca di Costantinopoli Successore: Primatenoncardinal.png
Giacomo d'Itri 1 dicembre 1390 - 30 novembre 1406 nominato amministratore apostolico I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo d'Itri {{{data}}} nominato amministratore apostolico
Predecessore: Cardinale presbitero di San Marco Successore: Stemma cardinale.png
Ludovico Donato 12 giugno 1405 - 30 novembre 1406 Antonio Calvi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ludovico Donato {{{data}}} Antonio Calvi
Predecessore: Amministratore apostolico di Costantinopoli Successore: Primatenoncardinal.png
già patriarca 30 novembre 1406 - 23 ottobre 1409 Antonio Correr I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
già patriarca {{{data}}} Antonio Correr
Predecessore: Vescovo di Macerata Successore: Stemma vescovo.png
Angelo Cino da Bevagna 4 luglio 1415 - 18 ottobre 1417 Marino di Tocco I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Angelo Cino da Bevagna {{{data}}} Marino di Tocco
Predecessore: Cardinale vescovo di Porto-Santa Rufina Successore: Stemma cardinale.png
Louis de Bar 4 luglio 1415 - 18 ottobre 1417 Domingo Ram i Lanaja I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Louis de Bar {{{data}}} Domingo Ram i Lanaja


Predecessore: Papa Successore: Emblem of the Papacy SE.svg
Innocenzo VII 30 novembre 1406 - 4 luglio 1415 Martino V I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Innocenzo VII {{{data}}} Martino V
Bibliografia
  • Amedeo de Vincentiis, Enciclopedia dei Papi, II, Roma, 2000, pp. 581-584.
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.